L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Avengers – Incontro con il cast a Roma!

Di laura.c

È tra i Cinecomics più attesi dell’anno e non solo: forse uno dei maggiori eventi cinematografici legati ai fumetti, in particolare quelli di casa Marvel. Vi abbiamo già proposto la recensione in anteprima, che trovate a questo link. E oggi i Vendicatori sono giunti anche a Roma: Vedova Nera, Scarlett Johansson, Hulk, Mark Ruffalo, Thor, Chris Hemsworth, e Loki, il villain del film, Tom Hiddleston, sono arrivati in Italia per presentare The Avengers, nelle nostre sale a partire dal 25 aprile. Li abbiamo incontrati per voi prima del red carpet, atteso tra poco in una delle piazze più suggestive della Capitale.

 

Per Scarlett Johansson, non è la prima volta nei panni della glaciale e affascinante spia russa Natasha Romanoff:

“La prima volta che mi sono avvicinata al personaggio è stata in Iron Man 2, e quello che mi affascinava era soprattutto la possibilità di lavorare con un regista come Jon Favreau e con Robert Downey Jr., più ovviamente il fatto di aver molto apprezzato il precedente capitolo della saga. Per questo sono grata a Jon di avermi scelto come supereroina, un ruolo insolito per me, e soprattutto che i fan mi abbiano accettato come interprete della Vedova Nera, permettendomi di essere nel progetto successivo della Marvel e cioè gli Avengers”.

E anche se si tratta di un film dalle dimensioni di un kolossal, per l’attrice non ci sono molto differenze rispetto ad altri suoi lavori precedenti:

“Non sono esperienze radicalmente diverse. Per un interprete, l’unica differenza rispetto al budget può essere la qualità del catering. Se un film attinge a più risorse non vuol dire che non sia una sfida dal punto di vista attoriale o che non abbia uno spessore drammatico. Tra l’altro nelle scene in cui eravamo tutti insieme sembrava proprio un film indipendente, quindi non trovo sia stato così diverso per me”.

Di certo, diversa è stata la preparazione atletica:

“Abbiamo fatto molti stunt da soli e dunque abbiamo passato molto tempo ad allenarci in queste palestre, dove c’erano armi e arnesi stranissimi. In effetti gli stunt sono diventati un po’ la nostra famiglia, li vedevamo più di chiunque altro. Però era l’unico modo per il regista, Joss Whedon, di poter riprendere i nostri volti anche durante le scene d’azione. E francamente anche a me piace più così”.

Nonostante il suo entusiasmo rispetto al film, Scarlett Johansson confessa però di essersi avvicinata da poco al mondo dei comics:

“Devo dire che da piccola non mi appassionavano, in particolare quelli sui supereroi. In compenso leggevo molti libri. Però scelgo sempre dei progetti che possano costituire una sfida per me, e di fronte ai quali provo un po’ di terrore. Non è sempre stato così, anche perché erano diverse le parti che mi venivano offerte quando ero più giovane. Ho interpretato molti personaggi ingenui, così come molti impegnati in un percorso di crescita o di transizione. Solo adesso comincio a trovarmi davanti a personaggi più realizzati, che hanno più sostanza e sembrano più consapevoli di se stessi.  E sono quelli che prediligo, soprattutto se sento che mi spaventano, perché allora vuol dire che in loro c’è qualcosa per cui vale la pena lottare”.

Al contrario dell’unico Vendicatore donna, Mark Ruffalo è un fan dichiarato degli Avengers:

“Da piccolo ero proprio un fanatico. Con mio cugino leggevamo tantissimi fumetti, poi negli anni ’70 mi sono appassionato anche alle serie tv. Però devo ammetterlo, il mio personaggio preferito era Occhio di Falco [che nel film ha il volto di Jeremy Renner]”.

