L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

American Pie – Ancora Insieme. La recensione in anteprima.

Di laura.c

Per chi è stato adolescente a cavallo tra gli anni ’90 e il nuovo millennio, American Pie non ha bisogno di alcuna presentazione. È quasi il dagherrotipo della teen comedy contemporanea, il modello cui un po’ tutti hanno cercato di ispirarsi, riproponendo allo sfinimento gli stessi elementi già di per sé abbastanza usurati: adolescenti imbranati in piena tempesta ormonale, che cercano di procacciarsi in tutti i modi esponenti del sesso femminile con cui sfogare le proprie irrefrenabili pulsioni, possibilmente avvenenti e possibilmente, diciamo, disinibite. E tra un sogno erotico destinato a trasformarsi in clamorosa disfatta e un altro, una serie ben nutrita di gag al limite della decenza neuronale. Ma, che ci piaccia o no, tutto ciò ha segnato un’epoca, e la saga (tre film per il cinema più qualche altro uscito in home video) è stata uno dei racconti di formazione cinematografici più popolari e riusciti per quella generazione che dovrebbe cominciare oggi a essere adulta. E date le premesse, il condizionale è d’obbligo, così come lo è per i protagonisti di American Pie – Ancora Insieme, la rimpatriata probabilmente più attesa della commedia americana, che a più di dieci anni di distanza vede tornare il cast al completo per raccontare cosa ne è stato delle vite di quei quattro scapestrati che hanno incarnato sul grande schermo le ansie sessual-esistenziali di eterni teenager allo sbaraglio.

 

Partiamo, ovviamente, da Jason Biggs: l’indimenticabile Jim, ancora perseguitato dal video dei suoi imbarazzanti approcci con le studentesse straniere. Come da terzo film, Jim è sposato con la sua “iniziatrice” sessuale Michelle (Alyson Hannigan), però da quando sono diventati genitori il loro rapporto non fa più scintille. Anche Kevin (Thomas Ian Nicholas) è convolato felicemente a nozze, ma rivedere il suo primo amore, Vicky (Tara Reid), continua a fargli un certo effetto. Oz (Chris Klein) è diventato uno showman televisivo da reality, e in fondo gli manca la sua calma e posata Heather (Mena Suvari), che lo ha lasciato per colpa della distanza. Finch (Eddie Kaye Thomas) dice di aver girato il mondo, ma non gli è bastato per dimenticare la madre di uno Stifler (Seann William Scott) più volgare e assurdo di sempre, che a sua volta non potrà mancare alla grande “reunion” organizzata su Facebook per tutti gli strampalati ex-alunni del liceo di East Great Falls. Così come non mancheranno altri esilaranti tentativi di rimorchio, piccole e grandi tentazioni attraverso cui i protagonisti riusciranno finalmente a compiere un piccolo passo verso quella maturità mai davvero acquisita.

Gag assolutamente e orgogliosamente demenziali a parte, la caratteristica di sicuro più interessante di American Pie – Ancora Insieme, è quella di mettere a confronto un pubblico invecchiato di una decina di anni con un tipo di comicità di solito diretta agli adolescenti. Il che ovviamente può funzionare o meno a seconda di gusti e attitudini assolutamente personali. Quello che di sicuro è garantito ai fedelissimi della serie, è una buona dose di divertita e in fondo tenera nostalgia, che attraversa tutto il film. Ci si ritrova a ricordare, insieme ai personaggi, i tempi in cui ancora non si usavano tanto i cellulari, o in cui un teenager poteva avere come massima aspirazione il sex appeal di Ricky Martin, naturalmente prima del coming out. E sono proprio queste sensazioni da revival, unite a qualche buona intuizione riguardo alle storie dei protagonisti, a fare la forza del film. O almeno molto più delle solite figuracce di Jason Biggs, che infatti in questo ultimo capitolo è costretto a mostrarci tutto, ma proprio tutto, per tentare di aggiungere un pizzico di trasgressione alla “torta”.

 

In American Pie – Ancora Insieme, abbondano insomma battute volgari e digressioni scatologiche che potranno forse attirare al film nuove schiere di ragazzini. Ma per chi con questi personaggi è cresciuto, ritrovarli sul grande schermo sarà proprio come una vera rimpatriata con i vecchi compagni di scuola. Totalmente imbarazzante e stranamente piacevole al tempo stesso.

American Pie Ancora Insieme Final Poster Italia
American Pie – Ancora Insieme uscirà nelle sale italiane il 4 maggio 2012. Trovate la pagine Facebook italiana del film a questo link.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

A Johnny Depp è stato negato l’appello contro il Sun 29 Novembre 2020 - 18:00

A Johnny Depp è stato negato l'appello in merito alla sentenza della causa di diffamazione contro il Sun. In UK il suo spot di Dior riceve critiche dal pubblico e sostegno dai fan, mentre la petizione contro la Heard riceve firme dopo il casting di Mikkelsen in Animali Fantastici 3

Wonder Woman 1984 – Diana al salvataggio nel nuovo spot giapponese 29 Novembre 2020 - 17:00

Diana salva dei bambini nel nuovo spot giapponese di Wonder Woman 1984, in arrivo nelle sale italiane il 28 gennaio 2021

Pedro Pascal condivide un poster grafico con Ahsoka Tano 29 Novembre 2020 - 16:00

Pedro Pascal ha condiviso il poster di Butcher Billy dedicato ad Ahsoka Tano, che ha debuttato in live-action nel quinto episodio di The Mandalorian 2, con il volto di Rosario Dawson.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.