Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2012/9/29/the-hunt-la-caccia-foto-dal-film-5_mid.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il Sospetto – La recensione del film di Thomas Vinterberg

Il Sospetto – La recensione del film di Thomas Vinterberg

Di laura.c

Thomas Vinterberg è un regista che farà sempre fatica a scrollarsi di dosso i confronti con Festen, sua folgorante incursione nelle regole del Dogma 95. Con questo suo ultimo film, Il Sospetto, il regista fa però ben poco per ritrovare quella spinta che anni fa lo ha reso uno dei registi europei considerati più promettenti. Premiato per l’interpretazione maschile al Festival di Cannes, l’ultimo lavoro di Vinterberg da una parte ha il pregio di affrontare un tema delicato come quello della pedofilia, sebbene da un punto di vista insolito e perfino “collaterale” rispetto al disturbo in sé. Dall’altra, si tratta palesemente di un film a tesi, che mira a conquistare l’indignazione del pubblico sposando da subito il punto di vista del personaggio principale, maltrattato e quasi martirizzato dalla sua piccola comunità, caduta preda di un delirio di pettegolezzi e maldicenze.

Protagonista del film è il povero Lucas, insegnante della scuola materna che si trova a dover affrontare delle gravi accuse di molestie sessuali, che non hanno nessun fondamento ma si gonfiano sempre più in fretta, convincendo pian piano tutto il Paese a biasimarlo e ad allontanarlo. In un certo senso, si tratta di un’opera speculare a Festen, dove a diffondersi non è il contagio della verità ma quello della menzogna, e dove alla rimozione mentale dell’elemento disintegrante della comunità, si sostituisce la sua eliminazione fisica e materiale, con l’allontanamento forzato da ogni espressione di esistenza civile. Lucas, da parte sua, non si oppone al processo perché ricorda quei soggetti vocati al martirio e all’autodistruzione come tanti se ne sono già visti e apprezzati nel cinema danese e nordeuropeo. Ma a differenza di altri film, in questo il regista sceglie di non soffermarsi in maniera troppo approfondita sui temi implicati dalla storia: mette in bella mostra l’ottusità e la ferocia dei concittadini del protagonista, ma senza aggiungerci uno sguardo che sappia andare oltre una scontatissima condanna morale.

L’accanimento dei personaggi collaterali rappresenta palesemente una denuncia della forma brutale in cui si possono manifestare le norme sociali di piccole realtà chiuse, peccato che l’accusa si esplichi in una maniera molto didascalica, in cui non sembra trovare spazio una vera rielaborazione dello spunto iniziale nemmeno dal punto di vista estetico. Può sembrare interessante ad esempio il paragone suggerito dal film tra la situazione di Lucas e quella dei cervi uccisi nelle battute di caccia, quasi come se il protagonista fosse la preda di un pericoloso gioco rituale, ma anche questa metafora viene usata in modo tristemente “didattico”, senza nemmeno trasferire sul piano stilistico questa idea dell’essere braccato. Come molte opere nordeuropee, Il Sospetto vanta perciò una certa essenzialità ed eleganza di base, che gli permettono di affrontare temi forti evitando toni troppo patetici. Ma a parte questo rimane un film che paradossalmente non dà la caccia alla sua realtà, preferendo invece servirla ben adagiata su di un inappropriato piatto d’argento.

Il Sospetto esce oggi nelle sale italiane, distribuito da BIM. Nel cast, Mads Mikkelsen.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

The Handmaid’s Tale: Alexis Bledel lascia la serie 28 Maggio 2022 - 15:00

La star, vincitrice di un Emmy per il ruolo di Emily, ha deciso di lasciare The Handmaid's Tale prima della stagione 5

Saltburn – Amazon sta per acquisire il nuovo film di Emerald Fennell 28 Maggio 2022 - 14:00

Saltburn di Emerald Fennell è uno dei titoli più richiesti al Cannes Film Market, e Amazon sta per concluderne l'acquisizione.

Obi-Wan Kenobi – Ecco i poster dedicati ai personaggi 28 Maggio 2022 - 13:00

Obi-Wan Kenobi, Haja Estree e tre Inquisitori sono ritratti nei character poster della serie di Star Wars.

Obi-Wan Kenobi: perché tanto noi nerd di Star Wars ci fissiamo sui dettagli (spoiler) 27 Maggio 2022 - 15:13

Ma cosa ci fa [OMISSIS] in Star Wars? E non può trovarsi degli scagnozzi migliori?

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei