Condividi su

18 aprile 2012 • 12:00 • Scritto da Cristiano

Mad Men, il commento a Signal 30

Dopo il trionfo del ruolo femminile nello scorso episodio, questa settimana si parla di mascolinità e la "voce" usata è quella di Pete Campbell.
Post Image
0

Direi che ne è valsa la pena, di attendere tutto questo per il ritorno di Mad Men: la quinta stagione si sta rivelando un vero e proprio gioiello e, nonostante siamo solo al quinto episodio, ci sono pochi dubbi che questa finirà tra le stagioni migliori del serial. Vanno a gonfie vele anche gli ascolti: Signal 30 è stato seguito da 2.690.000 telespettatori, leggermente in calo rispetto alla premiere ma in perfetta media  con i risultati che la serie ha sempre proposto.

Diciamo che dopo un vero e proprio capolavoro televisivo come lo scorso episodio, Mystery Date, il paragone sarebbe stato difficile, e invece gli autori did it again: Signal 30 è un altro ottimo episodio, straordinariamente scritto e recitato (e su tutti trionfa il bravissimo Vincent Kartheiser).

La puntata è ambientata tra il Luglio e l’Agosto del ’66, come capiamo dai riferimenti alla finale della World Cup del ’66, la strage ad opera di Charles Whitman (che segue gli omicidi di Richard Speck a cui si è fatto riferimento la settimana scorsa) e infine l’incidente aereo del Volo Braniff 250.

Se la scorsa puntata ha visto il trionfo del ruolo femminile, questa settimana invece l’episodio è incentrata sul tema della mascolinità, e la voce usata come pretesto è quella di Pete Campbell.

Mad Men 5x05 Signal 30 Pete Campbell Cap 03

Pete è da sempre uno dei personaggi meglio delineati che il serial abbia proposto, pieno di sfaccettature e – dopo cinque anni – risulta tanto complesso e interessante come all’inizio della nostra avventura. Quest’anno lo abbiamo visto alle prese con la quotidianità familiare: dopo il parto, si è trasferito con Trudy in periferia. All’apparenza Pete sembra avere tutto, eppure c’è qualcosa che lo corrode all’interno.

Mad Men 5x05 Signal 30 Pete Campbell Trudy Campbell Cap

All’inizio dell’episodio Pete non riesce a dormire a causa di una perdita del lavandino; decide quindi di alzarsi e di aggiustarlo, il che gli provoca un immediato senso di soddisfazione, come se Pete assaporasse – seppur momentaneamente – il suo ruolo come capofamiglia. Lo vediamo poi ad una lezione di educazione stradale, dove incontra una teenager che sta per andare al college: è uno spiraglio, una possibilità di condurre una vita che ormai non gli appartiene più.

Peggy scopre che Ken Cosgrove ha continuato la sua attività di scrittore, sotto uno pseudonimo, attività che Ken ha tentato di tenere nascosta in tutti i modi. Costretto dalla moglie, Lane partecipa ad una visione collettiva – con altri espatriati inglesi – della finale della World Cup del ’66, dove fa la conoscenza con Edwin Baker, rappresentante della Jaguar Cars che sarebbe potenzialmente interessato a richiedere i servizi della SCDP.

Mad Men 5x05 Signal 30 Don Draper Pete Campbell Ken Cosgrove Cap

Nel frattempo, i Campbells organizzano una cena a cui sono invitati anche i Cosgroves e i Drapers. La serata passa, e Pete sente minata la sua autostima dopo due eventi: prima, quando la moglie di Ken loda la sua carriera come scrittore, raccontando al gruppo una delle sue storie. Poi, quando il lavandino che Pete aveva aggiustato ad inizio episodio, scoppia: Pete corre a prendere la sua cassetta degli attrezzi, solo per scoprire – al suo ritorno – come Don abbia già provveduto ad aggiustarlo, spiegando a Pete che in realtà la sera prima non l’aveva aggiustato, ma che la fine della perdita fosse stata quindi solamente una coincidenza. Frastornato dalla creatività di Ken e dall’efficienza di Don, Pete si ritrova quasi demascolinizzato nella propria casa.

Mad Men 5x05 Signal 30 Lane Pryce Roger Sterling Cap

Lane Pryce deve incontrare il suo potenziale cliente, e Roger decide quindi di dargli qualche consiglio per conquistarlo. La cena però non va come il previsto, e Lane non riesce a mettere in atto i consigli di Sterling, senza trovare quel punto di contatto di cui aveva appunto bisogno. Visto il fallimento dell’incontro, a Pete viene offerta la possibilità di ristabilire la sua mascolinità mettendo Lane da parte e formando una rinnovata alleanza con Roger. Pete organizza una nuova cena, durante la quale Edwin – rappresentate della Jaguar – assicura Don, Roger e Pete di voler entrare in affari con loro, a patto però che lo facciano divertire. I quattro visitano quindi un bordello locale, e tutti – tranne Don – tradiscono le loro mogli. Don rimane al bar, stranamente apparendo come l’unico membro appagato del gruppo (sottolineando, quindi, come il suo percorso interiore sia ad uno stadio assolutamente opposto rispetto a quello fatto nella season 4, per dire). Al ritorno, Don e Pete prendono lo stesso taxi, e Pete definisce Don ipocrita perché si sente giudicato dal collega per le sue azioni. Quello di Don però non è giudizio, semmai un consiglio: Don dice all’amico di non mandare all’aria la sua perfetta vita familiare. Pete risponde con una frase importante, che sarà ripresa poi alla fine dell’episodio, asserendo di “avere tutto”.

Mad Men 5x05 Signal 30 Lane Pryce Cap 03

Il giorno seguente Lane interrompe una riunione dei partners: la moglie di Edwin ha scoperto il tradimento del marito, costringendo quest’ultimo a ritirarsi dall’affare con la SCDP. Lane incolpa Pete per i suoi metodi, accusandolo della perdita del suo cliente, e risponde ridicolizzando il ruolo di Lane all’interno dell’azienda. Lane sfida Pete alla “vecchia maniera”, e i due iniziano a prendersi a pugni davanti agli altri partner. Alla fine ad avere la meglio tra i due è proprio Lane, che poi finisce per mal interpretare l’affetto di Jane come un gesto romantico e prova a baciarla.

Mad Men 5x05 Signal 30 Don Draper Cap

Alla fine dell’episodio, abbiamo un altro faccia a faccia tra Don e Pete: i due si incontrano in ascensore, e Pete si chiede – alla luce degli eventi della giornata – se almeno uno di loro all’interno della SCDP sia suo amico. Senza la possibilità di riaffermare la sua mascolinità, Pete scoppia a piangere dicendo, questa volta, di “non avere niente”. Don non risponde, e la scena si sposta su Ken: è a letto e sta scrivendo, mostrando la soddisfazione che gli procura farlo, nonostante sia costretto a restare sveglio tutta la notte. La scena è in perfetto contrasto con quella iniziale, che mostrava un Pete frustrato. Vediamo ancora una volta Pete alle lezioni di guida: guarda inerme la ragazza che ha conosciuto a inizio episodio concedersi romantiche effusioni con un suo coetaneo.

L’episodio è stato scritto ancora una volta da Matthew Weiner, creatore dela serie, insieme al premio Oscar Frank Pierson.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *