L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Dark Knight Rises – Ecco cosa dicono le recensioni!

Di Valentina Torlaschi

Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno Christian Bale foto dal film 1

Ora che l’embargo della Warner è ormai scaduto, iniziano ad approdare in rete sempre più numerose le recensioni di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno la cui uscita nele sale americane è fissata, come praticamente tutti voi sapete, per questo fine settimana. Da una prima carrellata, anche se è ancora abbastanza presto per tirare dei giudizi definitivi, l’impressione è molto buona e in linea di massima si parla di un ottimo terzo capitolo. Certo, per molti non si riesce a raggiungere gli altissimi livelli dei primi due episodi ma si è comunque di fronte a un film che chiude con spettacolarità un intero percorso cinematografico. Al momento su Rotten Tomatoes (il più importante sito aggregatore di giudizi di pubblico e critica) sono presenti 68 recensioni e il rating di gradimento si aggira su un buon 87%. Vi riportiamo sotto le review più interessanti sia positive (molte) che negative (pochissime, tra questi Marshall Fine di Hollywood & Fine, Christy Lemire di The Associated Press e Nick Pinkerton di the Village Voice) così vi possiate fare un’idea e ingannare la lunga attesa che a cui noi spettatori italiani siamo obbligati visto che nel nostro paese Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno uscirà il 29 agosto…

Curiosità: da quel che riporta Deadline, nel sito Rotten Tomatoes che vi abbiamo segnalato sopra sono stati sospesi i commenti degli utenti sulle recensioni dei critici perché le recensioni negative era state letteralmente bombardate da insulti da parte dei fan di Nolan. In questa vicenda Deadline segnala anche un conflitto di interessi: la Warner Bros è infatti proprietaria del sito Rotten Tomatoes (attraverso il social movie site Flixster.com) e la Warner Bros, come ben si sa, è proprietaria anche di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno (insieme alla Legendary Pictures)… Il sito si trova quindi nella delicata situazione se decidere di difendere i giornalisti che hanno dato un giudizio negativo o bloccare i commenti un po’ troppo “caldi” degli utenti. Per ora si è optato per questa seconda situazione ma staremo a vedere come si evolve la situazione… E ovviamente questo episodio ha messo in allarme perché una situazione molto simile si potrebbe ripresentare con Lo Hobbit.

Ecco le recensioni di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno 

Hollywood Reporter

Il grande cinema di Hollywoodiano è qui ai suoi massimi livelli. Questo ultimo capitolo del Batman di Christopher Nolan riesce a far sembrare roba per bambini tutti gli altri cinecomic di casa Marvel. Il film presenta uno sviluppo narrativo verso una direzione che nessuno avrebbe immaginato e come insieme questo film risulta essere il migliore del trilogia per la sua coesione. Purtroppo, ma era inevitabile, manca un elemento unico come la presenza di Heath Ledger ne Il cavaliere oscuro. Il regista è comunque riuscito a rendere più credibile e realista che mai una Gotham City assediata da un gruppo di rivoluzionari armati.

The Playlist

Un grande film d’azione che riesce al contempo a prenderti le viscere e a catturarti sul piano intellettuale. Il terzo capitolo del Batman di Nolan chiude il cerchio: analizza fino in fondo sia la figura del Cavaliere oscuro sia la società che gli sta intorno e che lo ha creato. Un’analisi che però non sacrifica lo spettacolo e quei brividi travolgenti che hann decretato il successo e la celebrità della saga. Il finale è ricercato e riflessivo: c’è davvero tutto quello che il pubblico vuole. Il cinecomic di Nolan è importante perché ricorda a tutti che i supereroi non sono solo un frivolo diversivo, o un appagamento della nostra fantasia, ma un’incarnazione migliore di noi stessi – o almeno di come vorremo essere. Un trionfo cinematografico, culturale e personale, Il cavaliere oscuro – Il ritorno è emotivamente stimolante, esteticamente significativo e di fondamentale importanza per l’America.

Rolling Stone

Potente e provocatorio, The Dark Knight Rises è il “King Daddy” dell’estate cinematografica. Per quasi 3 ore, Nolan gioca e ci incanta con tutte quelle tematiche che costruito sin dal 2005 con Batman Begins e con le quali è arrivato alla perfezione assoluta nel 2008 con The Dark Knight e con Heath Ledger, Premio Oscar per la sua magistrale maschera di Joker. Questo capitolo finale consente a Bale di muoversi nel profondo dell’anima tormentata di Bruce/Batman. E Bale, come sempre dimostrata nelle sfide per i ruoli più duri, regala un’interpretazione ipnotica e che rimane impressa nella memoria.

Voto: 4,5/5

Variety

Il finale di Dark Knight Rises rivendica a gran voce la necessità di un eroismo in un mondo caduto.
Non siamo ai livelli de Il cavaliere oscuro (2008), ma questo action-drama estremamente ambizioso riesce a tenere insieme l’urgenza morale, la serietà, e quegli istinti pulp che hanno decretato il successo di questo franchise targato Warner. Una saga che rappresenta un modello di integrità in un mercato cinematografico che è sempre più orientato a storie tratte dai fumetti

Comingsoon.net

Nella prima ora di film, la trama è incredibilmente contorta in quanto cerca di amalgamare situazioni tanto numerose e tanto diverse. Passa quindi un po’ di tempo prima che si chiarisca la presenza e la motivazione di alcuni personaggi, tanto che la prima parte del film risulta un po’ frustante. Insomma, la storia non è solida come quella de Il cavaliere oscuro e i villain non sono così memorabili, ma c’è da dire che avere un regista capace di una visione è sinonimo di garanzia per una pellicola almeno tanto interessante quanto Batman Begins. Anche se qui, soprattutto all’inizio, si chiede allo spettatore un po’ più di pazienza rispetto ai capitoli precedenti.

