Condividi su

07 ottobre 2012 • 09:49 • Scritto da Leotruman

Box Office – L’Era Glaciale 4 in testa, ma impressionante sabato per Ted

incredibili incassi per la classifica italiana nella giornata di ieri. L'Era Glaciale mantiene la prima posizione e oggi dovrebbe superare i 10 milioni complessivi. Sorprende Ted con un'elevatissima media per sala di oltre 2500 euro, ma anche Step Up Revolution 3D non delude con una di circa 2mila euro. Ecco il box office di ieri:
Post Image
31

L'Era Glaciale 4 continenti alla deriva Screencap dal film 32

Quello che poteva essere un normale fine settimana di ottobre si sta trasformando in uno dei più soddisfacenti di sempre per il mese. Altri 3.9 milioni di euro incassati dalla classifica complessivamente, pronti ad aumentare ulteriormente oggi: si potrebbe sfondare nuovamente la soglia dei 10 milioni anche in questo fine settimana.

L’Era Glaciale 4 – Continenti alla Deriva perde il 43% degli incassi dello scorso sabato, e forte delle sue 730 sale a disposizione riesce ad incassare altri 1.27 milioni di euro rimanendo in testa alla classifica. La media per sala è di circa 1700 euro, per un totale di 8.8 milioni. Il terzo capitolo era già a quota 15 milioni tre anni fa dopo lo stesso periodo di tempo: pare proprio che la soglia dei 20 milioni non verrà raggiunta questa volta.

Seconda posizione ma impressionante risultato per Ted, il primo lungometraggio live action da Seth MacFarlane, il creatore de I Griffin, che aveva già convinto nel pre-weekend. Gli incassi sono letteralmente volati a quota 959mila euro, con un’elevatissima media per sala giornaliera da 2500 euro (ed è in 2D). Parliamo di uno dei dati più convincenti dell’anno, e in tre giorni la commedia è già a quota 1.7 milioni (con meno di 400 sale monitorate). Aspettiamoci grandi cose proprio come avvenute nel resto del mondo (siamo già oltre quota 430 milioni di euro).

Incassi eccellenti anche per Step Up Revolution 3Dcapace anche lui di superare i 2mila euro per sala di media! Nelle 290 monitorate l’incasso è salito a quota 580mila euro, per un totale di 1 milione in tre giorni segno che la saga rimane sempre molto apprezzata in Italia.

Cala del 28% Reality di Matteo Garrone, che incassa altri 189mila euro (media 600 euro), superato sempre da Resident Evil – Retribution con 210mila euro ed un calo però del 54% rispetto allo scorso sabato: il sorpasso è vicino. Magic Mike di Steven Soderbergh arrotonda il totale con 110mila euro e 3.5 milioni in cassa. Sempre lontane le altre nuove uscite, come All’Ultima Spiaggia (76mila euro), Un Sapore di Ruggine e Ossa con Marion Cotillard (67mila euro) e Un Giorno Speciale (44mila euro).

Che ne pensate dei ricchi incassi del weekend?

Cliccate MI PIACE sulla nostra PAGINA FACEBOOK: troverete aggiornamenti costanti sugli incassi nei prossimi, come sempre anche nella nostra sezione dedicata al Boxoffice e sulla bacheca della nostra Box Office Cup!

Condividi su

31 commenti a “Box Office – L’Era Glaciale 4 in testa, ma impressionante sabato per Ted

  1. MAGIC MIKE E E PROMETHEUS DOPO UN WEEKEND DI ESORDIO MOLTO PROMETTENTE SI SONO AFFLOSCIATI VELOCEMENTE, CREDO CHE IL PUBBLICO NON LI ABBIA MOLTO GRADITI.

    TED è UN SUCCESSO MONDIALE, L’ ERA GLACIALE 4 UN VERO FENOMENO (NON è CORRETTO CONFRONTARE GLI INCASSI CON QUELLI DEL TERZO EPISODIO CHE USCì A SCUOLE CHIUSE: SI AVVANTAGGIAVA DI GIORNATE FERIALI STRAORDINARIE. SENZA DIMENTICARE CHE USCì DI MERCOLEDì ANZHI CHE DI VENERDI).

  2. Sono contento che per una volta una commedia americana sta facendo così bene, sinceramente non mi sarei aspettato risultati simili per Ted.

  3. Il commento di Federico non fa una piega: Prometheus effettivamente poteva essere molto di più, ma a me Magic Mike non è dispiaciuto molto.
    L’era glaciale 4 sempre ottimo, ma i livelli fenomenali del 3° non li raggiungerà: vedremo come proseguirà la sua corsa.
    Dopo gli Usa e il resto del mondo, Ted è pronto a conquistare anche l’Italia: oggi pomeriggio lo vedrò, spero conquisti anche me.
    Mi spiace per Un sapore di ruggine e ossa: è un film che merita la visione!

