L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Ant-Man potrebbe non far parte della Fase Due dei cinecomic Marvel?

Di Marlen Vazzoler

Louis D'Esposito

Il test-reel di Ant-Man presentato al Comic-Con di San Diego ha ottenuto delle reazioni così positive che la co-produttrice e vice presidente esecutiva degli effetti speciali e della post-produzione agli Studi Marvel, Victoria Alonso, ha rivelato in un’intervista al sito Omelette che stanno pensando di far uscire sul web, il video, per accontentare le richieste dei fan.

“Quello che abbiamo mostrato al Comic-Con è stato un video ancora incompiuto, a cui stiamo ancora lavorando, per finirlo. E penso che dovreste vederlo, ma non so ancora dove. Sentiamo sempre quello che i fan dicono e facciamo di tutto per poter soddisfare quello che chiedono. Non so se lo pubblicheremo on-line, ma non ho motivo di pensare che non è un buon metodo. Se questo è quello che i fan vogliono”.

Si vocifera che le riprese del film dovrebbero cominciare una volta finita la realizzazione di The World’s End di Edgar Wright, ovvero l’anno prossimo ma non è ancora certo se il film riuscirà ad essere inserito all’interno della fase due dell’Universo Cinematografico Marvel. Questo dubbio è stato confermato dal co-presidente della Marvel Louis D’Esposito.

“Non ne sono sicuro, non posso dare una dichiarazione definita. Una volta che avremmo una lista degli impegni più accurata, faremo un annuncio pubblico”.

L’unica certezza riguarda il momento il test-reel. D’Esposito ha assicurato che il video sarà disponibile per i fan e che lo studio è molto contento del risultato ottenuto da Wright.

“Edgar sta solo aggiungendo il tocco finale e poi dovremmo fare ancora una volta il montaggio degli effetti visivi finali. Il processo è quasi completo. Poi decideremo quando e come verrà reso disponibile ai fan. Siamo più che soddisfatti. È un grande regista e non vediamo l’ora.
Ero lì quando ha fatto il test reel. Ora so come funziona ed è molto metodico e pianificato. In primo luogo, ha progettato il concetto, poi lo storyboard, poi ha prodotto un animatic, quindi sa esattamente quello che girerà. Ogni mattina siamo andati a trovarlo, e aveva aggiunto del nuovo materiale, che poi abbiamo guardato tutti insieme. Lui è un regista appassionato ed è contagiosa. Abbiamo solo guardato ieri e ogni volta che lo vediamo, pensiamo, ‘Wow! Non vediamo l’ora di fare questo film!”.

Considerando che Wright è al momento impegnato con le riprese di The World’s End, probabilmente non completerà il test reel prima della fine elle riprese. L’uscita del reel è inoltre un’ottima mossa pubblicitaria, in questo modo verrà creata l’attenzione sul personaggio.

Fonti Omelette, FilmJunkies.de

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Videogames News: Il Futuro di Google Stadia, I Problemi di Returnal, Xbox in Perdita 10 Maggio 2021 - 20:35

Ecco come ogni settimana la nostra rubrica riguardante tutte le più interessanti notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

Solos: Dal 25 giugno su Prime Video la serie antologica Amazon Original 10 Maggio 2021 - 20:15

In Italia arriverà il 25 giugno su Prime Video: Solos la serie antologica Amazon Original creata da David Weil, con Anne Hathaway e Helen Mirren

Grey’s Anatomy ufficialmente rinnovata per la stagione 18 10 Maggio 2021 - 20:08

La serie di Shonda Rhimes tornerà, insieme alla sua storica protagonista Ellen Pompeo

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).