Total Film

Uno spettacolo intelligente ed emozionante che riesce a fronteggiare le impossibili aspettative di soddisfare le immense aspettative del pubblico e del mercato. È davvero uno show quello che andrete a vedere. Grintoso, realistico e gotico, Il cavaliere oscuro – Il ritorno può far venire un groppo alla gola… e non si tratterebbe di un pop-corn andato di traverso. I suoi principali sfidanti estivi, come The Avengers, possono avere grandi battute, ma questo film ha qualcosa di unico: coinvolgimento emotivo, un genuino senso del pericolo e un approccio approfondito al dramma umano.

IGN

Il film ha qualche evidente difetto, ma Nolan scrive la parola fine al suo Batman con classe. Tra i film della trilogia, questo è il più fumettoso e anche il più epico e lungo, e quello che emoziona di più. La pellicola racchiude diverse scene d’azione emozionanti. Molte di queste prevedono l’uso del veicolo aereo The Bat, ma nessuna lascia a bocca aperta come quella del “salto del camion” ne Il cavaliere oscuro. Ci saranno comunque abbastanza risse, inseguimenti ed esplosioni da soddisfare la fame d’azione dei fan.

Hitfix

Non è detto che dopo Dark Knight Rises potremo rivedere cinecomic di questo stile. Nolan aveva qualcosa da dire e lo ha detto a modo suo, con un suo stile unico. Dubito che le reazioni a questo film potranno dar adito a divisioni anche perché sono fermamente convinto che questa pellicola è un trionfo. Una vera vittoria e uno degli sforzi più incredibili che siano mai stati realizzati per qualunque genere o argomento cinematografico. Il cavaliere oscuro – Il ritorno conferma che sin dall’inizio c’era l’idea di dare vita a un gran finale. Auguro buona fortuna a chiunque verrà assoldato dalla Warner Bros. per realizzare un reboot di Batman tra qualche anno perché ne avrà molto bisogno: Nolan ha alzato il livello più in alto di quanto si potesse immaginare.

 

Qui sotto le recensioni negative che hanno scatenato l’ira dei fan di Nolan:

Hollywood & Fine – Marshall Fine (questa recensione su Rotten Tomatoes ha scatenato più di 860 commenti!)

Dark Knight Rises è grandioso ma non grande. Il terzo capitolo è il più debole della trilogia che vede nella storia i personaggi di Bane (interpretato, con le mie condoglianze, da Tom Hardy) e quello di Catwoman (Anne Hathaway, uno dei più pochi punti di abbaglio del film). Nolan si è così tanto preocuupato e prodigato a creare un’avventura epica che ha plasmato con cura la forma “epica” ma ha trascurato l’altra componente cruciale: l’avventura.

Associated Press – Christy Lemire (questa recensione su Rotten Tomatoes ha scatenato più di 530 commenti!)

Questo è il problema quando si è un regista eccezionale e visionario: quando hai dato agli spettatori qualcosa di straordinario una volta, poi gli spettatori se lo aspettano smepre, ogni volta. E quando arriva qualcosa che è di livello inferiore a quei livelli è una grande delusione. In questo film, come regista e sceneggiatore, Nolan è spietato nel costruire quell’universo di paura, tristezza, senso di spaesamento e di futilità che è una città sull’orlo del collasso e che non vede un salvatore davanti a sé. Ci sono richiami all’11 settembre e una riflessione generale sui nostri tempi dall’identità rubata e dal collasso economico. C’è un po’ troppa roba. E troppi nuovi personaggi che dovrebbero avere una funzione ma che invece rendono sovraccarico l’universo “The Dark Knight Rises”, un universo che sente d’altro canto l’enorme mancanza di quell’elemento che aveva fatto brillare il capitolo precedente: Heath Ledger. La mancanza di Heath Ledger fa riflettere su quanto cruciale fosse stata la sua performance.

Village Voice – Nick Pinkerton

The Dark Knight Rises è un deposito poco profondo di idee, ma come lavoro sulle sensazioni è sicuramente raccomandabile. La sceneggiatura di Batman risulta incredibilmente ingombrante ed è Mr. Bane che alla fine che mette in luce il punto della questione: “Gotham è ben lontana dall’essere salvata e deve essere lasciata morire”.

L’uscita del film è prevista in America per questo venerdì 20 luglio 2012, mentre in Italia arriverà il 29 agosto. Nel cast ci sono Christian Bale (Bruce Wayne/Batman), Tom Hardy (Bane), Anne Hathaway (Selina Kyle/Catwoman), Joseph Gordon Levitt (John Blake), Morgan Freeman, Gary Oldman e Marion Cotillard.
Per maggiori informazioni su Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno potete consultare le nostre News dal Blog.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Nomadland – Uscita a rischio in Cina? 7 Marzo 2021 - 19:24

Chloe Zhao è stata al centro di una polemica di stampo nazionalista in Cina che ha portato a una censura legata al film Nomadland. La pellicola potrebbe rischiare l'uscita nelle sale cinesi

The Falcon and the Winter Soldier – Sam e Bucky sono “colleghi” nel nuovo spot 7 Marzo 2021 - 19:00

La strana coppia di The Falcon and the Winter Soldier cerca una definizione del proprio rapporto nel nuovo spot, ricco di scene inedite.t

Justice League: Flash al centro di un nuovo teaser (e poster) della Snyder Cut 7 Marzo 2021 - 18:50

Prosegue il countdown verso la Snyder Cut di Justice League, il cui vero titolo è Zack Snyder’s Justice League. Oggi è il turno di Flash.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.