  4. Il commento di federico non fa una piega ma è tutto dovuto al “fattore moda”. Prometheus è un film di fantascienza che in Italia non riscuote molto successo e non può essere paragonato al solito film di animazione, che se va male riscuote 400/500 milioni (!!!) nel mondo e 6 milioni in Italia, o a Ted, sorpresa di quest’anno ma fino ad un certo punto. Solo io ho notato che I Griffin sono ormai notissimi dappertutto e molta gente è andata a vedere Ted solo per via della scritta “Dal creatore dei Griffin” sui poster/trailer?
    Comunque sono contento del suo risultato, almeno è qualcosa di differente dal solito!

  5. I griffin sono di culto in Italia, ma va detto che secondo me ha funzionato anche il trailer piuttosto divertente (soprattutto la canzoncina anti-tuono :-D), e in generale l’idea che non sia la solita commedia americana con il comico di turno (tipo sandler, Carrell, Ferrell e via discorrendo) che da noi non si fila nessuno.
    Felice per la tenuta di Reality, vuol dire che almeno sta avendo un buon passaparola, dispiaciuto che invece Audiard non piaccia proprio al pubblico italiano: dopo Il Profeta un altro grande film come Ruggine e Ossa, con una Marion Cotillard da non perdersi…in tutti i sensi.. 😉

  6. magik mike è costato solo 7 milioni di dollari, è stato ottimo in america ma i risultati italiani sono in linea con altri paesi , in italia ha fatto il suo,come prometheus,(concordo con giovi)

    ted oggi in italia non è una sorpresa visto i risultati nel mondo, ma appena uscito nessuno si aspettava anche in america risultati simili

    ruggine e ossa penalizzato dal pubblico italiano che in genere snobba questi film

  7. L’era Glaciale 3 è uscito di venerdì, non di mercoledì, quindi il confronto come giorni ci sta tutto. Sul fatto delle scuole l’ho ripetuto in ogni articolo fatto fino ad oggi, tranne in questo, quindi è qualcosa che abbiamo sempre tenuto in considerazione. Sta andando molto bene, ma non ha il carburante del terzo (che è stato qualcosa di mostruoso): secondo me a 20 milioni non ci arriva (ho la sensazione che le famiglie stanno andando tutte, ma manca all’appello questa volta parte del pubblico di solo adulti visti i feriali discreti). Su Prometheus e Magic Mike hai ragione: il film di Ridley Scott ha perfettamente replicato quanto avvenuto nel mondo come andamento… Con Magic Mike sarei un po’ più cauto: cmq parliamo di una pellicole distribuita da Lucky Red in 300 sale, che ha iniziato con un ottimo 1.2 milioni e chiuderà a 4 milioni, con un moltiplicatore superiore a 3. secondo me è più che soddifacente…

  8. Concordo in toto con Leo sui risultati dei film che ha citato.
    In più c’è molta concorrenza in questo periodo (e ben venga direi), per cui gli incassi sono alti, ma meglio distribuiti, e “L’era glaciale 4” non gioca partita da solo (come invece accadde per il terzo), in più fare uscire tre prodotti di animazione così forti nel raggio di un mese ovviamente un pò lo penalizza (cioè non è che tutti i genitori hanno voglia di pipparsi tre, ma anche due, film così in poco tempo). 😉

  9. e’ vero, scusa. ricordavo male riguardo il giorno di uscita dell’ era glaciale 3. 😉
    forse ha influito anche il tempo: brutto lo scorso weekend, nuovamente bello questo. se il prossimo dovesse davvero arrivare l’ autunno potrebbe reggere molto bene … ma sono discorsi da profeti, privi di fondamento sscientifico eheheh.
    riguardo ted e prometheus non mettevo in dubbio i loro soddisfacenti incassi totali, facevo solo notare che come è avvenuto in altri paesi a un ottimo esordio non è seguito un passaparola entusiasmante.
    una cosa di cui poco si parla è il disastro totale del cinema italiano in questo scorcio di stagione. non si sta salvando proprio nessuno dalla disaffezione del pubblico per i titoli nazionali … la “primavera” di due anni fa è terminata, e neppure il cinema d’ autore sta replicando i risultati raggiunti pochi anni fa.
    forse i blockbuster di natale e checco zalone invertiranno la tendenza … forse …

  10. mamma mia quanto hai ragione… davvero un disastro gli italiani. tra poco arrivano Virzì, Massimiliano Bruni e altro… staremo a vedere

  11. Ted è di una volgarità inaudita!!! un pupazzo che sniffa cocaina è una cosa tristissima, siamo troppo esterofili se l’avesse fatto un italiano a quest’ora sarebbe stato massacrato da tutti invece l’ha fatto “quello dei Griffin” allora ok.

