L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Tom Hanks doveva essere Super Mario, Schwarzenegger Re Koopa!

Di Marlen Vazzoler

Il prossimo anno ‘festeggeremo’ il ventennale dell’uscita di Super Mario Bros, il film diretto da Annabel Jankel e Rocky Morton. Da allora sono stati realizzati diversi live action tratti dai videogiochi e, sebbene non sia stato ancora fatto un film degno di questa definizione, sono state create alcune franchise di successo, come Resident Evil, o dei terribili flop, come Street Fighter: The Legend of Chun-Li o Tekken o lo stesso Super Mario Bros.

A partire dagli anni ottanta il famoso idraulico, Mario, era diventato la punta di diamante della Nintendo, ed era diventata una proprietà cosi famosa in tutto il mondo che Hollywood ha voluto realizzare un adattamento cinematografico. Il sito Game Informer ha scritto un interessante speciale sul film, che ha svelato alcune curiosità sconosciute fino ad ora, vediamole in dettaglio.

Gli attori
Inizialmente era stato contattato per il ruolo di Mario e per la regia del film, Danny DeVito, mentre Arnold Schwarzenegger e Michael Keaton erano stati avvicinati per il ruolo di Re Koopa. Tutti e tre rifiutarono il progetto. Per breve tempo, Tom Hanks entrò a far parte del progetto nei panni di Mario, ma secondo alcuni produttori chiedeva troppi soldi, quindi lo licenziarono e assunsero al suo posto Bob Hoskins, perché considerato un attore con più possibilità di successo al botteghino. Ora a parte il casting assurdo di Hanks nei panni di Mario e non di Luigi, il botteghino ha dimostrato negli anni successivi come quei produttori avevano completamente torto sulla commercialità dei due attori.

La storia
Se pensate che film come Robin Hood di Ridley Scott, per citare un esempio recente, hanno avuto troppi sceneggiatori, aspettate di sentire quelli che hanno partecipato al film di Mario. Nove. E non stiamo contando tutte le riscritture a cui il film è stato sottoposto durante la fotografia principale. Di conseguenza potete immaginare che sono state realizzate diversi adattamenti della storia. Il primo script fu commissionato a Barry Morrow (Rain Man), ma fu considerato troppo drammatico. Il secondo fu scritto da Tom S. Parker (I Flintstones, Richie Rich), in questa versione Mario e Luigi viaggiano in un mondo magico, che ricorda il mondo di Alice nel paese delle meraviglie e del Mago di Oz. Qui il malvagio Re Koopa – il re delle lucertole – ha rapito la principessa Hildy e l’ha fatta diventare la sua sposa, per poter accedere alla corona dell’invincibilità. I due fratelli assieme al loro braccio destro Toad, partono al salvataggio.

Lo studio ha deciso di far dirigere il film a Morton e alla Jankel, che alle spalle avevano un solo film, il flop D.O.A.. La loro versione della storia era più dark, ambientata in una versione alternativa di New York, chiamata Dinohatten. Quando 65 milioni di anni fa un asteroide colpì la terra, i dinosauri furono mandati in una versione distopica del nostro mondo, dove lentamente sono evoluti in umanoidi che odiano i mammiferi che vivono in quella che dovrebbe essere la loro vera casa.
Man mano che l’inizio delle riprese si avvicinava, sono stati fatte diverse riscritture, una sembrava essere uscita da Die Hard, e lo script conteneva un cameo di Bruce Willis che passava per i condotti dell’aria condizionata che si trovano sopra l’ufficio di Re Koopa. Un’altra versione aveva una gara mortale di auto simile a quelle di Mad Max.
Ma questa versione era ben diversa da quella che lo studio e il cast avevano deciso di realizzare inizialmente. Quindi fu assunto uno degli sceneggiatori di Bill & Ted’s Excellent Adventure, Ed Solomon, per scrivere una nuova versione della storia, che fu pronta a due settimane dall’inizio delle riprese, che si scontrò con quanto realizzato in pre-produzione.

L’anarchia
Le riprese sarebbero dovute durare 10 settimane ma furono protratte a 15. E diversi membri del cast affrontarono la cosa ricorrendo a soluzioni diverse. Leguizamo (Luigi) cominciò a bere, e un giorno fu così ubriaco che provocò la rottura della mano di Hoskins, di cui si può intravedere l’ingessatura rosa in alcune scene. Fisher Stevens e Richard Edson cominciarono a scriversi i dialoghi, e cercarono di apportare alcuni cambiamenti ai loro personaggi.
In questo periodo lo studio riuscì a convincere con fatica il regista, a far indossare ai due protagonisti, le mitiche tute da idraulico, che avevano eliminato dalla storia.

Cambio del finale
A causa dei continui ritardi e problemi, i produttori decisero di cambiare la scena finale: un epica battaglia sul ponte di Brooklyn tra Mario e Koopa. Dopo aver vinto l’idraulico lancia una bomba nella gola di Koopa e lo getta nel fiume, dove esplode. La scena non fu mai girata e lo scontro finì Mario che spara a Koopa e questo che si dissolve in slime. Alla fine delle riprese i produttori avevano deciso che era necessario girare altre scene d’azione, con la seconda unità. I due registi non solo non furono invitati ma furono tenuti fuori anche dalla sala di montaggio. Morton fu costretto a rivolgersi alla DGA.

Il flop del film, non è attribuibile a delle persone specifiche, l’intera produzione era andata completamente in malora. E la pressione della Nintendo nel realizzare il film entro una certa data, per non pagare delle more, su uno studio che non aveva la minima idea di come sviluppare la storia del film, non ha certo giovato.

Una cosa è certa, Super Mario Bros. È un ottimo esempio su come non deve essere realizzato un adattamento cinematografico di qualsiasi tipo.

Fonte game informer

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

George Clooney e Brad Pitt per il regista di Spider-Man: No Way Home 25 Settembre 2021 - 11:00

Il nuovo film scritto e diretto da Jon Watts li vedrà nel ruolo di due fixer costretti a collaborare su un caso

Eternals – Pare proprio che Dan Stevens sarà l’antagonista Kro 25 Settembre 2021 - 10:00

L'ironica risposta di Dan Stevens a una domanda di Collider sembra confermare che sia proprio lui l'interprete di Kro in Eternals.

Box Office Italia: Dune si aggiudica un altro venerdì 25 Settembre 2021 - 9:32

Dune, il kolossal fantascientifico diretto da Denis Villeneuve, continua a guidare la classifica. Seguono Space Jam: New Legends e Tre Piani.

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

Il prossimo anno ‘festeggeremo’ il ventennale dell’uscita di Super Mario Bros, il film diretto da Annabel Jankel e Rocky Morton. Da allora sono stati realizzati diversi live action tratti dai videogiochi e, sebbene non sia stato ancora fatto un film degno di questa definizione, sono state create alcune franchise di successo, come Resident Evil, o […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.