( ! ) Warning: getimagesize(http://blog.screenweek.it/wp-content/uploads/2012/07/gi-joe-la-vendetta.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 497
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0001396432{main}( ).../index.php:0
20.0001397880require( '/var/www/html/wp-blog-header.php' ).../index.php:17
30.330155492952require_once( '/var/www/html/wp-includes/template-loader.php' ).../wp-blog-header.php:19
40.334255507056include( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/single.php' ).../template-loader.php:106
50.334255507056get_header( ).../single.php:10
60.334255507432locate_template( ).../general-template.php:48
70.334255507528load_template( ).../template.php:716
80.334355527120require_once( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/header.php' ).../template.php:770
90.334455527120wp_head( ).../header.php:38
100.334455527120do_action( ).../general-template.php:3015
110.334455527496WP_Hook->do_action( ).../plugin.php:470
120.334455527496WP_Hook->apply_filters( ).../class-wp-hook.php:327
130.381957046344non_amp_structured_data( ).../class-wp-hook.php:303
140.382157047952getimagesize ( ).../functions.php:497
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Jon Chu spiega il motivo del rinvio di G.I. Joe: La vendetta

Di Marlen Vazzoler

Jon Chu è al momento impegnato con G.I. Joe: la Vendetta, che sta dimensionalizzando in 3D. Il regista di Step Up 3D e Never say never, è da sempre, stato un grande fan della franchise, una passione che ha contribuito a convincere la Paramount ad assumerlo per il sequel.

“Hanno amato l’idea che ci sono cresciuto con la serie, che ho capito quello che [il film] doveva essere a questo punto, e così ho fatto un po’ di video, immagini e altre cose, che hanno poi visto. Poi siamo partiti da lì. Sinceramente non ero sicuro che avessero l’intenzione di assumermi, ci ho solamente provato, e lo abbiamo fatto. Penso che ci voglia molto coraggio da parte loro nel credere in me, ma la Paramount ha del fegato, fa delle cose folli, ma sono super intelligenti in quello che fanno”.

Il regista ha aggiunto che questo film spiegherà cosa significhi essere un eroe, prendere decisioni difficili, e molto altro.

“Ho solamente provato a fare quello che mi piace [della serie]. Ero un grande fan, e faccio solo progetti che mi appassionano e conosco, quindi ho solamente cercato di fare un film, che ho sempre voluto vedere, sui G.I. Joe e come dovrebbe essere, realizzando Snake Eyes nel modo in cui l’ho sempre immaginato nella mia testa. Quindi è sicuramente la mia versione di G.I. Joe, e spero che piacerà anche ad altre persone. Perché è basato su quello che mi ricordo sul motivo per cui i GI Joe sono diventati una parte della mia vita, quando ero giovane. [Il film] Parla di quello che significa essere un eroe, le scelte difficili, ma ci sono anche delle armi fantastiche, i veicoli e l’azione, e come un essere umano, deve fare la scelta se: essere un’eroe o semplicemente una persona normale”.

G.I. Joe: La Vendetta segna anche diverse prime volte per il regista Mr. Chu, come la prima volta che ha lavorato con star dei film del livello di The Rock e Bruce Willlis; la prima volta che ha lavorato su un film a grosso budget, e con le esplosioni.

“Ogni dettaglio di quel mondo: qual’è il colore del terreno, quale tipo di tecnologia hanno, quali pistole hanno. Sono armi vere? Sono armi che sono reali, ma che abbiamo modernizzato? Sono le interfacce che utilizzeremo nel futuro, o sono quelle che abbiamo adesso? Sono cinque anni nel futuro? Quali sono i colori che esistono in quel mondo? Tutte queste cose entrano in gioco, e non ci pensi fino a quando non inizi, ma ogni reparto ha bisogno di ottenere maggiori informazioni, è necessario inserirle nel proprio cervello. È stata duro ed estenuante, e non sempre sei sicuro che stai facendo la scelta giusta, ma ad un certo punto devi fare una scelta e fidarti del tuo istinto”.

Per quanto riguarda il rinvio dell’uscita del film, Chu spiega che nessuno ne conosce i veri motivi.

“È buffo perché nessuno sa in realtà cosa succede ancora a Channing Tatum, nel nostro film, quindi è interessante ascoltare tutte le voci su quello che pensano che accadrà o non accadrà. Ma, no, il motivo principale [del rinvio], era causato da delle discussioni che abbiamo avuto per girare il film in 3D dal momento in cui sono entrato a far parte del progetto, ma non abbiamo mai preso quella scelta perché sarebbe costato troppi soldi e avremmo dovuto spostare la nostra data.
Quindi, in principio, c’era sempre stata quella discussione. Lo studio ha deciso di non avere quella somma di denaro, così ho pensato: “Se non abbiamo intenzione di farlo bene, allora non dovremmo farlo”. Poi, circa 6 mesi fa, abbiamo potuto dimensionalizzardo, ma così dovevamo spostare la nostra data. Dobbiamo avere abbastanza tempo per farlo bene, ed ho detto: “Sì, hai ragione. Non abbiamo abbastanza tempo, e costerà molto più denaro”.
Poi, circa 5 o 6 settimane prima dell’uscita del film, il 3D comincia ad andare molto bene all’estero, e ovviamente, [lo studio] è tornato indietro un’altra volta, per dirci che questa era la nostra ultima possibilità. Potremmo farlo, ma dobbiamo spostare la data, e pensiamo che valga la pena di mettere il filmato [in 3D], perché ha un sacco di elementi 3D al suo interno. Pensiamo che valga la pena farlo ora.
Ero frustrato? Sì, perché volevo, voglio che il film esca nel modo in cui l’avevamo promesso, ma allo stesso tempo, ero “Senti, ma se facciamo questo, però, dobbiamo farlo bene. Vi prego non datemi meno tempo e non fateci uscire a settembre, perché il 3D sarà pessimo, e la gente si arrabbierà perché abbiamo esagerato”. Così, hanno deciso, “Hai ragione. Vi daremo abbastanza tempo e denaro per farlo bene, perché se abbiamo intenzione di fare questo, lo faremo”.
E così per questo, sono grato che capiscano che abbiamo bisogno di farlo bene, e ci accingiamo a fornire un grande film in 3D, con azione ninja, e ovviamente, Dwayne in 3D sarà davvero impressionante – un’esperienza diversa da qualsiasi altra, e abbiamo il tempo per farlo bene. Sapete che non ci vogliono nove mesi per fare il 3D, ma la prima slot libera era in marzo – una grande apertura – quindi dovremmo lavorarci fino a quel momento, e utilizzeremo ogni minuto per perfezionarlo”.

Mistero dunque per il destino del personaggio di Tatum nel film, morirà, sopravviverà? Nell’ultimo poster giapponese del film, vediamo tutti i protagonisti principali, Snake Eyes, Roadblock, Joe Colton, Lady Jane, Jinx, Storm Shadow e il comandante Cobra, ma di Duke, non c’è nessuna traccia.
L’uscita di G.I. Joe: Retaliation è prevista in America per il 29 marzo 2013. Per maggiori informazioni potete consultare il nostro Blog Tematico. Vi ricordiamo inoltre che qui trovate la pagina facebook italiana del film.

Fonti NMRS,LR

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.