L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

ScreenWeek intervista Susy Laude, protagonista di Ti Stimo Fratello

Di Leotruman

Uscirà domani nelle sale italiane Ti Stimo Fratello, la commedia prodotta dalla Warner Bros che porta al cinema il personaggio di Jonny Groove, noto a tutti gli appassionati di Zelig.

È il comico Giovanni Vernia il protagonista nel doppio ruolo di Giovanni e Jonny, fratelli gemelli sulla carta, ma diversi come l’acqua ed il fuoco nella vita. Il primo è un ingegnere elettronico che ha finalmente trovato lavoro grazie alla sua nuova fidanzata. Jonny è invece una vera mina vagante che vive solo per passare le notti in discoteca e che, per volere del padre Michele deve sostenere a Milano l’esame orale per entrare nella Guardia di Finanza. Scoprirà il Gilez, locale in cui diventa una star della notte.

La fidanzata di Giovanni è interpretata da Susy Laude, eclettica attrice che ha lavorato in teatro, in tv (Maria Montessori, Tutti Pazzi per Amore, La Scelta di Laura) e al cinema. L’abbiamo vista in Bianco e Nero di Cristina Comencini, Il Resto della Notte, I Mostri Oggi ed è nelle sale attualmente con Henry di Alessandro Piva.

L’abbiamo intervistata e ci ha raccontato di come si è trovata sul set a lavorare con un doppio Giovanni, quali sono state le scene più particolari da girare e indirettamente ci ha svelato che le riprese del sequel de La Peggior Settimana della Mia Vita stanno per cominciare. Scoprite perché:

Ti stimo fratello Giovanni Vernia Susy Laude foto dal film 2

Hai dovuto recitare insieme ad un attore che interpreta contemporaneamente due ruoli. Era la prima volta per te?

Sì, era la prima volta per me e anche per Giovanni! Pensavo sarebbe stato molto faticoso, invece ce la siamo cavata bene ed è stato pure divertente. Sono sempre stata una grande fan di Jonny Groove e trovarmelo lì dal vivo è stato fantastico. Il fatto è che ero così abituata a Giovanni che poi trovarmelo sul set nei panni di Jonny è stato… spiazzante! Bisognava rimanere abbastanza concentrati, perché era come averli entrambi sul set. A livello tecnico c’era ovviamente la controfigura, che agiva come Giovanni o Jonny a seconda delle scene. La scena forse più difficile è stata quella con l’acquario in cui Jonny ha sostituito i pesci e messo una papera. È forse la mia preferita, e non è stato semplice rimanere seria visto che avevo le lacrime agli occhi dal ridere! 

Giovanni e Jonny sono come l’acqua e il fuoco. Quali sono pregi e difetti di entrambi?

Il pregio di Jonny è che è una vera e propria carica di energia. Quando è presente non riesci a stare fermo, e devi per forza muovere cantando “E siamo noi…” con il dito alzato. Lo fa mio figlio che ha due anni! Il difetto è che non ti sente proprio, va via come un treno sempre e comunque. Nel film mi faceva molto ridere il fatto che mi chiamava in mille modi diversi tranne che con il mio nome. 

Aver lavorato con Giovanni è qualcosa che auguro a tanti altri. I suoi pregi sono la serietà, la presenza sul set come figura che mi ha aiutata anche in momenti difficili, nonostante fosse la sua prima esperienza come regista. Ha avuto una lucidità, una pazienza ed la concentrazione giusta per portare avanti un suo progetto personale. Tanti parlano e poi non ci riescono, mentre ha dimostrato una determinazione ed un impegno che gli ha permesso di portare a termine il film nel migliore dei modi. Un difetto? Lui è molto preciso, e aveva ben in mente quello che doveva essere il film. Se tu non riuscivi a fare quello che lui chiedeva, si continuava in un’infinita serie di ciak!

Ci sono però molte scene in cui sembra quasi che improvvisiate sul set. È solo una sensazione quindi?

È solo apparenza! C’è stata una scena, quello in cui lo aspetto a casa dopo averlo visto salire in macchina con un’altra, nervosa e fumando. Quando lui rientra in casa ignaro lo aggredisco e rompo una matita dalla rabbia. Credo di averla rigirata quaranta volta, e addirittura abbiamo finito le matite e abbiamo dovuto incollarle nuovamente. Il film è stato girato esattamente come è stato scritto da Giovanni, e tranne qualche cosina che è uscita mentre giravamo, il risultato è identico al copione.

Hai fatto cinema, televisione e teatro. In quale campo preferisci lavorare?

Ho fatto anche pubblicità! A me piace moltissimo lavorare nel mondo dello spettacolo, in tutti questi ambiti. Ne farei anche di più, persino la radio. La bellezza di questo periodo storico è che gli attori stanno uscendo un po’ dalla grotta del cinema, della televisione o del teatro, e si stanno iniziando a mescolare. Avevamo bisogno quindi di un comico di Zelig che si mette a lavorare con un’attrice come me, che ho fatto principalmente cose più impegnate. È bello che si mescolino un po’ le cose, che si rompano gli schemi: tutto di guadagnato. 

Da venerdì sarai in sala con due pellicole. Con Ti Stimo Fratello appunto, e con Henry di Alessandro Piva che è nelle sale dallo scorso venerdì. Perché gli spettatori dovrebbero scegliere questi due film?

Henry da vedere perché è uno splatter di casa nostra. Ci sono molto affezionata perché ero incinta del mio primo figlio e avevo un pancione di 8 mesi. Continuavo a sbagliare infatti le battute! Ti Stimo Fratello lo consiglio perché c’è bisogno di ridere, di non pensare troppo al resto… Andiamo al cinema per ridere, per passare un paio d’ore in libertà. Tutto questo senza essere pretenziosi o per assistere al film del secolo. Torniamo un po’ a sorridere.

Ci puoi parlare dei tuoi prossimi progetti?

Stiamo decidendo proprio in queste settimane. Cerco sempre di incastrare i miei impegni con quelli di Dino (n.d.r. L’attore Dino Abbrescia, suo compagno) per cercare di non lasciare mai nostro figlio solo. Lui sta per girare il seguito de La Peggior Settimana della Mia Vita (n.d.r. Il Peggior Natale della Mia Vita, che pare la Warner proporrà il prossimo Natale). Noi siamo un po’ “viziati”, e ci teniamo ad andare sul set con tutta la famiglia e quindi quando uno dei due lavora, l’altro lo accompagna. Rinuncio volentieri ad un impegno pur di stare insieme a Dino e tenere la famiglia unita. Dovrei avere un nuovo progetto a teatro, ma staremo a vedere.

Un regista con il quale vorresti lavorare?

Più che un regista, credo di avere tanti personaggi che mi mancano e che vorrei interpretare. Una cosa che ho sempre cercato di fare è cambiare il più possibile, trovare sempre ruoli diversi anche se secondari. In Ho Voglia di Te ho fatto finta di avere 24 anni anche se ne avevo trenta, bionda platino e capello sparato, mentre in Maria Montessori facevo la vecchina di 70 anni! Dino l’ho conosciuto sul set mentre interpretavo una dottoressa matura, ma contemporaneamente facevo la postina venticinquenne sul set di Tutti Pazzi per Amore. Ho fatto così tante cose diverse tra loro… Quindi più che lavorare con un regista particolare, il mio vero desidero è poter continuare a trovare personaggi sempre nuovi con i quali mettermi in gioco come attrice. Se proprio devo dire un nome direi Tim Burton! Ma quello è proprio un sogno, e non a caso ho fatto l’attrice perché mi piace sognare.

Ti stimo fratello Giovanni Vernia Susy Laude foto dal film 1

Ti Stimo Fratello, nel cui cast troviamo anche Diego AbatantuonoMaurizio Micheli e Bebo Storti, uscirà nelle sale italiane il 9 marzo. Per ulteriori dettagli sulla commedia cliccate sul riquadro sottostante.

Fonte: Screenweek

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Castlevania – Prime immagini della stagione 4 28 Novembre 2020 - 19:38

Trevor Belmont e Sypha Benades raffigurati nelle prime immagini della quarta stagione della serie animata Castlevania, prossimamente su Netflix

Soul – La nuova featurette celebra l’idea di comunità 28 Novembre 2020 - 18:00

La nuova featurette di Soul - da Natale su Disney+ - contiene svariate scene inedite, e celebra l'importanza della comunità in cui Joe è cresciuto.

Hawkeye – Le riprese dalla prossima settimana a New York 28 Novembre 2020 - 17:00

A Brooklyn sono apparsi dei cartelli che annunciano l'inizio delle riprese in esterni di Hawkeye a partire da mercoledì 2 dicembre.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.