L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Terapia d’urto, commento alla nuova serie FoxLife

Di emanuele.r

Tantissimi dottori riempiono gli schermi televisivi, spesso con successo. Pochi gli psicologi e psichiatri. All’infuori del bellissimo In Treatment di HBO (serie comunque del tutto peculiare come modalità produttive e di trasmissione), è raro vedere uno strizzacervelli al centro di una serie televisiva. Tra questi pochi casi c’è Terapia d’urto (in originale, Necessary Roughness), la nuova serie del lunedì sera di FoxLife, creata dal duo Elizabeth Kruger e Craig Shapiro e interpretata da Callie Thorne (Rescue Me) al primo ruolo da protagonista e subito nominata al Golden Globe.

La serie racconta le storie della dottoressa Dani Santino, terapeuta sui generis esperta di ipno-terapia, che dopo il divorzio dal marito si riprende la sua vita con un vice-allenatore di football. Il quale la introduce nella sua squadra, nella quale il giocatore di punta ha dei problemi che gli impediscono di giocare al meglio. Riuscirà la dottoressa a “curare” il miliardario paziente?

Questa la trama del pilot (Quando il gioco si fa duro) di 90′ e la cura del giocatore farà da filo conduttore ai 13 episodi della prima stagione (la rete via cavo USA farà partire la a giugno) nei quali la dottoressa curerà sportivi e personaggi contigui nel tentativi di svelare un mondo lussuoso, ma non per questo meno problematica. Il tutto sotto forma di un drama molto leggero, dalle non poche inflessioni ironiche e dalle costanti venature sentimentali.

Quello che dovrebbe essere il principio generatore della serie è nella scoperta dei problemi psicologici, spesso incomprensibili alle persone comuni, dei divi dello sport e della scoperta del mondo che gira attorno a loro, frivolo certo, ma foriero di lati oscuri e difficoltà inaspettate. E proprio per questo la serie si configura come un un classico “procedurale” a sfondo psichiatrico, in cui i metodi della dottoressa Santino indagano il mondo del football, della NASCAR, del golf, delle news eccetera.

Quello che però rimane evidente agli occhi dello spettatore sia come in realtà la serie navighi più facilmente nello show a tinte rosa pronto per le 40enni, con le storie di tradimento, divorzio e rimorchio che dalla comicità di Cougar Town pare spostarsi di più alle spente commedie hollywoodiane con protagoniste dive un po’ attempate (ci perdonino Uma Thurman o Michelle Pfeiffer): le dinamiche sono sempre quelle, e passano ovviamente per il belloccio palestrato con circa 10 anni di meno, i ritmi e i toni non cambiano da quelle di un normalissimo prodotto mainstream, con solo meno lacrime delle serie di Shonda Rhimes.

Una serie semplice semplice, dotata anche di una sua efficacia di scrittura, ma che pare non avere altro interesse se non quello del suo contesto: peccato che la regia e gli autori non cerchino mai di andare fino in fondo, si accontentano della brava Thorne e di qualche buffo scambio di battute. Ma di vero interesse si fa fatica a parlare.

Voi seguite o avete visto Terapia d’urto? Che cosa ne pensate? Commentate l’articolo e restate su Screenweek ed Episode39 per tutti i commenti sulle serie del momento.

 


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Walking Dead: svelati i titoli dei primi otto episodi della stagione 11 25 Giugno 2021 - 15:15

Il 22 agosto su AMC negli Stati Uniti debutterà l’undicesima (e ultima) stagione di The Walking Dead.

Bob Odenkirk da avvocato a “nessuno”, storia di un successo 25 Giugno 2021 - 14:30

Bob Odenkirk si è lanciato nel cinema d'azione con Io sono nessuno, ma la sua carriera ha radici ben diverse: ripercorriamola insieme!

Danny Glover, Samuel L. Jackson, Elaine May e Liv Ullmann premiati con l’Oscar alla Carriera 25 Giugno 2021 - 13:45

Danny Glover, Samuel L. Jackson, Elaine May e Liv Ullmann riceveranno l’Oscar alla Carriera durante la dodicesima edizione dei Governor Awards, prevista per il 15 gennaio 2022.

Shang-Chi e il ritorno di quella vecchia sagoma di Abominio 25 Giugno 2021 - 12:13

Ancora tu? Ma non dovevamo non menarci più? La storia di Abominio, alla Marvel e nell'MCU.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.