Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2012/05/hbo-girls-backlash.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Girls, il commento alla serie al femminile HBO

Girls, il commento alla serie al femminile HBO

Di emanuele.r

Quando è apparso il progetto tutti abbiamo pensato al nuovo Sex & the City, magari con 10/15 anni in meno. Invece Girls, la nuova dramedy HBO in onda da qualche settimana, ne è abbastanza lontano e in una sequenza ci tiene a specificarlo e a rivendicare il talento di Lena Dunham 25 enne che scrive, dirige e interpreta il prodotto.

La trama vede la protagonista Hannah in grossi guai: dopo due anni di stage gratuito i genitori si sono stancati di mantenerla. Come proseguire? Attorno a lei le amiche e coinquiline: Jessa, Shoshanna e Marnie, ognuna con le proprie disfunzionalità.

Creato e prodotto da Dunham assieme a Judd Apatow – che evidentemente dà il meglio di sé, come dimostra anche Freaks and Geeks -, lo show mescola la vena mumblecore della protagonista, un approccio fatto di atmosfere umili e lunatiche, di dialoghi buffi e intelligenti mescolati però a un tono dimesso che colpisce.

Molto meglio di 2 Broke Girls, la serie HBO riesce a raccontare il vero sguardo giovanile della crisi economica che va molto al di là di un generico “non c’è lavoro”, “non ci sono soldi”, ma punta direttamente il dito sulle conseguenze di un periodo recessivo – e di chi ne giova come le aziende truffaldine – fatto di lavori non retribuiti, flessibilità che si trasforma in sfruttamento e precarietà, disincanto e spaesamento umano prima che professionale.

Ed è interessante il modo in cui, senza sociologismi semplici, Girls riesce a raccontare le risultanze umane, sentimentali o amichevoli, del disastro globale, come se in un’economia di mercato anche i rapporti personali subissero le oscillazioni delle borse, della finanza.

Ed è per questo approccio problematico e per il tono sincero del racconto che la serie si distanzia nettamente dal glamour romantico di Sex & the City, preso in giro in un lungo dialogo che al suo centro il poster della serie: ne esce totale vincitrice proprio Dunham, quasi compiaciuta (e coraggiosa) nel mettersi in mostra e commiserarsi, capace però di circondarsi di tre comprimarie irresistibili come Zosia Mamet, fascinose come Jemima Kirke o bellissime come Allison Williams. In poche parole, una delle migliori novità del midseason.

Voi state seguendo Girls? Cosa ne pensate? Commentate più in basso questo articolo e restate su Screenweek ed Episode39 per non perdere tutti gli aggiornamenti e i commenti sulle serie tv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Kevin Smith contro la cancellazione di Batgirl 8 Agosto 2022 - 20:30

Kevin Smith ha parlato della cancellazione di Batgirl nel corso del suo podcast, dimostrandosi particolarmente contrario a questa decisione.

Il Signore degli Anelli: Peter Jackson ha considerato l’ipnosi per vedere la trilogia da fan 8 Agosto 2022 - 19:45

Peter Jackson ha sempre avuto un sogno: poter vedere i suoi film con gli occhi del fan. Ed è arrivato a considerare l'ipnosi per farlo

Lars von Trier ha il morbo di Parkinson 8 Agosto 2022 - 19:44

Il regista lo ha annunciato tramite un comunicato diffuso dalla sua casa di produzione Zentropa. I lavori su The Kingdom Exodus proseguono

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.