Condividi su

04 giugno 2012 • 14:30 • Scritto da emanuele.r

Awake, il commento al finale di serie

Conclusa da poco e da poco chiusa, la serie NBC finisce con un episodio che porta al finale tutte le linee narrative, sia quelle poliziesche con la scoperta della cospirazione, sia quelle oniriche con le due realtà di cui finalmente sapremo qualcosa. Anche se trovare chiarezza è un'utopia.
Post Image
7

Awake 1x13 Vega Michael Cap 21

E’ arrivato al finale Awake, dopo 13 episodi. Ed è arrivata anche la sua chiusura da parte di NBC, probabilmente non solo per la carenza di ascolti, quanto anche per la sua natura di midseason auto-conclusivo. Nonostante il fatto positivo che la serie di Kyle Killen abbia una chiusura, però non possiamo sentirci soddisfatti.

In Turtles All the Way Down, il detective Britten è a un passo da scoprire cosa c’è dietro la cospirazione che ha portato alla morte la sua famiglia e creato la spartizione del mondo in due realtà: storie di droga rubata e poliziotti corrotti che lo coinvolgerà in prima persona. Ma la verità, come si suol dire, è dentro di lui.

Awake 1x13 Michael Promo 02

Scritto da Killen con Leonard Chang e Noelle Valdivia e diretto da Miguel Sapochnik, il finale si trova in quella condizione immancabile quando fai partire un racconto da un’idea bellissima e misteriosa. Che a un certo devi svelarla, o al limite decidere di non farlo, con tutto ciò che comporta in termini di odio degli spettatori e del network stesso. Gli autori scelgono di svelarlo e devono concentrare in 43 minuti una serie di salti mortali e deus ex-machina anche visivi inusuali.

Come le due realtà, quella rossa con la moglie e quella verde con la figlia (sentite anche voi echi di Fringe?), anche il racconto si divide in due rami d’interesse: da un lato il poliziesco, con Michael che sta arrivando sempre più vicino al vertice del complotto rappresentato dal suo capo, il capitano Harper, ma che si arena perché lei riesce a occultare prove e uccidere testimoni e a far incarcerare Britten quando lui cerca di ammazzarla; dall’altro quello metafisico, che messo da parte per buona parte dell’episodio, spunta quando Michael è in carcere. Parla al telefono con sé stesso ed entra in un gioco onirico lynchiano di seconda mano (c’è Vega vestito da pinguino) in cui vede la prova incriminante, torna nella realtà da poliziotta semplicemente aprendo una porta e fa arrestare Harper.

Awake 1x13 Michael Cap 15

Come se non bastasse questa apoteosi dell’escamotage, della scorciatoia, della scelta facile, Killen e soci aggravano la loro posizione nel sottofinale: alla domanda “come verranno spiegate le due realtà, la loro creazione?”, la risposta è qualcosa di simile al non rispondere. Basta che Michael si svegli, torni in cucina e veda – in una fotografia che mescola le tonalità delle due realtà – sia la moglie che il figlio. Quindi quelle due realtà sono state solo fantasie, quindi nessuno è mai morto, quindi forse mai nulla è successo? L’unico dato certo è che gli autori (non) se la sono cavato prendendo in giro lo spettatore annullando tutto o peggio, rendendo inutili tutto ciò a cui ci siamo appassionati per 3 mesi.

Un brutto passo falso, rispetto al quale anche la farsa della conclusione di Life on Mars US diventa più degna, e che fa dispiacere non solo per l’idea di una serie che non ha mai saputo dove andare e cosa dire, ma anche per il bel cast capitanato dall’ottimo Jason Isaacs e pieno di caratteristi e attori di contorno che hanno sempre dimostrato un certo talento.

Awake 1x13 Rex Hannah Cap 26

Voi cosa pensate di Awake e del suo finale? Commentate in basso e restate su Screenweek ed Episode39 per i commenti e gli aggiornamenti sulle serie tv.

Condividi su

7 commenti a “Awake, il commento al finale di serie

  1. A me è piaciuta tutta la serie. Mi ha lasciato con l’acquolina in bocca il finale. Speravo in una seconda serie che spiegasse cosa ha provocato le due realtà, ma ho capito che dovrò rassegnarmi.
    Una domanda: ma se sono passati sei mesi dall’incidente, la ragazza di Rex, Emma, non sarebbe dovuta essere almeno al sesto mese di gravidanza? E la pancia, dov’era? Mistero!

  2. Potevano concluderla meglio di è “stato solo un sogno”. Potevano far si che lui era l’unico in coma dopo l’incidente e che si stava svegliando da un sogno elaborato durante il coma. Un sogno cosi complesso nell’arco di una notte è poco realistica come realta.
    E ci potevano mettere anche che il sogno era una rielaborazione mentale di indizi che portavano alla soluzione del caso del sogno. Quindi la Harper e compagnia tutti in galera.

  3. Anche a mio parere il finale è parecchio deludente cioè buono per la trama poliziesca con la risoluzione del caso dell’incidente con l’accusa al capitano ecc. però riguardo il caso psicologico di Michael francamente si esce con una banalità assoluta e inspiegabile, una delusione totale…mi aspettavo come detto da Fabio un colpo più a sorpresa come dice lui cioè che alla fine era lui l’unico in coma e a rischio e che tutto quello che vedeva nelle due realtà era nel suo subconscio mentre è in coma per capire come sono andate le cose e nel dubbio di poter aver perduto uno dei due nell’incidente(cosa che lui essendo in coma non può sapere…) si potrebbe anche ipotizzare visto il modo un po’ strano in cui arriva a questa vera(?) realtà che volessero aprire una terza realtà per la seconda serie che però non necessariamente sarebbe stata la “vera”realtà ma questo non si saprà mai e a questo punto diciamo pure che un’idea intrigante e anche ben portata avanti è stata conclusa in maniera abbastanza orrenda, peccato…

  4. gli autori hanno scritto una chiusura che lascia immaginare molte cose, e permette al pubblico di farsi una propria ipotesi su quale sia il mondo reale e quale no. Nonostante la chiusura anticipata dare un finale del genere è un pregio, ho visto finali ben peggiori attaccati con lo sputo.
    Oh genio di screenweek

  5. Di sicuro non è reale il mondo con Vega vestito da pinguino nè quello dove la psichiatra si interrompe a parlare…casomai sembra che lui semplicemente si sia svegliato e abbia ricominciato la propria vita regolare(spero non sia questo il vero finale perchè è proprio una cacata…) se vogliamo vederci un futuro(che non ci sarà) poteva essere un terzo sogno dove li ha entrambi…ripeto molto meglio se finivano con lui che si risveglia dal coma e moglie e figlio che lo accolgono al ritorno in vita o uno dei due o nessun dei due tutti e due morti come vi pare. Comunque qui c’è il commento dell’ideatore leggetevelo 😉 http://www.televisionando.it/articolo/awake-kyle-killen-spiega-il-finale-spoiler-e-dice-lo-show-su-un-altro-canale-no/75333/ Secondo me visto che la seconda serie come dice qui non si farà mai un po’ di chiarezza in più non guastava poi ognuno la pensi come vuole per me hanno rovinato una buona idea narrativa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *