L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

James Franco’s Cruising, sesso gay nei 40 minuti perduti del film di William Friedkin

Di Marlen Vazzoler

James Franco è irrefrenabile, continuano ad essere annunciati nuovi progetti a cui l’attore/regista prenderà parte, ma quello annunciato pochi giorni fa da Indiewire, è per il momento quello più interessante. Franco assieme al regista di arte omosessuale Travis Mathews ha lavorato a James Franco’s Cruising, un progetto ispirato al film Cruising di William Friedkin. Basata sul romanzo di Gerald Walker, la pellicola di Friedkin racconta di un detective della polizia (Al Pacino) che va sotto-copertura nella scena gay S&M, per investigare una serie di omicidi di persone omosessuali. La pellicola di Friedkin è stata un importante documento sulla sotto cultura rappresentata nel film, prima che scoppiasse il caso dell’AIDS a New York (1979, ndr.).

Mathews spiega che Franco voleva fare una versione aggiornata del film, ma non ha potuto ottenerne i diritti. Poi i due si sono incontrati, e nel giro di 24 ore hanno cominciato a parlare del progetto che sarà un esame delle persone che stanno cercando di dare un senso sulla figura di Franco come star, e una documentazione sul suo tentativo di produrre Cruising che re-immagina i 40 minuti perduti del film, tagliati dopo un’intensa battaglia contro la MPAA per cambiare il rating del film di Friedkin da X a R. I due uomini interpreteranno se stessi nel film, mentre Mathews si occuperà della regia e Franco della produzione.

“[Friedkin] tagliò il film a proprie spese” spiega Mathews. “Recentemente, quando si stava preparando per fare un’edizione per l’anniversario, la Warner Bros. gli ha detto che il girato è stato distrutto. È possibile che quei 40 minuti implicassero il personaggio di Pacino nella cultura gay S&M. Quello era il posto da cui siamo partiti: la versione di James Franco di quei 40 minuti perduti”.

Per scoprire cosa c’era in quel girato, Mathews ha parlato a due comparse del film

“Queste persone erano dei veri omosessuali di New York, clienti di bar come quello del film. La produzione era così preoccupata per i manifestanti [che fecero delle manifestazioni contro il film, ndr.] che raccoglieva con dei bus le comparse, e li portava dal set ad una destinazione segreta”.

La pellicola è stata girata in soli due giorni e Mathews ha già realizzato un primo taglio. Il regista spera di creare la versione finale del progetto per i primi mesi del 2013, mentre un’installazione del girato verrà proiettata in una galleria a partire dal 12 settembre.

“[Franco] voleva del vero sesso gay al suo interno. I suoi collaboratori sono andati in cerca di un regista che aveva girato del vero sesso gay, e sospetto qualcuno che potrebbe completare la sua visione. Abbiamo parlato sul perché potremmo essere ancora interessato a guardare questo film. Abbiamo parlato del suo interesse per il film e il suo interesse più in generale in tante storie a tematica gay e visionarie. Ha lavorato con così tante [persone] davanti e dietro le cineprese nel corso degli anni”.

Non è la prima volta che Franco lavora a progetti d’arte a tematica omosessuale, tra i suoi passati lavori ricordiamo il corto omoerotico The Feast of Stephen.

Fonte Indiewire

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mayans MC: direttamente dal Comic-Con, il trailer della seconda stagione 19 Luglio 2019 - 21:11

Eccoli trailer della seconda stagione di Mayans MC, lo spin-off di Sons of Anarchy.

Halloween: confermati due sequel, Halloween Kills e Halloween Ends! 19 Luglio 2019 - 20:49

In arrivo due sequel di Halloween, l’horror diretto da David Gordon Green, è ufficiale!

The Terror: Infamy, nuova featurette dalla serie Amazon 19 Luglio 2019 - 20:45

La seconda stagione della serie ci porterà nei campi di prigionia nippo-americani della Seconda Guerra Mondiale

Giochi stellari – The Last Starfighter (FantaDoc) 18 Luglio 2019 - 16:23

Congratulazioni, Starfighter! Sei stato reclutato dalla Lega Stellare per leggere questo articolo sulla storia del film, nato... come seguito spirituale de La spada nella roccia? Eh?!

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Party of Five (Cinque in famiglia) 17 Luglio 2019 - 16:19

Le mille sfighe di Party of Five, la serie nata come surrogato di Beverly Hills 90210 e trasformatasi nel "miglior show che non avete visto".

7 cose che forse non sapevate su Gigi la Trottola 16 Luglio 2019 - 15:58

Le esilaranti avventure del campionissimo sotto il metro nato perché hanno imposto al suo autore di inventarsi una storia comica sul basket. I crossover con Star Wars, l'Uomo Tigre e tutto il resto, e la storia di... Ciccio Terremoto?