L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La fine di Men in black III lancia la possibilità per un reboot

Di Marlen Vazzoler

Manca ancora poco più di un mese all’uscita di Men in Black III, terzo capitolo della franchise diretta da Barry Sonnenfeld. La trama del film è nata da un’idea di Will Smith sul set di Men in Black II: questa volta l’agente J deve salvare K (Tommy Lee Jones) nel passato.

josh-brolin

Sonnenfeld, impegnato nella promozione del film, in un’intervista a MTV, ha parlato del rapporto fra i due protagonisti e dell’impostazione della trama:

“Nel primo atto, l’agente J è un po’ stufo della chiusura di K, come persona, per lui dovrebbe aprirsi e comunicare di più, ma non sta accadendo. K dice a J: ‘Tu sai quanto io vivo una vita felice? Non fare domande di cui non voglio sapere le risposte’. Alla fine del primo atto, il personaggio di Jemaine, Boris l’animale, scappa di prigione e trova un ragazzo che ha un dispositivo per viaggiare nel tempo. Dice che vuole tornare nel 1969 per fare qualcosa ad un uomo che gli ha distrutto un braccio con un colpo da sparo – perché Boris ha solo la metà di un braccio – e, naturalmente, quell’uomo è l’agente K.
Alla fine del primo atto, il personaggio di Tommy scompare, e nessuno si ricorda che sia mai esistito… tranne l’agente J, che si rende conto che qualcuno è andato indietro nel tempo ed ha fatto qualcosa all’agente K. Così deve rintracciare chi ha dato a Boris il dispositivo, e tornare indietro nel 1969 con un avvertimento: Devi stare lontano dal tuo vecchio partner”.

men-in-black-III

Sonnenfeld aggiunge che l’avvertimento non viene nemmeno preso in considerazione e

“J viene arrestato dall’agente K – ora Josh Brolin – nel 1969. Il secondo atto e il terzo sono incentrati nel rintracciamento di Boris, Will rinnova la sua amicizia con un K diverso, da quello del K che ha conosciuto 40 anni dopo, nel futuro. La cosa veramente interessante è che J si chiede, costantemente, perché questo ragazzo, che sembra aperto e felice, è diventato quel musone che è stato suo compagno di lavoro negli ultimi 14 anni. E fa una scoperta sul [perché si comporta in questo modo].
Quindi, Men in Black III è di gran lunga il più emozionante dei film. Ha un finale davvero sorprendente”.

josh-brolin

Il regista ha poi parlato dei problemi avuti con il secondo e terzo atto della sceneggiatura che hanno richiesto una pausa della produzione per la durata di due mesi. Per Sonnenfeld, non si è trattato di un fatto particolarmente grave, considerando che alla fine delle riprese di Men in Black hanno dovuto cambiare il finale del film, a causa di una scena in cui hanno dovuto sottotitolare, quanto si stavano dicendo due alieni.

will-smith

Infine Sonnenfeld ha rivelato la possibilità di un reboot della franchise:

“La parte più fantastica di Men in Black III è che chiude completamente la trilogia, risponde a domande che non avevate nemmeno l’idea che dovevano essere fatte, ti lascia in uno stato emozionale triste, felice ed entusiasta, e potrebbe servire anche da reboot per la franchise”. Spiega il regista: “Ma non posso nemmeno cominciare a spiegare come interpretare tutto ciò. [Ride]. Ma posso dire questo: se la vostra idea per Men in Black 4 è che avrà come protagonisti i vermetti e Frank il carlino, vi sbagliate”.

will-smith-josh-brolin

will-smith

Mein in Black III, scritto da  Etan Cohen, David Koepp e Jeff Nathanson e interpretato da Emma Thompson, Gemma Arterton, Sharlto Copley, Betty White, Nicole Scherzinger, Alice Eve, David Rasche, Michael Stuhlbarg, uscirà in Italia il 23 maggio.

Fonte:MTV“> MTV

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Mandalorian: Jeans Guy è stato cancellato dall’episodio 4 27 Novembre 2020 - 20:45

Il blooper è stato sistemato, ma il mondo è un posto migliore o peggiore senza Jeans Guy?

I Croods 2 incassa $4.6 milioni in 2 giorni, apre in Cina con $3milioni 27 Novembre 2020 - 20:26

I Croods 2 – Una Nuova Era registra la terza miglior apertura in Cina, per un film Hollywoodiano nel 2020. Negli USA il film incassa $4.6M nei primi due giorni

The Witcher: la serie ha trovato la sua Regina Meve 27 Novembre 2020 - 20:09

New entry nel cast della seconda stagione di The Witcher, la serie Netflix basata sull’omonima saga fantasy di Andrzej Sapkowski. Si tratta della giovane Rebecca Hanssen, scelta per interpretare la Regina Meve.

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?