Condividi su

22 ottobre 2012 • 09:20 • Scritto da Leotruman

Ted in testa nel weekend e verso quota 9 milioni, incassi complessivi in calo

Incassi complessivi in forte calo per la classifica italiana in questi ultimi quattro giorni. Ted rimane in testa e vola verso quota 9 milioni, mentre Gladiatori di Roma si dimostra la migliore tra le nuove uscita ma con una debole media. Bene The Wedding Party e Il Matrimonio che Vorrei con Meryl Streep, flop per Il Comandante e la Cicogna.
Post Image
8

Ted Mark Wahlberg Foto da Film 08

Un fine settimana dalle temperature estive unito ad un listino di nuove proposte non particolarmente esaltante ha fatto sì che negli ultimi quattro giorni l’intera classifica abbia raccolto 7.9 milioni di euro, in forte calo rispetto agli 11.5 dello scorso weekend.

Ted non ha avuto problemi a mantenere la testa della classifica con altri 1.48 milioni di euro raccolti, per un totale che a questo punto sfiora i 9 milioni di euro. La commedia diretta da Seth MacFarlane non ha mai perso la prima posizione, nemmeno ieri, ma il calo questa volta è stato del 50%. Dovrebbe recuperare terreno con i feriali e superare quota 10 milioni in pochi giorni.

Seconda e terza posizione per due film d’animazione. L’Era Glaciale 4 riesce ad incassare altri 863mila euro (oltre il 60% in meno rispetto allo scorso weekend), per un totale di 14.3 milioni. Segue Gladiatori di Roma, film d’animazione di produzione italiana diretto da Iginio Straffi, che aveva a disposizione ben 400 copie e il sovrapprezzo 3D, ma non è riuscito ad andare oltre gli 818mila euro nei quattro giorni: miglior risultato tra le esordienti, ma debole media per sala.

Meglio The Wedding Party – Un matrimonio con sorpresala “Notte da Leoni” al femminile, che conquista la quarta posizione con 640mila euro raccolti in poco più di 200 schermi, ma il calo graduale di questi giorni depone a favore di un passaparola non particolarmente esaltante nei confronti della pellicola. Segue  Cogan – Killing Them Softly, il film diretto da Andrew Dominik presentato a Cannes 2012 con protagonista Brad Pitt: 608mila euro il risultato con 270 schermi circa e una media non proprio esaltante. Dopo un debole esordio ha invece recuperato gradualmente Il Matrimonio che Vorrei, la commedia diretta da David Frankel, tornato a lavorare con Meryl Streep dopo il successo de Il Diavolo Veste Prada: 545mila euro con pochi schermi a disposizione, ma ci aspettiamo una buona tenuta nei prossimi giorni.

Vero flop del weekend è stato Il Comandante e la Cicognail nuovo film di Silvio Soldini, con un incasso di 477mila euro nonostante le quasi 300 copie a disposizione e la peggior media per sala tra le nuove proposte cinematografiche. Cali concreti anche per le altre pellicole già in sala. Vediamo qualche totale: Step Up Revolution 3D (456mila euro, Tot. 3.78 milioni), Taken: La Vendetta (436mila, Tot. 1.66 milioni), Tutti i santi giorni di Paolo Virzì (404mila, Tot.1.44 milioni), ParaNorman (281mila, Tot. 1.13 milioni) e  Total Recall – Atto di Forza (230mila, Tot. 1.08 milioni),

Prima di Skyfall (31 ottobre) sarà difficile assistere ad una nuova impennata degli incassi. Cosa succederà il prossimo weekend con l’arrivo di Viva l’Italia, Le Belve, Nemo 3D e Io e Te?

Cliccate MI PIACE sulla nostra PAGINA FACEBOOK: troverete aggiornamenti costanti sugli incassi nei prossimi, come sempre anche nella nostra sezione dedicata al Boxoffice e sulla bacheca della nostra Box Office Cup!

Condividi su

8 commenti a “Ted in testa nel weekend e verso quota 9 milioni, incassi complessivi in calo

  1. Immagino che “Viva l’Italia” sarà lanciato in tante copie dopo il successo di “Nessuno mi può giudicare”, o sbaglio?
    😉
    Poi credo che tra un meteo che cambierà parecchio ed il festivo infrasettimanale molti film riusciranno a recuperare qualcos(in)a dopo questo week end un pò fiacco, anche se a parte Soldini, dal quale mi aspettavo decisamente di più, gli altri, su per giù, hanno incassato quello che mi aspettavo.
    D’altronde non ci può essere una super new entry ogni week end, già ci siamo abituati bene in questo inizio di stagione, soprattutto perchè c’è stata una forte condensazione di titoloni dovuta alla carenza di uscite estive.

  2. Ciao Giuseppe, immaginavo una cosa del genere, direi che nei primi dieci giorni (due week end ed un festivo infrasettimanale) dovrebbe incassare almeno cinque milioni a far proprio poco (poi credo anche che si aspettino qualcosa di più).

