L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Chronicle 2 – La Fox non è contenta della sceneggiatura di Max Landis

Di Marlen Vazzoler

Quando è stato annunciato che il regista Josh Trank non sarebbe tornato a dirigere il sequel di Chronicle, i fan della pellicola non si sono eccessivamente preoccupati, visto che lo sceneggiatore del film originale, Max Landis, era stato confermato lo scorso marzo per scrivere anche l’atteso sequel.
Purtroppo la situazione non è così rosea come immaginavamo. Il padre di Max, il regista John Landis, ospite al secondo appuntamento dell’Universal’s Legacy of Horror, dove sono stati proiettati L’uomo lupo e Un lupo americano a Londra, in un’intervista a The Playlist ha spiegato che la sceneggiatura del figlio sta riscontrando alcuni problemi alla Fox:

“Ha scritto il sequel, ed è incredibile, lo studio l’ha letto ed ha detto ‘Vogliamo di nuovo Chronicle!’ E lui ha detto ‘No, questo è il seguito, è l’evoluzione’, e loro hanno detto ‘No, vogliamo di nuovo quel film!’ Quindi è difficile, stiamo lavorando in un ambiente difficile”.

Purtroppo questa reazione da parte dello studio non è molto sorprendente. Per uno studio è più semplice se il sequel di una pellicola di successo, segue la struttura del film originale, perché in questo modo è sicuro di ottenere lo stesso successo al botteghino, a discapito però dell’originalità. Pensate a Una notte da leoni 2, una copia carbone di Una notte da leoni. Trank non ha voluto dirigere Chronicle 2, per poter perseguire del materiale originale, e sebbene Max sembra sia riuscito a creare un nuovo approccio, lo studio non sembra pronto a correre alcun rischio.
Ma quanto questo commento di Landis padre, è da ritenere affidabile? Il regista poco prima aveva spiegato di aver scritto una sceneggiatura su un film di mostri ambientato a Parigi, e di aver problemi a realizzare la pellicola, senza alcun intervento sulla sceneggiatura, da parte dello studio:

“Un produttore francese mi ha pagato per scrivere una sceneggiatura horror che mi piace molto. L’ha letta ed ha detto ‘Ma che cos’è questo?’ Era rimasto scioccato [dal testo]. Voleva dei cambiamenti che ho rifiutato di apportare, così gli ho dato indietro i soldi, e adesso è di mia proprietà. Non so se riuscirò ad avere qualcun altro che mi darà i soldi, tutti vogliono la stessa cosa”.

Possiamo desumere che questo è un problema che sta accomunando diversi studios, la crisi economica sta spingendo a produrre successi certi, e se diamo un occhiata ai film di maggiore successo di quest’anno, le prime dieci posizioni del mercato mondiale, a parte Brave e Ted, rispettivamente all’ottavo e al nono posto, sono occupate da sequel, reboot, cross-over e adattamenti cinematografici.
Non ci resta che attendere e vedere cosa deciderà di fare la Fox.

Fonte The Playlist, Box Office Mojo

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Last Of Us: Trovato il nuovo regista della serie HBO 16 Gennaio 2021 - 14:00

Il nuovo regista della serie The Last Of Us, in sviluppo presso HBO e basata sull'omonimo videogioco, è Kantemir Balagov (La ragazza d'autunno).

Wandavision: Tutte le citazioni e i riferimenti negli episodi 1×01 e 1×02 16 Gennaio 2021 - 13:10

Moltissime easter egg nei primi due episodi di Wandavision: ecco tutte quelle che siamo riusciti a trovare!

Safer at Home: un ALTRO thriller sul coronavirus in arrivo a febbraio 16 Gennaio 2021 - 12:00

Dopo Songbird, un altro film girato durante il lockdown e ispirato alla pandemia

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.