L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Rondi presenta le dimissioni al Cda della Fondazione del Cinema di Roma

Di Marlen Vazzoler

La battaglia per l’elezione del nuovo direttore artistico del Festival di Roma che vede da una parte il presidente uscente Piera Detassis appoggiata dai rappresentanti della Provincia di Roma e della Camera di Commercio e dall’altra, Marco Müller appoggiato dai rappresentanti del Comune (Alemanno) e della Regione (Renata Polverini), ha fatto la sua prima vittima, parliamo di Gian Luigi Rondi presidente del Cda della Fondazione del Cinema di Roma.

Gian Luigi Rondi

Al termine della riunione del consiglio che si è tenuta questa mattina Rondi ha dichiarato ai giornalisti: “ Dopo alcuni mesi in cui la manifestazione aveva sofferto di una quasi totale inattività a causa delle divergenze, tra le istituzioni che la gestiscono, sulla nomina di un nuovo direttore artistico, essendo scaduto lo scorso dicembre il mandato di Piera Detassis, avevo ritenuto necessario, visti gli inconvenienti causati da una situazione tanto insolita, di incontrarmi con il Sindaco di Roma Gianni Alemanno e con il Presidente della Regione Lazio Renata Polverini per precisare definitivamente il mio irrinunciabile punto di vista e cioè la riconferma per il prossimo quadriennio di Piera Detassis o, comunque, la proroga del suo mandato fino a novembre, in modo da poterle almeno far compiutamente realizzare l’edizione di quest’anno. La risposta era stata negativa perché, ancora una volta, decisamente a favore di un altro candidato. Preoccupato così, soprattutto per le sorti del Festival, minacciate nel suo futuro, non potendo contrastare ulteriormente due autorevoli componenti il collegio dei Soci Fondatori né, d’altro canto, tradire le mie ben radicate idee sul cinema, ho preferito adesso, sia pure con rammarico, rinunciare ai miei incarichi. Mi sono sacrificato per salvare un’edizione del Festival del Cinema di Roma che rischiava di non avere luogo. Ho detto al sindaco Alemanno che mi sarei dimesso mercoledì sera, mi dispiace non averlo fatto sapere prima a voi giornalisti, ma volevo che il Cda fosse il primo a saperlo”. A causa delle dimissioni di Rondi, il cui mandato sarebbe scaduto il prossimo giugno, la seduta del Cda che doveva tenersi questa mattina, non si è nemmeno aperta: “Abbiamo chiacchierato tra di noi” ha raccontato “Perché appena entrati nella stanza ho detto che il Cda non si poteva tenere perché io non ero più presidente”.

Oggi il consiglio avrebbe dovuto prendere una decisione che permettesse di uscire dalla situazione di stallo in cui si trova da mesi per trovare un accordo per la nomina del nuovo Presidente del Festival di Roma, Rondi non ha mai nascosto la sua preferenza per la Detassis nei confronti di Müller. A fine anno aveva dichiarato “Conosco [Müller] da 25 anni, non ho nulla contro di lui, nonostante le sue polemiche contro il Festival di Roma, ma… preferisco a lui Piera Detassis con la quale ho fatto un ottimo lavoro anche di squadra. In sessant’anni non ho mai conosciuto un direttore di una mostra così bravo, equilibrato, diplomatico, pieno di ottimi rapporti col cinema di tutto il mondo”.
Il Cda dovrà nominare un nuovo presidente, al momento il candidato più probabile è l’ex presidente della Warner e dell’Anica, Paolo Ferrari. Il presidente dell’Anica Riccardo Tozzi è molto contento di questa scelta e in un’intervista a Repubblica ha dichiarato: “[Ferrari è] un uomo che conosce il cinema italiano e ha relazioni di alto livello in America, è una presenza di garanzia. Se Rondi ha fatto un passo indietro lo ha fatto con grande saggezza, dimostrando il senso di responsabilità che conosciamo. È il momento del disarmo: tutti devono sostenere chi è stato nominato. La politica deve fare un passo indietro e lasciare lavorare i professionisti”.

Fonti Ansa, Adncronos, Repubblica, Corriere.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Un weekend da $8,7M per Spiral, $735mila per Army Of The Dead 16 Maggio 2021 - 21:00

Spiral: L'eredità di Saw ha aperto al primo posto al Box Office USA, seguito da Wrath of Man e da Those Who Wish Me Dead con Angelina Jolie

Animali Fantastici 3: Ci sarà una battaglia tra Newt Scamander e Gellert Grindelwald 16 Maggio 2021 - 20:00

Un'epica battaglia tra Newt Scamander e Gellert Grindelwald verrà combattuta in Animali Fantastici 3, le cui riprese sono state concluse

Il Cattivo Poeta: prima clip per il film su Gabriele d’Annunzio con Sergio Castellitto 16 Maggio 2021 - 19:00

Prima clip per Il Cattivo Poeta, il film di Gianluca Jodice con Sergio Castellitto nel ruolo di Gabriele d’Annunzio.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.