L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato – Curiosità dalla set visit

Di Marlen Vazzoler

La Warner Brothers oggi ha sollevato parte dell’embargo sulle visite sul set di Lo Hobbit, fatte da alcuni giornalisti della stampa online, concernenti la prima pellicola della trilogia diretta da Peter Jackson, Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato. Con la pubblicazione delle varie interviste ai protagonisti, ai membri del dipartimento del trucco, dei costumi, degli effetti speciali e della scenografia, sono emerse diverse curiosità sulla lavorazione del primo film.
Ecco un primo assaggio:
– Le riprese sono durate 254 giorni, ma la prossima estate verranno girate altre scene che verranno inserite nel terzo film The Hobbit: There and Back Again.
– Per tutta la durata delle riprese, la prima e la seconda unità hanno girato per tutto il tempo, con Jackson alla direzione della prima e Andy Serkis della seconda.
– Anche questa volta Jackson ha cercato di spingere ulteriormente la tecnologia usando una tecnica chiamata ‘slave motion cam’. Questa tecnologia consente a personaggi di diverse dimensioni di girare insieme delle scene nello stesso momento. Mentre una cineprese è accesa, un’altra viene messa in posizione secondaria, ‘slave’, rispetto all’altra. In questo modo è possibile filmare contemporaneamente la stessa scena, con gli attori presenti in due diversi teatri di posa. Questa tecnica è stata utilizzata quando Ian McKellen (Gandalf) ha girato le sue scene con i nani e Bilbo Baggins a Bag End mentre si trovava in un altro set, e doveva interagire con loro.
– La storia è ambientata 60 anni prima del Signore degli Anelli – La compagnia dell’anello.
– Secondo Jackson la differenza tra Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit è questa: nel primo il mondo è in pericolo per colpa di Sauron, e c’è una visione “del bene e del male, del bianco e del nero”. Lo Hobbit, invece, ha un sapore più fiabesco, “con l’uccisione dei draghi e la ricerca del tesoro”.
– In Lo Hobbit Bilbo non sente gli effetti negativi quando mette l’anello, perché, Tolkien ha aggiunto questi effetti due decenni dopo nella trilogia del Signore degli Anelli. Gli effetti dell’anello verranno costruiti gradualmente nel corso dei film di Lo Hobbit. Jackson spiega che:

“La prima volta che [Bilbo] se lo mette su, è semplicemente un anello magico, ma ogni volta che lo indossa, i suoi effetti lo affliggono sempre un po’ di più”.

– Hanno dovuto prendere in mano le appendici di Tolkien, che si trovano in Il ritorno del re, per aggiungere ulteriori retroscena sui motivi per cui Gandalf ha scelto Bilbo per questo compito.

“Gandalf visita Hobbiville, ama gli hobbit, ricorda che gli hobbit sono molto insulari e molto contenuti. Sono sospettosi del mondo esterno e si ricorda che solo questo giovane, Bilbo Baggins, quando era un bambino, era l’unico hobbit che amava il pericolo e a cui piaceva l’avventura. Amava le storie spaventose e aveva uno spirito più estroverso. Quando vuole un hobbit che faccia da ladro in questa avventura, torna a Hobbiville molti anni dopo e trova Bilbo. Da deliberatamente la caccia a Bilbo, perché pensa che questo è l’hobbit migliore da scegliere per questa impresa. È atterrito e sconvolto quando scopre, diciotto anni dopo, che Bilbo è diventato soffocante e un ultra conservatore, e non è affatto come il bambino che si ricordava. Ecco, questo è davvero l’inizio del loro rapporto”.

– Jackson è stato riluttante a riprendere la sedia del regista, anche quando Guillermo del Toro se n’è andato, perché il gruppo di tredici nani lo ha terrorizzato. Ma ha cambiato completamente idea, e ora definisce il gruppo dei nani la “più grande gioia del film”, anche se Bilbo rimane l’anima della storia.
Vi ricordiamo che qui trovate il resoconto della conferenza a cui hanno partecipato il regista e parte del cast. L’uscita del primo capitolo de Lo Hobbit è prevista in Italia per il 13 dicembre 2012, Per seguire tutte le novità sul film di Peter Jackson, consultate le nostre news dal blog.

Fonte Collider

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Godzilla Vs Kong: un altro assaggio del trailer in arrivo domenica 23 Gennaio 2021 - 9:00

Domenica 24 gennaio vedremo il primo trailer di Godzilla Vs. Kong. Nell’attesa ecco un breve assaggio, che mostra il lato più tenero dell’ottava meraviglia del mondo.

Paramount rimanda A Quiet Place II a settembre 23 Gennaio 2021 - 8:02

Il sequel di John Krasinski era programmato per il 23 aprile, ma è stato spostato ancora

Brie Larson protagonista della serie Lessons in Chemistry per Apple TV+ 22 Gennaio 2021 - 20:45

La serie sarà scritta da Susannah Grant di Unbelievable e basata sul romanzo di Bonnie Garmus

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.