L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Confermato, Gravity inizierà con un piano sequenza di 17 minuti

Di Marlen Vazzoler

Due anni fa era stato annunciato che il film fantascientifico Gravity, diretto da Alfonso Cuarón, sarebbe iniziato con una lunga sequenza di 20 minuti possibilmente girata in un unico piano sequenza – ovvero una scena girata attraverso un’unica inquadratura, senza l’uso del montaggio. Registi come Hitchcock, De Palma e lo stesso Cuarón ne I figli degli uomini, sono famosi per l’uso di questa tecnica nei loro film.

alfonso-cuaron

Il produttore esecutivo e capo degli effetti speciali, Chris DeFaria, durante la conferenza 5D | FLUX tenutasi alla USC, ha confermato che la sequenza d’apertura di Gravity sarà formata da un unico piano sequenza, di 17 minuti. La pellicola inoltre conterrà solamente 156 inquadrature, una rarità per un film della lunghezza di due ore. In media per un film di questa durata, a seconda del genere della pellicola, possiamo trovarci di fronte alle mille/duemila inquadrature.

In Gravity, la maggior parte dei piani sequenza avrà una durata che oscilla tra i 6, gli 8 e i 10 minuti. Una sfida non solo per il regista ma anche per il direttore della fotografia Emmanuel Lubezki, vincitore quest’anno all’ASC Award per la fotografia di The Tree of Life e nel 2007 dell’Osella d’oro, del BAFTA e dell’ASC Award per la fotografia in I figli degli uomini.
DeFaria ha rivelato che l’approccio usato per Gravity, è stato come quello che viene normalmente utilizzato in un film animato, in cui si effettua la pre-pianificazione di ogni singola inquadratura. Inoltre le facce degli attori sono state costruite all’interno degli elmetti indossati durante il film.

Invece di cercare di creare delle persone reali e quello che stanno facendo, si può girare intorno [al problema], creando un film quasi interamente animato. Poi si può tornare indietro e costruire le persone in quel film“, ha spiegato DeFaria. “Anzi ancora meglio, non costruiamo le persone all’interno del film, progettiamo i loro volti. Così abbiamo questi piccoli volti all’interno di questi piccoli caschi”.

Ma lo staff si è trovato ad affrontare un grosso intoppo quando il regista ha avuto l’idea di creare delle sequenze incredibilmente lunghe. “Solo più tardi, quando abbiamo cominciato a progettare [Gravity] come un film d’animazione, Alfonso ha avuto l’idea di fare delle sequenze incredibilmente lunghe, ed ho chiesto: ‘Quanto lunghe?’ E lui ha detto che voleva che la prima sequenza fosse davvero lunga. Ed ho chiesto: ‘Vuoi dire, 40 secondi?’, ‘No, 17 minuti’”.
DeFaria ha concluso l’intervento dichiarando: “Non abbiamo creato il mondo virtuale per lasciare che gli elementi reali guidassero quanto stava avvenendo durante l’inquadratura. In realtà abbiamo creato prima l’inquadratura e poi abbiamo fatto in modo che gli elementi reali funzionassero al suo interno”.

Gravity, interpretato da  George Clooney e Sandra Bullock , uscirà nei cinema italiani il 7 dicembre.

Fonte TFS

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cenerentola: il film Sony con Camila Cabello andrà su Prime Video 6 Maggio 2021 - 21:30

Amazon Studios sta per stringere un accordo con Sony e distribuirà il film su Prime in tutto il mondo, tranne che in Cina

Gangs of London: annunciati i registi della stagione 2 6 Maggio 2021 - 21:00

La serie Sky creata da Gareth Evans (The Raid) tornerà con nuovi episodi, e ora sappiamo chi li dirigerà

M.O.D.O.K. – I protagonisti della serie Marvel ritratti sui nuovi poster 6 Maggio 2021 - 20:30

I protagonisti della serie Marvel’s M.O.D.O.K. sono ritratti su questi nuovi poster.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.