L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il matrimonio che vorrei – La recensione.

Di laura.c

Dopo aver visto Meryl Streep impegnata in una serie non proprio esaltante di commedie per signore  dallo humour abbastanza scontato e televisivo, si poteva temere che anche questo suo ultimo Il matrimonio che vorrei si rivelasse una sorta di variante sul tema di È complicato. E all’inizio il film, diretto da David Frankel (regista non solo de Il diavolo veste Prada e Io & Marley, ma anche di diversi episodi di Sex and the city e altri telefilm) non lascia presagire niente di buono su questo fronte, con una partenza un po’ fiacca accompagnata da una sfilza di canzoni da compilation. Con l’evolversi della trama, e anche grazie alla magnifica interazione tra i due protagonisti, tutto si risolleva però verso vette ben più alte, disegnando il profilo di un’ottima commedia dolce, ma anche aspra, sui non detti e le incomprensioni che senza urla o lanci di piatti possono far lentamente naufragare una relazione di lunga data verso la noia, la routine e la desolazione.

Kay e Arnold (la Streep e Tommy Lee Jones) sono una tranquilla coppia con 30 anni di vita coniugale alle spalle. All’apparenza sembrano condurre un’esistenza regolare, con un abbonamento alla tv via cavo e i figli che vanno regolarmente in visita. In realtà, pur non essendo ufficialmente separati, a dividerli c’è un muro di freddezza: dormono in stanze diverse, non parlano se non di cose superficiali e ormai anche le interazioni fisiche sono ridotte al minimo indispensabile. A differenza di molte altre donne, Kay non è però disposta a rassegnarsi e così convince il riottoso e scettico consorte a seguirla da un terapista di coppia (Steve Carell), che li costringerà ad affrontare tutti i tabù sessuali ed emotivi stratificatisi negli anni nella loro relazione, piena di invisibili fratture.

Se dal lato comico non è difficile portare al sorriso parlando delle inibizioni e delle difficoltà nel riportare la passione in una coppia sopra i sessanta, quello che stupisce de Il matrimonio che vorrei è la grande serietà e delicatezza con cui il tema viene affrontato e rappresentato, quasi con rispetto dell’umanità dei personaggi e della loro intima tristezza. Merito senza dubbio della regia, che evita toni troppo esasperati, ma soprattutto della levatura di tutti gli attori, da una Streep che finalmente non è più costretta a lanciare in continuazione risatine idiote, a un Tommy Lee Jones che sa costruire un mondo intorno a un personaggio apparentemente semplice e cristallino. Ma a colpire è anche Steve Carell, che ci si immagina impegnato in qualche gag o in espressioni demenziali, e invece affronta la parte con perfetta flemma e con un aplomb ben più divertenti. Di sicuro una delle migliori commedie a tema sentimentale che siano arrivate dagli Stati Uniti negli ultimi tempi.

 Il matrimonio che vorrei è nelle sale dal 18 ottobre, distribuito da BIM.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Snowpiercer – TNT rinnova la serie per la terza stagione 20 Gennaio 2021 - 14:45

TNT ha deciso di rinnovare Snowpiercer per la terza stagione, a pochi giorni dal debutto della seconda. La serie è disponibile in Italia su Netflix.

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth comincia le riprese questa settimana 20 Gennaio 2021 - 14:00

Chris Hemsworth si gode gli ultimi giorni di vacanza con la famiglia prima di cominciare le riprese di Thor: Love and Thunder, come annuncia lui stesso su Instagram.

Netflix ha superato i 200 milioni di abbonati 20 Gennaio 2021 - 13:24

Netflix ha superato le previsioni riguardanti la crescita e degli abbonati e i ricavi totali del quarto trimestre, concludendo il 2020 nel migliore dei modi, con oltre 200 milioni di abbonati.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.