  12. Quando negli USA Ted andava benissimo tanto che lo si paragonava a Una notte da leoni mi dicevo, ma questi son pazzi come si fa a paragonare un orsacchiotto al mitico Una notte da leoni?
    Poi ieri me lo sono visto, non dico che è ai livelli di una notte da leoni, ma poco ci manca, il film ti fa morire dalle risate, io in sala stavo piangendo dal ridere xD
    poi non penso che la gente lo va a vedere perchè c’è scritto dai creatori dei griffin, c’è se lo fa per questo è proprio sce** (non so se si può scrivere :D)allora basta mettere una bella frase in un trailer e tutti lo vanno a vedere? non credo proprio
    infine basta con sti moralismi, no la cocaina nel film, il film è volgare per carità non si facciano vedere ste cose, siamo nel XXI secolo, c’è anche di peggio in giro, poi dal trailer si nota benissimo che tipo di film è, se sai che ci sono ste cose e non ti piacciono non vai a vederlo

  13. In quanto al cinema Italiano io l’ho sempre pensata così: qui ci sono due tipi film, o la commedia o il film drammatico. La prima categoria si divide principalmente in due: commedia alla “cinepanettone” ossia insulsa e volgare, o una commedia più tranquilla e simpatica. E questo è l’unico film italiano che solitamente guardo, con uno stile meno demenziale e stupido ma pur sempre esilarante come ad esempio i film di Fantozzi o di Aldo, Giovanni e Giacomo o Benvenuti al sud.
    Sui polpettoni drammatici non mi esprimo anche perché proprio non mi interessano. Ma al di là di questi film che cosa posso vedere? Niente, perché film di azione, fantascienza o altro non ce ne sono, facciamo sempre le stesse cose. Perciò l’avvicinamento e la stima verso il cinema americano/estero è una cosa logica per me, dato che lì almeno c’è grande varietà di generi. E tanti altri, che ormai si sono stancati di vedere sempre le stesse cose provenienti dall’Italia negli ultimi tempi, guardano oltre i nostri confini con interesse…

  14. @NormalNothing : ted è un film scoretto, questo il suo successo,non va paragonato al cinepanettone o altre commedie italiane volgari proprio x incapacità di creare storie,
    ma i gusti son gusti cmq

  15. Sono un po’ stufo di questa lamentela sul cinema italiano tutto uguale, perché poi quando ci sono quei rari film di genere cmq ‘quelli che si lamentano’ non li vanno a vedere. Non ce l’ho con te in particolare Giovi, faccio una considerazione generica che si fonda su una verità assiomatica: in Italia non si fanno o se ne fanno pochissimi di questi film perché il pubblico non li va a vedere, punto, non è una questione i soldi o altro. Scommettiamo che quando uscirà Tulpa oppure il thriller di Marco Risi non li andrà a vedere nessuno? Quanto agli altri film italiani, stanno andando oggettivamente male ma almeno quelli passati nei festival li stanno vendendo all’estero, più preoccupante sono le commedie finora distribuite, davvero un bagno di sangue. E se pensiamo che Medusa ha deciso di produrre quasi solo esclusivamente commedie italiane in futuro…

  16. MAGIC MIKE han tentato di lanciarlo come film ‘scandalo’. Mi vi rendete conto? Forse faran venire i brividi blu alle casalinghe disperate d’America, ma da noi ‘sta roba la fanno in televisione a ‘lavitaindiretta’. E 300 sale sono state un’esagerazione. Comunque mi pare che alla fin fine, sta accadendo – forse un pochino meno peggio – quanto si temeva. E cioè film dalla discreta potenzialità stoppati dai film in arrivo a cui devono dare sale. E’ inutile ripetersi su PROMETHEUS (tanto ormai).

  17. Oggi pomeriggio finalmente mi sono visto Ted: ragazzi, quante risate! Un perfetto mix di 3 commedie (fantasy, romantica e politicamente scorretta) che merita la visione! Non mi sorprende che poi a Seth MacFarlane abbiano offerto la conduzione della prossima notte degli Oscar: dopo un folgorante esordio cinematografico come questo! Felice che anche in Italia stia facendo faville!
    Molto contento anche per L’era glaciale 4 (anche se ai livelli del 3° non ci arriverà, almeno in Italia, come in America, mentre nel mondo potrebbe ancora batterlo).
    Dispiaciuto invece per Un sapore di ruggine e ossa: anche il giorno dopo averlo visto mi è rimasto impresso, segno che Audiard e la Cotillard hanno fatto centro (anche con me).

  18. TED e’ un buon film(non ai livelli di UNA NOTTE DA LEONI) che ha fatto benissimo in Usa,bene in Europa e lo sta facendo anche in Ita,MAGIC MIKE l’incasso italiano e’ validissimo,in Francia e Germania(mercati nettamente superiori al nostro)ha floppato di brutto EG 4 sta andando molto bene non battera’ il terzo capitolo(che godette di condizioni particolarissime fu il primo blockbuster in Ita a sdoganare il 3D – san valentino di Sangue non era un top title -) ma ai 20mln arriva e magari li passa….Prometheu se fosse uscito il 30/5 come in Francia qualche milioncino in piu’ lo faceva sicuramente idem BRAVE chiuso tra Madagascar e EG – vedrete che anche PARANORMAN avra’ incassi bassi causa sovraffollamento di prodotti animati….

  19. Bah! L’unica sensazione provata vedendo, neanche tutto, TED è stata di disagio. E io certo non sono un’anima candida. Volgarità allo stato brado. Quella chiamata la neovolgarità. Non si tratta neanche di essere scorretti – in fondo l’unica trovata di tutto il film è quella dell’orsacchiotto diventato sessuomane e cocainomane (questa gag è imperdonabile – è che è tutto sbracato ma allo stesso tempo conformista. Barometro, questo, che la dice lunga sui gusti di questo tipo di spettatori. Esattamente come un’altra schifezza che pure tanto successo ebbe anche qui: 40 ANNI VERGINE. Mi auguro vivamente che subisca un netto crollo perché non si merità tutta questa popolarità.

  20. A mio parere Una notte da Leoni è volgare… o anche Le Amiche della Sposa ha delle scene che fanno impallidire Ted. Trovo che MacFarlane, che non è proprio il primo stupido che passa ma un serio professionista (l’Academy non l’ha scelto per gli Oscar 2013 mica per dare scandalo), abbia ben dosato gli eccessi durante la pellicola, che è tutto fuorché una serie di stupide gag slegate tra loro. Il fulcro rimane sempre la storia e i rapporti tra i personaggi. Poi ognuno è variamente sensibile ai più diversi temi e capisco che possa non piacere a tutti…

  21. ah bhe ahahahah se una notte da leoni è volgare “le avventure di winnie the pooh” è raccapricciante

  22. Io credo che “Una notte da leoni” abbia la volgarità messa però nei punti giusti, per esempio se Phil dice una parolaccio o peggio e perche anche noi l’avremmo detta in quel determinato momento.

  23. Onestamente “Una notte da leoni” (mi riferisco al primo, il secondo non l’ho visto) non l’ho trovato molto volgare… qualcosa si ma è forse più stupido che altro… Certo poi dipende da persona a persona, c’è chi lascia correre e chi invece grida allo scandalo. E credo sarà lo stesso con Ted, io sono convinto che sarà molto simile ai Griffin: qualche allusione e poi scene senza senso ma divertenti.

  24. Bé insomma Leo, dobbiamo chiarire cosa intendi per volgare… A me Ted è piaciuto, ma certo non è raffinato, gag scatologiche, simil sperma ed altro…non stiamo dalle parti di Billy Wilder certamente. Il primo Una notte da leoni è roba da educande a confronto. Poi sono d’accordo che rispetto ad un cinepanettone qualsiasi c’è una cura per la storia e i personaggi che Boldi e De Sica se lo sognavano, però non facciamolo passare per un film di buon gusto, anzi se devo trovare un limite ai MacFarlane, Stone e Parker e via discorrendo, è che la loro scorrettezza politica ben calcolata nella forma comunque mai mette in discussione le solide fondamenta a stelle e strisce (anche in ted alla fine si celebra l’amore matrimoniale come in certi film di Apatow l’avere figli, etc.). Quest nuovi autori neo-volgari non sono sovversivi davvero come John Waters ad esempio.

  25. Concordo con Varrell.
    McFarlane è un furbetto che sa fare gag sconce e divertenti di pochi secondi. Un po’ come Beppe Grillo che arriva sul palco, spara quattro cazzate e non accetta dibattito. Per il resto si impantana mostruosamente pescando sempre nell’assurdo. La sua dimensione è Family Guy. Ted alla lunga e noioso e ripetitivo. Solo Giovanni Ribisi fa degnamente il suo lavoro sul personaggio. E quanto alla scorrettezza politica… avete mai sentito parlare dei Monty Python?

  26. Monty Pyton?? ma basta sarà la terza persona che me lo dice, Upper tu vivi nel passato, e come te gli altri nostalgici, non che sia sbagliato, ma comincia a dare i segni di stanca questo comportamento

  27. I Monty Python sono sempre attualissimi. Parlavano di sesso quarant’anni fa con una grinta e una pertinenza molto superiore a quella di un qualunque McFarlane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *