( ! ) Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2012/3/16/the-avengers-teaser-character-poster-orizzontale-usa-1_mid.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 497
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000396496{main}( ).../index.php:0
20.0001397944require( '/var/www/html/wp-blog-header.php' ).../index.php:17
30.395655472904require_once( '/var/www/html/wp-includes/template-loader.php' ).../wp-blog-header.php:19
40.399655488144include( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/single.php' ).../template-loader.php:106
50.399655488144get_header( ).../single.php:10
60.399655488520locate_template( ).../general-template.php:48
70.399655488616load_template( ).../template.php:716
80.399755508208require_once( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/header.php' ).../template.php:770
90.399855508208wp_head( ).../header.php:38
100.399855508208do_action( ).../general-template.php:3015
110.399855508584WP_Hook->do_action( ).../plugin.php:470
120.399855508584WP_Hook->apply_filters( ).../class-wp-hook.php:327
130.450757053320non_amp_structured_data( ).../class-wp-hook.php:303
140.450857055376getimagesize ( ).../functions.php:497
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Avengers verso i 205 milioni con i dati definitivi, Hunger Games uscirà in Cina

Di Leotruman

 

The Avengers Teaser Character Poster Orizzontale USA 1

Gli appassionati di boxoffice sono ancora sconvolti dall’esordio di The Avengers negli Stati Uniti. La prima stima parlava di 200.3 milioni di dollari, addirittura superiore di 30 milioni al precedente record stabilito da Harry Potter 8.

Il dato definito arriverà solo in serata, ma Nikki Finke su Deadline conferma che le previsioni dovranno essere ritoccate ancora una volta al rialzo. Studios rivali parlano infatti di ben 205 milioni di dollari in tre giorni, un dato che fa rimanere senza fiato: mai un record è stato ritoccato così pesantemente.

Il tutto cade nel decennale dell’uscita di Spider-Man, che nel 2002 fu la prima pellicola del boxoffice americano a superare la soglia dei 100 milioni di dollari. Dopo 10 anni è The Avengers ad infrangere un nuovo muro, quello dei 200 milioni, che pur considerando inflazione e sovrapprezzo 3D rimane il più elevato di sempre.

Inizia ad arrivare anche qualche nuovo dettaglio e curiosità:

– il 52% del pubblico ha scelto il 3D, il 40% il 2D, l’8% l’IMAX e il 4% “premium large format” (credo corrisponda al nostro iSense o simile)

– la pellicola è ufficialmente un four-quadrant movie: ha interessato egualmente giovani (50% sotto i 25 anni) e non (50%sopra i 25), 60% del pubblico è costituito da maschi e il 40% da femmine. Molte le coppie (55%) e le famiglie (24%)

– nei cinema IMAX americani ha incassato più di 15 milioni di dollari in 275 schermi. Si giocherà al fotofinish il record con Harry Potter. Nel mondo ha già raccolto 31.2 milioni in questo formato (1.1 milione solamente in Cina in un giorno!)

– in Cina e Russia il kolossal ha esordito questo weekend e brillato per incredibili incassi. I dati sono ancora parziali, ma in Cina ha incassato 17.4 milioni solamente sabato e in Russia 17.9 milioni solo venerdì! Ci si aspetta incassi dell’intero weekend da urlo.

Disney è la prima volta che distribuisce un cinecomic Marvel. Dopo aver acquisito i Marvel Studios due anni fa, ha dovuto verso alla Paramount (che aveva distribuito in passato tutti i comic da Iron Man in poi) ben 115 milioni di dollari per poter distribuire Avengers e il prossimo Iron Man. La Paramount ha motivo di festeggiare anche i record di The Avengers: riceverà l‘8% dei ricavi del film! (il 9% per Iron Man 3).

– Sono tantissimi i nuovi record stabiliti. Li elencheremo tutti quando saranno arrivati i dati definitivi, ma i più impressionanti rimangono quelli del sabato (69.7 milioni) e della domenica (55 milioni), che hanno superato di 12-18 milioni i precedenti.

– L’incasso complessivo del weekend americano dovrebbe superare i 250 milioni di dollari. Potrebbe superare il weekend di Harry Potter (251 milioni), Il Cavaliere Oscuro (253 milioni), ma il record rimarrà quello del Natale 2009 con quasi 260 milioni (Avatar + Sherlock Holmes + Alvin)

Tornate a trovarci in serata per gli incassi definitivi di The Avengers e per scoprire quali record ha infranto.

The Hunger Games Banner Orizzontale USA 01

Parlando sempre di boxoffice mondiale, è stato annunciato che Hunger Games ha ottenuto il difficile via libera per essere proiettato nei cinema cinesi a partire dalla prima metà di giugno. È il primo film della Lionsgate ad essere distribuito nel importante e sempre più essenziale mercato cinese, ed il primo kolossal americano a godere del nuovo accordo di ripartizione dei ricavi stipulato con il governo cinese: i distributori occidentali ora possono raccogliere fino al 25% dei ricavi dagli incassi nei cinema del paese.

Grazie agli, incassi di Cina e anche Giappone, il kolossal (che ha attirato pochi spettatori italiani nel weekend) dovrebbe superare i 700 milioni a fine corsa, ma non si può escludere che raggiunga la soglia dei 750 milioni di dollari. Ne è costati 85.

Cliccate MI PIACE sulla nostra pagina Facebook: troverete aggiornamenti costanti sugli incassi nei prossimi, come sempre anche nella nostra sezione dedicata al Boxoffice e sulla bacheca della nostra Box Office Cup!

Fonte dei dati: Deadline, CS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.