Condividi su

16 maggio 2012 • 17:28 • Scritto da Marlen Vazzoler

Scott Z. Burns scriverà il sequel di L’alba del pianeta delle scimmie

Continuano le avventure della scimmia Caesar, a capo di una piccola armata composta da scimmie e gorilla, in una lotta contro l'umanità, in procinto di essere eliminata dalla faccia della terra. Scott Z. Burns sostituisce gli scrittori Amanda Silver e Rick Jaffa nella stesura del seguito che avrà nuovamente come protagonista Andy Serkis, e alla regia Rupert Wyatt...
Post Image
3

rise-of-the-planet-of-the-apes

Lo sceneggiatore Scott Z. Burns, autore dello script di The Bourne Ultimatum – Il ritorno dello sciacallo e delle sceneggiature di tre pellicole dirette da Steven Soderbergh: The Informant!, Contagion e The Bitter Pill, è stato assunto dalla Fox per scrivere il sequel del film, L’alba del pianeta delle scimmie, il prequel della nota franchise interpretata da Charlton Hestone.

Burns sostituisce gli scrittori Amanda Silver e Rick Jaffa, autori della sceneggiatura del primo film e, della prima stesura del seguito. Nel precedente capitolo eravamo rimasti con l’acquisizione delle scimmie di un’intelligenza umana e dopo una battaglia per liberare i loro simili, i primati guidati da Caesar, si sono rifugiati tra i boschi della baia di San Francisco. Nel frattempo il virus creato da Will (James Franco) per curare l’Alzheimer, in realtà fatale per gli esseri umani, ha infettato il signor Hunsiker (Hewlett), il vicino di Will e pilota di linea, che contribuirà a diffondere l’epidemia a livello mondiale.

Il sequel molto probabilmente dovrà affrontare il collasso della società umana a causa del virus, Burns si troverà in acque già navigate e potrà creare qualcosa con un tono simile a quello usato in Contagion.
Confermate le presenze di Andy Serkis che utilizzerà un’altra volta la motion capture per interpretare Caesar, e del regista Rupert Wyatt. Non è stato ancora annunciato se James Franco tornerà o meno nel panni di Will, l’attore/regista è al momento oberato di lavoro, e senza una opzione sul contratto il personaggio potrebbe sparire dalla franchise.

Fonte THR

Condividi su

3 commenti a “Scott Z. Burns scriverà il sequel di L’alba del pianeta delle scimmie

  1. Nel primo film è stato fatto davvero un gran bel lavoro, effetti speciali spettacolari con una trama coinvolgente ed emozionante. E poi c’è quel Cesare che, grazie al lavoro di un super A.Serkis e della WETA, è il protagonista assoluto del film/saga nonché il miglior personaggio digitale mai creato. Nel prequel ho trovato un solo difetto importante, ovvero che non c’era nessun collegamento tra la rivolta delle scimmie e gli scenari desolati del mitico film originale. Speriamo che in questo seguito verrà svelato tutto!

  2. Beh, tra questo e il film con Heston passa quanto? 200 anni? Ci può stare. Carino il fatto che venga citato il lancio dell’astronave che appunto porta i tre astronauti del film originale.

  3. @Dragaan
    Non intendevo dire che il prequel è legato male con l’originale, anzi ci sono molti riferimenti come quello che hai giustamente citato tu. Ma se ben ricordi nell’originale sembrava proprio che ci fosse stata una guerra atomica, infatti secondo me manca proprio questo collegamento nel prequel. Evidentemente hanno lasciato qualcosa in sospeso per un eventuale secondo film se “L’Alba del pianeta delle scimmie” fosse stato un successo, e a guardare gli incassi e i giudizi della critica/pubblico (me compreso) è stato un gran bel film nonché un prequel azzeccatissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *