L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Verranno abbassati i toni del cartone Beware the Batman dopo la strage di Aurora

Di Marlen Vazzoler

È stato deciso che verranno alterate le raffigurazioni delle armi da fuoco, definite troppo realistiche, nella prossima serie animata di Batman, Beware The Batman che andrà in onda su Cartoon Network a partire dal prossimo anno, dopo gli eventi della strage di Aurora.
Variety riporta che secondo molteplici fonti, il VP esecutive Sam Register della Warner Bros Animation ha ordinato all’inizio di questa settimana, ai produttori della serie animata, di scrutinare la raffigurazione delle armi presenti nello show. Tutto ciò ha comportato ad un non specificato numero di alterazioni che sono state apportate ad alcuni design e ad alcune situazioni, per minimizzare il numero delle armi, la cui raffigurazione è stata definita troppo realistica. Tra le modifiche, considerate per niente economiche, c’è il cambiamento della forma della canna delle pistole, da rotonda a quadrata. In questo modo le armi avranno un look più stilizzato che ricorderà il modo della fantascienza.
Secondo le fonti, Register ha deciso pro-attivamente di fare questi cambiamenti, non richiesti dalle alte sfere degli esecutive dello studio. Potremmo definire questa scelta del produttore come una forma di auto censura. Il target di Cartoon Network è molto giovane, e spesso in passato sono state apportate delle censure alle serie animate trasmesse dal canale, come nel caso di One Piece dove sono stati aggiunti dei tappi di sughero, sulle canne delle armi da fuoco, tanto per citare la più famosa. Anche se si possono comprendere le motivazioni di Register, la sua scelta rimane davvero infelice. Se gli esecutive corrono all’auto censura in un cartone animato, quali modifiche potremmo attendere nei prossimi mesi, nei film al cinema?

La serie di Beware The Batman, realizzata in CGI, aveva l’obiettivo di proporre una storia più seria, sul tono del Cavaliere oscuro, avente come nemici dei personaggi meno noti come Anarky, il professore Pig, e Mister Toad, al posto del Joker, dell’Enigmista e di Pinguino. Dovremmo aspettare la messa in onda del primo episodio per capire quanto queste decisioni influenzeranno la serie.
In autunno uscirà invece, sempre per la Warner Bros, il film animato The Dark Knight Returns, basato sull’omonima graphic novel di Frank Miller, dai toni invece molto maturi.

Fonte Variety

ScreenWeek sta seguendo l'edizione 2019 del Toronto International Film Festival. Segui QUESTO LINK per non perderti tutte le nostre recensioni in anteprima!
Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Witcher: Netflix smentisce i rumor sulla data di lancio 15 Settembre 2019 - 9:00

No, The Witcher, la serie basata sull’omonima saga fantasy di Andrzej Sapkowski, non arriverà su Netflix il 17 dicembre.

Friends – I creatori escludono sia un revival che un reboot 14 Settembre 2019 - 20:00

Marta Kauffman, David Crane e Kevin Bright i creatori di Friends escludono sia un revival che un reboot dello show e spiegano perché.

Human Lost – Trailer sottotitolato e la visual di Yusuke Kozaki 14 Settembre 2019 - 19:00

Il character designer Yusuke Kozaki crea una nuova visual di Human Lost, di cui possiamo vedere il nuovo trailer sottotitolato in inglese

La storia di Dune (FantaDoc) 12 Settembre 2019 - 16:28

Il lungo e tortuoso percorso che ha portato il Dune di David Lynch, con il suo cast pieno di stelle, a diventare un grandissimo successNO.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Lancillotto 008 11 Settembre 2019 - 12:15

Dare tutto un altro significato all'espressione "monkey business": gli scimpanzé agenti segreti di Lancillotto 008.

7 cose che forse non sapevate su George della Giungla, Superpollo e Tom Slick 10 Settembre 2019 - 16:58

"Tu parti con la liana ma poi non arrivi mai"... Ma le curiosità su George della giungla e i suoi sodali Superpollo e Tom Slick arrivano invece subito, eccole!