L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Jean Dujardin, dal successo con The Artist ai poster “scandalo” di Les infideles

Di Leotruman

C’è n’é almeno uno ogni anno. Sto parlando degli scandali pre-Oscar in particolare riguardanti gli attori candidati alla statuetta. I media titolano “Oscar a rischio per...” e qualcuno si dice lo abbia perso in passato, come Eddie Murphy (nominato per Dreamgirls) e la promozione incessante di Norbit durante le settimane cruciali di votazione. A volte le accuse si perdono in un bicchiere d’acqua, come per il trailer dello “sconcio” Your Highness in cui Natalie Portman mostrava il suo lato B, e che si è comunque portata a casa il suo primo Oscar.

Quest’anno tocca a Jean Dujardin, attore francese che grazie alla sua interpretazione muta in The Artist ha recentemente superato George Clooney come favorito per l’Oscar al Miglior Attore protagonista (lo scorso weekend ha vinto anche il SAG Award)

Procediamo con ordine. In Francia uscirà il 29 febbraio una commedia ad episodi intitolata Les infideles (Gli infedeli) sul tema dell’infedeltà coniugale. In pratica un Manuale d’Amore francese, ma diretto e interpretato da attori-registi come appunto Dujardin, Emmanuelle BercotGilles Lellouche e soprattutto del nominato all’Oscar e vincitore del DGA Michel Hazanavicius, regista di The Artist. Nel cast anche l’attore Guillaume Canet.

Lo scandalo è partito da Parigi, quando la città è stata tappezzata dagli audaci poster della commedia. Si tratta ovviamente di locandine che giocano sul tema dell’infedeltà (leggendo anche le divertenti tag), ma l’autorità per la pubblicità (Arpp) ha deciso per la rimozione dei manifesti in quanto “indecenti” e degradanti nei confronti della donna, proprio perchè in entrambi i casi non si vede il volto di lei.

Ecco la pietra dello scandalo:

infideles_dujardin

les-infideles

Il tam-tam mediatico (e promozionale) è subito partito e sono in molti ad affermare che Jean Dujardin potrebbe perdere l’Oscar visto che l’America e l’Academy non sanno stare al gioco in questi casi e non gradiscono immagini di questo tipo.

Voi che ne pensate? Polemica montata ad arte? Dujardin potrebbe perdere realmente l’Oscar? Questi manifesti offendono realmente le donne?

Forse meglio dare un’occhiata al primo trailer della pellicola, ben più spinto di queste due locandine:

Ricordo che The Artist è Candidato a dieci premi Oscar e rischia seriamente di troncare nella notte degli Oscar. Potete trovare anche nelle prossime settimane tutte le notizie sugli Awards 2012 nella nostra sezione speciale.

Fonte: Corriere

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Un weekend da $8,7M per Spiral, $735mila per Army Of The Dead 16 Maggio 2021 - 21:00

Spiral: L'eredità di Saw ha aperto al primo posto al Box Office USA, seguito da Wrath of Man e da Those Who Wish Me Dead con Angelina Jolie

Animali Fantastici 3: Ci sarà una battaglia tra Newt Scamander e Gellert Grindelwald 16 Maggio 2021 - 20:00

Un'epica battaglia tra Newt Scamander e Gellert Grindelwald verrà combattuta in Animali Fantastici 3, le cui riprese sono state concluse

Il Cattivo Poeta: prima clip per il film su Gabriele d’Annunzio con Sergio Castellitto 16 Maggio 2021 - 19:00

Prima clip per Il Cattivo Poeta, il film di Gianluca Jodice con Sergio Castellitto nel ruolo di Gabriele d’Annunzio.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.