L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Avengers – La recensione #2 [SPOILER]

Di laura.c

Quello di The Avengers è stato vissuto e costruito dai Marvel Studios come un vero e proprio avvento. Ci sono state tutte le tappe, scandite dalla comparsa sul grande schermo di Iron Man, Hulk, Thor e infine Captain America, fino a delineare il quadro completo di quello che sicuramente si configura come uno dei film più attesi nell’intera cinematografia dei Cinecomics. Esperimento già ben rodato sulla carta stampata, il crossover sembrava però più complicato da realizzarsi sul grande schermo: c’era da scegliere l’avventura dei Vendicatori cui ispirarsi e da mettere insieme un cast non appiattito sull’ingombrante presenza del carismatico Robert Downey Jr., in modo che il film non finisse col diventare “essenzialmente un Iron Man 3”, come suggerisce l’esilarante e ormai celebre parodia del trailer su YouTube. Senza contare infine il trambusto societario che ha portato la Marvel, e quindi anche i suoi Studios, sotto l’ala Disney e non più Paramount.

Ora che finalmente è stato svelato, si può dire che The Avengers abbia saputo dare una risposta potente a tutte queste potenziali criticità, confermandosi un film non solo pieno di ottimi effetti speciali, ma anche con una struttura in cui tutti personaggi sono in grado di interagire in maniera brillante mettendo al contempo in risalto le proprie potenzialità. Vi abbiamo già proposto una recensione spoiler-free, qui invece intendiamo entrare un po’ più nel dettaglio rispetto ad alcuni particolari della trama. Non troverete invece commenti riguardo all’attinenza o meno con i fumetti Marvel.

Come ormai saprete, il film prende le mosse dal desiderio di vendetta di Loki, che per sfidare il fratellastro Thor decide di attaccare la Terra con l’aiuto del popolo alieno dei Chitauri e del potere del Tesseract. Ciò che magari non ci si aspetta, anche grazie agli indizi svianti intelligentemente disseminati nel materiale promozionale degli scorsi mesi, è che la formazione del gruppo degli Avengers non costituisce la premessa o l’incipit del film, ma il suo cuore pulsante. Tra l’altro [sta per arrivare un super spoiler, chi non vuole sapere, salti al paragrafo successivo] per rendere ancora più movimentata la difficile nascita dei Vendicatori, Occhio di Falco passa subito nelle fila dei cattivi, il che forse toglie un po’ di spazio al personaggio ma ha il vantaggio di descriverne, senza tante parole, non solo la sua maestria ma anche il rapporto con Vedova Nera.

Tornando al team, l’idea che colpisce nel segno è quella di usare l’interazione tra supereroi per evidenziarne i limiti e rendere più divertente l’aurea mitica che li circonda. Se, ad esempio, Captain America esagera con la retorica libertaria e pomposa tutta stelle e strisce, ecco che a smussarla arriva la verve di Tony Stark (magari con schitarrata di AC/DC ), che ovviamente ne ha per tutti: divinità, mostri verdi e soldati scongelati del secondo conflitto mondiale. Iron Man rimane in effetti l’istrione del gruppo, ma almeno attraverso il continuo rimbalzo di ironia e di azione dall’uno all’altro supereroe, nessuno finisce per rimanere escluso dal sottile gioco che definisce la psicologia e la complessità dei personaggi. Anche la Vedova Nera, pur non essendo dotata di superpoteri, trova più di un momento di gloria anche grazie al confronto, tutto mentale, con il perfido e tramante Loki.

Un altro pregio del film, è quello di alternare con un timing perfetto azione, riflessione e momenti comici, non mollando mai la presa sullo spettatore. Anzi, tutto si sussegue così perfettamente a cronometro, che ogni tanto il meccanismo sembra fin troppo studiato e preordinato. Ma con la difficoltà di tenere insieme tanti personaggi, tante micro-storie e tante esigenze diverse, una “sceneggiatura a orologeria” sembra una soluzione quasi inevitabile. Il risultato è che The Avengers funziona talmente alla perfezione che ai super-esigenti potrà dare l’impressione di un giocattolino telecomandato nelle sapienti mani di Joss Whedon e dei Marvel Studios. Altro neo, è la probabile difficoltà a entrare nella storia che incontrerà chi si è perso i film precedenti o comunque non ha già uno spiccato interesse nei confronti dei Vendicatori. Non si tratta, insomma, di un film autosufficiente rispetto alla mitologia pregressa che circonda i protagonisti, com’è ad esempio The Dark Night. Ciò non toglie che The Avengers sia un mastodontico, travolgente Cinecomic curato in tutti i dettagli, nonché un esperimento assolutamente riuscito di crossover, e siamo abbastanza certi che questo basterà a renderlo un successo clamoroso, molto apprezzato dal pubblico.

Non ci rimane che svelarvi la scena “bonus” nei titoli di coda: smettete di leggere se non volete rovinarvi la sorpresa. Si tratta di un brevissimo salto nello spazio, in cui viene rivelato il prossimo Cattivo da combattere. Qualche tempo fa si parlava di una sua possibile comparsa quale secondo villain di The Avengers, e invece si tratta di un nemico ancora tutto da scoprire. Il suo nome è Thanos di Titano, e considerando che nei fumetti si tratta di un personaggio in grado di manipolare la realtà, probabilmente ne vedremo ancora delle belle.

The Avengers, farà il suo ingresso nelle sale italiane il 25 aprile 2012 e sarà distribuito dalla The Walt Disney Company Italia. Qui trovate il sito italiano del film. Vi ricordiamo che per maggiori informazioni potete consultare il canale Youtube Marvel Italy o il nostro Blog Tematico.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wonder Woman 1984 – Diana al salvataggio nel nuovo spot giapponese 29 Novembre 2020 - 17:00

Diana salva dei bambini nel nuovo spot giapponese di Wonder Woman 1984, in arrivo nelle sale italiane il 28 gennaio 2021

Pedro Pascal condivide un poster grafico con Ahsoka Tano 29 Novembre 2020 - 16:00

Pedro Pascal ha condiviso il poster di Butcher Billy dedicato ad Ahsoka Tano, che ha debuttato in live-action nel quinto episodio di The Mandalorian 2, con il volto di Rosario Dawson.

Michelle Yeoh elogia i Marvel Studios per Shang-Chi: “Finalmente abbiamo il nostro supereroe” 29 Novembre 2020 - 15:00

Michelle Yeoh è lieta che Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings avrà il primo protagonista asiatico del Marvel Cinematic Universe.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.