Condividi su

13 settembre 2012 • 09:30 • Scritto da Valentina Torlaschi

Argo – Due nuovi spot TV del film di e con Ben Affleck

Presentato con successo al Telluride Film Festival circa una settimana fa, torniamo a immergerci nella nuova prova registica dell'attore Ben Affleck mostrandovi due nuovi spot Tv di Argo.La pellicola è ambineta nel 1979 e racconta di un piano di un (vero) salvataggio davvero di un gruppo di diplomatici americani in Iran...
Post Image
0

L’accoglienza al Telluride Film Festival, come potete leggere qui, del nuovo film diretto (e interpretato) da Ben Affleck che va sotto il titolo di Argo è stata molto calorosa. In attesa di poter vedere anche noi la pellicola il prossimo mese, vi proponiamo allora due nuovi spot Tv rilasciati in rete:

Basato su una storia vera, Argo racconta di quella lotta contro il tempo che il Governo americano dovette intraprendere per salvare, nel 1979, sei diplomatici statunitensi fatti prigionieri da un gruppo di estremisti iraniani a Tehran. La pellicola segue infatti la missione di questa squadra della CIA che, per liberare i prigionieri, ebbe un’idea decisamente bizzarra: per entrare in Iran, gli agenti dovettero fingere di far parte della produzione di un film hollywoodiano di fantascienza intitolato, appunto, Argo.

Nel film Affleck veste i panni di Tony Mendez, l’agente della CIA a capo l’operazione. La storia vera che ha ispirato il film è rimasta nascosta e ignota al popolo americano per decenni. Nel cast troviamo anche Bryan Cranston, John Goodman, Kyle Chandler, Kerry Bishe e Alan Arkin.

Dopo gli interessanti Gone baby gone e The Town, Argo rappresenta la terza prova da regista dell’attore Ben Affleck. Il film uscirà nelle sale americane il 12 ottobre e in Italia l’8 novembre.

Qui la trama ufficiale:

Il 4 novembre 1979 la rivoluzione iraniana raggiunse il punto più alto con la presa da parte di un gruppo di militari dell’ambasciata Usa a Tehran. 52 americani furono presi in ostaggio. Ma, in mezzo a caos, sei uomini riuscirono a scappare e trovarono rifugio nella casa dell’ambasciatore canadese. Sapendo che era solo una questione di tempo prima che i sei venissero ritrovati e uccisi, uno specialista della CIA di nome Tony Mendez mise in piedi un piano rischioso per riuscire a farli fuggire dal paese.

Fonte: CS

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *