L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Newsroom, il commento alla nuova serie di Aaron Sorkin

Di emanuele.r

The Newsroom 1x01 We Just Decided To Promo 01

In attesa di vederlo alle prese con il biopic su Steve Jobs, il premio Oscar Aaron Sorkin (The Social Network, The West Wing) torna sul piccolo schermo con una storia completamente nelle sue corde: The Newsroom, serie drammatica di HBO che ha esordito domenica scorsa e che guarda dentro la redazione di un programma d’informazione.

Protagonista è Will McAvoy, conduttore di punte di una rete all-news che ha un po’ perso il suo guizzo perchè, con il rischio di calo degli ascolti, non si espone più, “non dà fastidio a nessuno”. Ma un giorno sbotta e potrebbe essere la fine: riuscirà la cronista d’assalto, ed ex fiamma, MacKenzie McHale a risollevarlo facendogli da produttore del suo notiziario?

The Newsroom 1x01 We Just Decided To Promo 07

Grande pilot – dal titolo We Just Decided to – scritto ovviamente dallo stesso Sorkin e diretto da Greg Mottola che sembra annunciare il remake in variante televisiva di Lou Grant, grande serie di fine anni ’70 che si svolgeva tutto in una redazione giornalistica. Se lì si svisceravano i problemi dell’America, qui invece si va (anche) più a fondo nell’essenza stessa del giornalismo, almeno nel pilot.

Più lungo di circa 15′ minuti rispetto ai classici prodotti della rete via cavo, We Just Decided to ha come obiettivo, oltre a quello classico di un primo episodio di presentare forma e personaggi a venire, quello di gettare le basi teoriche e le riflessioni della serie in sé: soprattutto, qual è il ruolo dell’informazione e dei giornalisti in tempi come i nostri, in cui la polarizzazione politica dell’America è superiore a quella della guerra civile, in cui esporre un’opinione sgradita può farti perdere spettatori e soldi.

The Newsroom 1x01 We Just Decided To Promo 08

E così, quando Will esce allo scoperto nell’incipit dicendo che l’America non è il più grande paese del mondo – di sicuro tra i più patriottici vista la reazione – la sua carriera è in bilico, lo staff lo abbandona, deve trovare un modo di tornare in sella senza rinunciare alla sua integrità. E così si passa alla radice del problema: se le opinioni sono una forza, l’unico vero motore è la notizia (in questo caso, l’incidente alla petroliera BP di 2 anni fa, al largo della Louisiana): e tutta la seconda parte dell’episodio gira tutto intorno al valore, alla sua essenza, a quando una notizia diventa tale.

Tutto centrato sul parallelo tra democrazia e giornalismo, The Newsroom è un saggio su come la tv – anche nell’era dell’immagine e degli immaginari – possa essere il tempio della parola, nell’accezione migliore del termine: Sorkin e Mottola costruiscono il racconto per lunghe scene, girano attorno ai personaggi con una regia anni ’70, dall’immagine ricca di grana e con la macchina molto mobile, e incolla lo spettatore allo schermo con la forza di dialoghi incredibili. Vedere per credere la lunga sequenza iniziale o il finale durante la diretta della trasmissione: certo, è un pilot e deve giocarsi quasi alla stregua di un film, le cartucce migliori, facendo pensare che una serie si debba spiegare su altri tipi di ritmi e raccontare anche i vuoti del giornalismo (come fa notare Chiara Lino su Serialmente).

The Newsroom 1x01 We Just Decided To Promo 02

Ma per ora il lavoro di Sorkin e soci è magistrale, teso, appassionante come il grande giornalismo sa e deve essere, concepito come una via di mezzo tra una serie drammatica dai personaggi ancora in fieri e un’inchiesta giornalistica. E che conta su un cast fantastico, esaltato dalla struttura a duetti: Jeff Daniels forse ancora deve entrare del tutto nel suo Will, ma Emily Mortimer, Sam Waterston e gli altri comprimari sono eccellenti. Le critiche piovutegli in patria sono incomprensibili.

Voi avete visto The Newsroom e cosa ne pensate? Commentate in basso e restate su Screenweek ed Episode39 per i commenti e gli approfondimenti sulle serie tv.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office: Nuovo record per Violet Evergarden, Demon Slayer è il 3° film con il maggior incasso di sempre in Giappone 24 Novembre 2020 - 18:35

Nuovo record per Violet Evergarden: The Movie che superando K-On! the Movie diventa il secondo film di maggior successo della Kyoto Animation, Demon Slayer è il 3° film con il maggior incasso di sempre in Giappone dietro a Titanic e La città incantata, ed è il film animato di maggior successo del 2020 nel mondo.

Red Notice: Ryan Reynolds ha registrato oltre 400 messaggi per ringraziare tutti i membri della troupe 24 Novembre 2020 - 18:30

Ryan Reynolds ha registrato più di 400 videomessaggio personalizzati, destinati ad ogni membro della troupe del film Netflix Red Notice.

The Ogun: Anthony Mackie protagonista e produttore dell’action Netflix 24 Novembre 2020 - 17:45

Sarà un padre in cerca della figlia rapita nel film ambientato in Nigeria

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?