E non si tratta certo dell’unico motivo per cui interpretare il film sia stata una sfida anche per Ruffalo. Grazie alla tecnica della motion capture (quella del Gollum, per intenderci), è infatti la prima volta che dietro al possente fisico verde di Hulk, ricostruito al computer, si nascondo i gesti e le movenze di un essere umano in carne e ossa:

“Quello che mi attirava di questo film, oltre al grande cast e ai meravigliosi attori che lo compongono, era proprio la possibilità di poter essere “il Mostro”. E devo dire che anche i miei colleghi si sono piuttosto divertiti ad ammirarmi nel costume per la motion capture, che ingrandiva tutto quello che non avrebbe dovuto essere ingrandito, e rimpiccioliva tutto quello che non avrebbe dovuto essere rimpicciolito. Bisogna comunque dire che molte delle scene nei panni di Hulk non le ho girate con loro ma chiuso in questa specie di scatola verde. Lì mi ha aiutato molto l’esperienza in teatro, poiché si lavora solo con l’immaginazione. Ad ogni modo è una tecnologia molto interessante e mi è senz’altro piaciuto sperimentarla, nonostante qualche volta sia stato imbarazzante”.

Chris Hemsworth sembra aver avuto invece meno problemi di carattere tecnico, nonostante il suo Thor abbia molte scene complicate in cui vola e fa cose decisamente fuori dall’ordinario:

“Di sicuro è molto diverso da tutto quello che ho fatto finora, ma la nostra preoccupazione, mia e del regista Joss Whedon, è stata soprattutto combinare le scene piene di azione e di effetti speciali con il resto della storia, che è molto solida e che regge l’insieme. Si tratta di un film con moltielementi drammatici, ma anche humour e tante altre cose, perché senza una storia forte, la tecnologia da sola non può fare molto”.

Riguardo alla sua divinità vichinga del tuono, Hemsworth afferma:

“Sono stato contento di portare avanti il mio personaggio in modo pertinente a The Avengers e senza nulla togliere a ciò che vedrete nel sequel di Thor. Certo, è un bene che mi piaccia perché dovrò tornare a interpretarlo spesso: è nel mio contratto”!

 

E poi c’è Tom Hiddleston, che ritrova il suo rancoroso e infido dio dell’Inganno:

“Eh sì, dicono che ai cattivi tocchino sempre le parti migliori. Personalmente sono molto grato a Loki, che è stato il primo personaggio che ho interpretato così diverso da me [anche se Hemsworth accenna di no con la testa e assicura che il pacato Hiddleston sia in realtà molto cattivo! Ndr ]Come attore, non sembravo la scelta più immediata per questo personaggio, anche fisicamente, così biondo e ricciolino com’ero. Prima di Loki ho interpretato soprattutto gente tranquilla, magari di campagna, vissuta 200 anni fa: lui mi ha dato l’occasione di esplorare altre possibilità. Inoltre è un personaggio complesso, ho sempre trovato interessante il percorso che lo porta a diventare il Cattivo, al centro del quale c’è un forte disagio psicologico, una ferita emotiva molto profonda”.

E infine un’impressione sul regista, Joss Whedon, che viene proprio da Tom Hiddleston:

“Joss è affascinato dalla mitologia, di qualsiasi tipo: antica, shakespeariana, fantascientifica. Nel film, gli serve per dare un respiro più ampio alle storie e ai personaggi che racconta, e a esprimere il suo punto di vista sul mondo. Lavorando con lui si ha proprio questa chiara percezione, che ciò che fa sia tutto a un altro livello, come più ampio o addirittura ingigantito rispetto alla realtà”.

The Avengers Poster Italia

The Avengers, farà il suo ingresso nelle sale italiane il 25 aprile 2012 e sarà distribuito dalla The Walt Disney Company Italia. Qui trovate il sito italiano del film. Vi ricordiamo che per maggiori informazioni potete consultare il canale Youtube Marvel Italy o il nostro Blog Tematico.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Castlevania – Prime immagini della stagione 4 28 Novembre 2020 - 19:38

Trevor Belmont e Sypha Benades raffigurati nelle prime immagini della quarta stagione della serie animata Castlevania, prossimamente su Netflix

Soul – La nuova featurette celebra l’idea di comunità 28 Novembre 2020 - 18:00

La nuova featurette di Soul - da Natale su Disney+ - contiene svariate scene inedite, e celebra l'importanza della comunità in cui Joe è cresciuto.

Hawkeye – Le riprese dalla prossima settimana a New York 28 Novembre 2020 - 17:00

A Brooklyn sono apparsi dei cartelli che annunciano l'inizio delle riprese in esterni di Hawkeye a partire da mercoledì 2 dicembre.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.