  3. Che si debba aspettare una robaccia come Viva l’Italia (insopportabile il trailer e Placido è insostenibile quando “recita”) per vedere incrementare gli incassi è davvero cosa assai triste.

    Comunque secondo me sarà l’unico non citato, The possession, a creare un minimo di sorpresa visto che si avvicina Halloween e di horro in giro non se ne vedono da un po’.

    Bertolucci, vorrei sbagliarmi, mi pare non sia stato adeguatamente pubblicizzato (anche se sarà in effetti la mia prima scelta insieme a Le belve).
    Quanto al film di Stone bisognerà vedere se potrà attirare altri spettatori al di fuori dello zoccolo duro dei fans del regista (mi pare difficile visto che il tema e l’ambientazione non sono particolarmente accattivanti per il pubblico).
    Infine cosa dire su Nemo?…magari riuscirà a creare una situazione analoga al Re Leone un anno fa ma non credo sia capace di andare oltre.
    A questo punto, in tema di riedizioni, sarebbe stato meglio far uscire questo a Giugno e La bella e la bestia in periodo autunnale, quando avrebbe potuto attrarre qualche nostalgico in più….

    Comunque non prevedo un week-end particolarmente forte quanto l’ennesima spartizione di fette più o meno piccole….

  4. Parto dal più vecchio: TED. In queste due settimane mi è capitato di sentire sempre lo stesso commento: che s*r*n*a*t*!. Ma allora che ci sono andati a fare! Io non cambio idea, il film è brutto, non fa ridere e in alcuni casi pure imbarazzante. Archiviato questo, che tanto lascerà una traccia nulla nella storia del cinema (e l’idea dell’orsacchiotto perverso e pervertito NON è proprio l’ultima delle trovate!). Passo a I GLADIATORI. Rimango perplesso nel sentire che hanno impiegato sei anni per fare un prodotto tanto scadente. Anche gli spagnoli mi pare siano un po’ più celeri in proposito. Fanno sempre cose minime (ricordate PINOCCHIO 3000 o quello su El Cid?) ma almeno non fanno tutte le storie che sta facendo Straffi in questo caso. Sulla scelta dei doppiatori mi astengo dallo scrivere. Virzì, questo l’ho visto, stavolta m’è piaciuto meno. Dove ha trovato quei due? Dovrebbero essere simpatici a qualcuno? Sembrano usciti da uno spot tipo yogurt e non sono proprio i migliori attori del mondo (sopratutto lei). Peccato perché la storia non era male, ma Virzì si mettesse in testa che se vuole diventare il Dino Risi degli anni 2000 dovrebbe osare un pochino di più. Il nome se l’è fatto, non credo avrà problemi. E poi il pubblico è stufo di vedere tutto declinato a commedia. Ma paiono non finire mai (VIVVA L’ITALIA 5 mln? mah!). Capitolo uscite: parte centesima. Finora abbiamo visto titoli titoli come ATTO DI FORZA, THE BOURNE LEGACY, REALITY fresco di premio della giuria a Cannes, che se usciti in estate forse (dico forse, eh!) qualche soldino a casa lo avrebbero portato. Per non parlare del caso più macroscopico: PROMETHEUS. E meno male che non è uscito ad ottobre! Giovedì esce finalmente (si fa per dire) ‘sto film di Stone. Ma uscire un po’ prima no?! Vabé. Esce anche il nuovo 007, ma a meno di sorprese non credo ci saranno straordinarie aperture. Chiudo con l’ennesima irritante trovata LR che cambia un titolo in inglese (la nubile) con un altro in inglese (ma chiamarlo ‘festa di matrimonio’ proprio no?). Ragazzi, io certe cose le leggo solo qui in Italia. Sarò ripetitivo, me ne rendo conto. E’ tutto.

  5. partendo dal fatto che bisogna rispettare le idee, ma purche lo siano veramente, perche se uno mi dice che è imbarazzante vuol dire che vuol dire non sa di cosa sta parlando

  6. @Roelbos … quando parlavo di almeno 5 milioni per “Viva l’Italia” nei primi dieci giorni (ma credo che alla 01 Distribution se ne aspettino anche di più), mi riferivo esclusivamente al fatto che dovrebbe tirare il classico pubblico da commedia omologata in sala, sulla qualità ovviamente non credo ci sarà molto su cui discutere (salvo sorprese, non si sa mai).
    😉
    Comunque sono praticamente sicuro che se “Reality” fosse uscito a fine maggio avrebbe incassato di più (un pò per il traino di Cannes, ma soprattutto perchè sarebbe rimasto in programmazione per un paio di mesi), 2 milioni sono davvero pochi alla resa dei conti …

  7. @ pic: o forse sei tu che hai la presunzione di sapere come sono fatti gli altri. E con questa chiudo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *