L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il risolutore, il commento alla nuova serie in onda su Fox

Di emanuele.r

The Finder 1x01 An Orphan Walks Into a Bar Promo 17

The Finder, colui che trova, è diventato Il risolutore. Svarioni e semplificazioni della traduzione italiana che danno una vena violenta a una serie che invece si presenta nel modo opposto: cominciato da qualche settimana su Fox, è una sorta di spin-off di Bones, i cui personaggi sono stati presentati durante la 6^ stagione e che rispetto alla serie madre varia moltissimo temi, toni, racconto.

Protagonista è Walter, ex militare ferito alla testa con la straordinaria capacità investigativa di ritrovare oggetti e persone scomparse. Assieme a lui a risolvere i casi, il fido Leo, la ribelle Willa e il vice-sceriffo Isabel: per esempio, nel pilot Chi cerca trova (An Orphan Walks into a Bar), un giovane soldato gli chiede di trovare il padre perso forse in un giro di traffici illeciti.

The Finder 1x01 An Orphan Walks Into a Bar Promo 08

A prima vista, la serie creata da Hart Hanson – creatore anche dell’originale – sembra un altro NCIS, con casi marziali e tecniche scientifiche, invece Il risolutore è un classico procedurale investigativo in cui la detection tipica si riappropria del suo ruolo contro la tecnologia (nella prima sequenza, il robotino di Walter viene fatto fuori).

Le differenze con Bones risaltano fin dai titoli di testa, in cui all’elettronica della serie madre si sostituisce il southern rock, ma si notano davvero da subito: l’ambientazione sudista, calda umida e povera invece di asettici e ultra-tecnologici laboratori, hard boiled quasi classica invece di nuove investigazioni scientifiche, humour a tratti sfacciato (la scena sulla nave con Amanda Denaris) invece dell’ironia sottile, dinamiche personali schiette e relativamente semplici invece di complicati meccanismi.

The Finder 1x01 An Orphan Walks Into a Bar Promo 01

Tutto queste differenze però non fanno fare al Risolutore lo scatto in più che porta un prodotto medio a farsi seguire per più di un paio di episodi, vuoi per i casi particolarmente scialbi o per le alchimie tra attori che non sempre funzionano. Allora la serie vale per la presenza a inizio pilot del grandissimo John Fogerty dei Creedence Clearwater Revival, che canta e recita dopo che Walter gli ritrova la chitarra, e per la prova del compianto Michael Clarke Duncan nei panni rassicuranti e granitici di Leo. Tutto il resto, si ricorda a fatica.

Seguite Il risolutore su Fox? Cosa ne pensate? Commentate l’articolo e restate su Screenweek per tutti i commenti, le recensioni, gli approfondimenti sulle vostre serie tv preferite.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Jupiter’s Legacy – Una video ci porta dietro le quinte dello scontro con Blackstar 11 Maggio 2021 - 13:00

Scopriamo il backstage del brutale scontro con Blackstar in un nuovo video di Jupiter's Legacy, serie che occupa il primo posto nella top 10 italiana di Netflix.

Prodigal Son: la serie cancellata dopo due stagioni 11 Maggio 2021 - 12:00

Prodigal Son non avrà una terza stagione. Gli ascolti non hanno premiato lo show, che si è confermato il meno apprezzato tra i drama di Fox.

The Premonition: Phil Lord e Chris Miller dirigeranno un film sui primi giorni del Covid 11 Maggio 2021 - 11:15

Dal libro di Michael Lewis, autore di Moneyball e La grande scommessa, la storia di un gruppo di persone che tentò di avvertire gli USA del pericolo Covid

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).