L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Disney stacca la spina a The Order of the Seven per problemi di budget!

Di Marlen Vazzoler

saoirse-ronan

Il personaggio di Biancaneve è un sempreverde, basta pensare al discreto successo ottenuto dal film di Biancaneve, diretto da Tarsem Singh, che ha incassato in tutto il mondo 159 milioni di dollari, il buzz che circonda la pellicola di Rupert Sanders, Biancaneve e il cacciatore, e il successo ottenuto dalla serie televisiva Once Upon a Time.

Questo amore verso il personaggio, nato dalle penne dei fratelli Grimm, non ha impedito alla Disney di staccare la spina definitamente ad un terzo progetto live action, The Order of the Seven, per il quale era stata scelta come protagonista Saoirse Ronan e diretto da Michael Gracey, al suo esordio cinematografico. In questa versione sceneggiata da Mark Fergus e Hawk Ostby, la storia è ambientata nella Hong Kong del diciannovesimo secolo e racconta di una giovane, Olivia Siclair, in fuga dalla perfida matrigna. Olivia chiede rifugio presso un gruppo di sette uomini, appartenenti ad un vecchio ordine che ha il compito di combattere i demoni e i draghi.

Nonostante il film dovesse ancora ricevere il greenlight, era stato previsto l’inizio delle riprese per questo autunno, a Londra. Ma cosa ha spinto lo studio ha interrompere il progetto, dopo una lunga fase di sviluppo? Secondo delle fonti di THR, la scelta è dipesa in larga parte dall’insuccesso al botteghino di John Carter che, secondo delle previsioni realizzate dalla Disney, ha causato una perdita di 200 milioni allo studio, coperta successivamente dagli incassi di The Avengers.
Secondo le fonti di THR, il crescente aumento del budget di The Order of the Seven, Deadline riporta che si aggira sui 150 milioni di dollari, e la presenza di un regista alla sua opera prima, hanno dato vita a delle incertezze ed hanno spinto la Disney a scrutinare i budget dei suoi tentpole. Non è la prima volta che lo studio blocca un film per problemi di budget, l’ultimo caso riguarda The Lone Ranger di Gore Verbinski, inizialmente fermato a tempo indeterminato. Dopo una serie di tagli e di rimaneggiamenti, il film ha riottenuto il via libera.

Lo studio si trova al momento ancora senza un capo, non è stato ancora nominato il sostituto di Rich Ross, licenziatosi dopo il fallimento di Carter. C’è da notare che sia The Lone Ranger che John Carter che The Order of the Seven, sono tutti dei progetti che hanno avuto ricevuto il benestare di Ross. È quindi comprensibile una certa cauzione da parte dello studio, verso quest’ultimo tentpole, considerati i problemi che hanno circodato gli altri due film.

Fonte THR, Deadline


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Italia: OLD si aggiudica anche il sabato 25 Luglio 2021 - 8:29

Old di M. Night Shyamalan continua a dimostrarsi il favorito del pubblico italiano. In seconda posizione troviamo Black Widow, seguito da I Croods 2 - Una Nuova Era.

Lucifer: svelata la data di debutto della sesta (e ultima) stagione 25 Luglio 2021 - 8:23

La sesta (e ultima) stagione di Lucifer è stata presentata durante il Comic-Con@Home. I nuovi episodi arriveranno su Netflix il 10 settembre.

The Walking Dead: ecco il trailer della Stagione 11 25 Luglio 2021 - 0:46

In occasione del Comic-Con@Home, è stato diffuso il trailer dell’undicesima (e ultima) stagione di The Walking Dead.

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.