Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2012/03/magnifica-presenza-gruppo-1024x679.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Ozpetek: la Magnifica Presenza è Elio Germano.

Ozpetek: la Magnifica Presenza è Elio Germano.

Di laura.c

Chi è la magnifica presenza che campeggia nel titolo del nuovo film di Ferzan Ozpetek? “E come altro avrei potuto chiamare Elio Germano?” scherza il regista turco, che in questa nuova pellicola ritrova alcuni degli elementi più classici del suo cinema, come l’incontro tra gli emarginati di oggi e la Memoria, che in questo caso si incarna in veri e propri fantasmi. Anzi, nel fantasma di una compagnia teatrale che dal passato piomba direttamente nel mezzo della vita di Pietro (Germano, appunto), aspirante attore timido e insicuro, e gli infonde il coraggio per tentare di intraprendere il suo percorso artistico.

 

L’idea, ha spiegato Ozpetek presentando in anteprima il film (che uscirà con circa 400 copie a partire da venerdì 16 marzo), in realtà è nata molti anni fa, dai racconti di un amico che sosteneva di vedere anziane signore in nero e ragazze vestite di bianco aggirarsi per la casa. “E cosa puoi dire a un amico che ti racconta questo? Nella comitiva si era sparsa la voce, tutti pensavamo fosse uscito un po’ fuori di testa e c’era chi pensava fosse troppo solo. Poi, un giorno, la sua domestica si è licenziata perché sentiva i rumori, e noi abbiamo scoperto che in quella casa abitavano una donna con sua figlia, morte suicide durante la guerra gettandosi dal balcone”. E se i brividi non bastassero, l’autore ha raccontato anche della sua casa e della piccola stanza segreta che tutti, nel quartiere, conoscevano per aver ospitato tanti dissidenti durante il secondo conflitto mondiale.

Dal mix di questi ingredienti è nato così Magnifica Presenza, dove accanto a Elio Germano compaiono, nel ruolo degli spiriti-attori degli anni ’30 e ’40, anche Beppe Fiorello, Margherita Buy, Vittoria Puccini, Cem Yilmaz, Claudia Potenza, Andrea Bosca, Ambrogio Maestri e il giovane Matteo Savino, più un cammeo dell’interprete teatrale Anna Proclemer. Per Germano (miglior attore al Festival di Cannes 2010) il ruolo da protagonista assegnatoli da Ozpetek all’interno di questa bizzarra compagnia di attori vivi e spettrali, “è stato un viaggio bellissimo, perché molto diverso da quello che ho fatto in precedenza e perché Ferzan è un regista che ama moltissimo gli attori, fino a sposarne le perversioni. Abbiamo parlato così tanto del mio personaggio che è diventato quasi reale, come un amico in comune o magari proprio come un fantasma evocato tra noi”.

 

Ma ciò che l’attore ha amato di più del suo ruolo e della storia raccontata in Magnifica Presenza, è “la rivendicazione, l’orgoglio della debolezza, della fragilità e della sensibilità”, a fronte di un mondo in cui invece “normalmente siamo abituati a nascondere le emozioni e a indossare le maschere più adatte a raggiungere i nostri obiettivi”. Una capacità che invece risulta proprio estranea a Pietro, un “puro” che si rifugia nella solitudine per “coltivare la propria fragilità”, un po’ come i fantasmi che diventeranno suoi amici e che si scoprirà essere vittime della loro passione per l’arte e la giustizia. Stesso impeto che tra l’altro ha spinto il regista a elaborare, insieme alla sceneggiatrice Federica Pontremoli, un sincero omaggio al teatro, non solo per alcune ispirazioni pirandelliane tenute sempre a mente nella fase di scrittura, ma anche per la scelta come location del Teatro Valle di Roma, palco su cui debuttò Sei personaggi in cerca d’autore e noto alle cronache per l’occupazione cominciata l’anno scorso come segno di protesta contro la possibile chiusura di quello che lo stesso regista definisce “un monumento nazionale”.

 

 

Magnifica Presenza uscirà nelle sale italiane il 16 marzo. Cliccate sul riquadro sottostante per tutte le news sul film, o su Mi Piace per rimanere aggiornati automaticamente (anche sulla nostra pagina Facebook).

 

 

Fonte: Fandango

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

House of Spoils: Ariana DeBose protagonista dell’horror Blumhouse/Prime Video 19 Agosto 2022 - 18:45

La star di West Side Story interpreterà una chef alle prese con il fantasma dell'ex proprietario del suo agriturismo

Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit: Embracer ottiene i diritti cinematografici e videoludici 19 Agosto 2022 - 18:12

Embracer è interessata in film basati su personaggi iconici, come Gandalf, Aragorn, Gollum, Galadriel, Eowyn e altri personaggi delle opere letterarie di J.R.R. Tolkien

Il Signore degli Anelli: ascolta la colonna sonora della serie Amazon 19 Agosto 2022 - 18:00

Ascolta tutta la colonna sonora de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere, la serie ispirata in arrivo su Prime Video il 2 settembre del 2022.

The Sandman: di cosa parla e perché è interessante l’episodio bonus (no spoiler) 19 Agosto 2022 - 15:45

Sogni di gatti e scrittori in cerca d'ispirazione nell'undicesimo episodio di The Sandman, arrivato oggi a sorpresa su Netflix.

House of the Dragon, la recensione: benvenuti al Dallas di Westeros 19 Agosto 2022 - 9:01

Le nostre impressioni (senza spoiler) sui primi sei episodi di House of the Dragon, il prequel di Game of Thrones.

She-Hulk e una quarta parete infranta da oltre trent’anni 18 Agosto 2022 - 11:20

Come She-Hulk, un'eroina a fumetti nata per paura, è stata trasformata in uno dei personaggi Marvel più ironici di sempre.