L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Michael Bay risponde alle dichiarazioni ‘negative’ di Hugo Weaving sui film di Transformers

Di Marlen Vazzoler

Qualche volta capita che ad alcuni mesi/anni di distanza dall’uscita cinematografica di un film, un attore ammette di aver partecipato ad un opera non particolarmente degna di nota, o confida il suo rammarico per aver partecipato a quella pellicola. Durate il New York Comic-Con, in un’intervista Hugo Weaving ha dichiarato che non tornerà a interpretare Teschio Rosso, ed ha spiegato perchè per lui i film di Transformers non hanno avuto alcun significato.
Chi ha seguito in passato i battibecchi in rete tra Megan Fox e Michael Bay, o le più recenti lamentele dei fan delle Tartarughe Ninja, ricorderà che il regista non perde mai occasione di rispondere a questo genere di interventi, per dire anche la sua. Ieri sul suo sito ufficiale ha postato il seguente post:

Vi capita mai di stancarvi degli attori che ricevono 15 milioni dollari a film, o anche 200.000 dollari per un lavoro come doppiatore che ha richiesto solo un’ora e 43 minuti per essere completato, e poi si lamentano del loro lavoro? Con tutti i problemi che affliggono il nostro mondo di oggi, questi drammatici brontoloni pensano davvero che le persone che leggono le notizie, in realtà sono interessate alle banali lamentele sul fatto che il loro lavoro non era “abbastanza artistico” o non li ha “soddisfatti abbastanza”? Credo che l’Hollywood Reporter la pensi così.
Cosa è successo alle persone che avevano un’integrità, che hanno fatto un lavoro, sono state pagate per il loro duro lavoro, e si sono limitate a sorridere dopo? Siate felici che ancora avere un posto di lavoro – per non parlare di un lavoro che ti paga di più del 98% della popolazione americana.
Ho una splendida idea per tutti questi piagnoni: possono dare il loro “denaro di questi infelici lavori” al meraviglioso Elephant Rescue. È il fondo David Sheldrick Wildlife Trust che si trova in Africa. Corrisponderò ai fondi che doneranno.

Michael Bay

Ora, potete essere d’accordo con Bay o con Weaving, o tutti/nessuno e/dei due. Consideriamo però alcuni punti: lo studio voleva Weaving per quel ruolo, ed ha accettato di pagarlo fior di quattrini. Weaving non ha parlato male dei film, ma ha detto che per lui non hanno avuto alcuna importanza artistica. Bay ha tirato in ballo come argomentazione i soldi. Ha fatto bene? Non era fuori luogo?
Se agli attori venisse proposto di donare i cachet per film di cui non sono stati fieri, per darli in beneficenza, secondo voi in quanti accetterebbero di farlo?

Fonte Michael Bay.com

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il trailer di Willy’s Wonderland: Nicolas Cage contro gli animatronics indemoniati! 15 Gennaio 2021 - 21:00

Arriverà il 12 febbraio in USA, sia al cinema che on demand, l'horror diretto da Kevin Lewis

Providence: su Peacock una nuova serie dagli autori di You 15 Gennaio 2021 - 20:15

Tratta da un romanzo di Caroline Kepnes, la serie sarà sviluppata da Sera Gamble per la piattaforma di NBCUniversal

Heart of Stone: Netflix compra l’action con Gal Gadot 15 Gennaio 2021 - 19:30

Il film mira a lanciare un nuovo franchise di spionaggio ed è scritto dallo sceneggiatore di The Old Guard

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.