L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
I Muppet, la recensione in anteprima.

I Muppet, la recensione in anteprima.

Di laura.c

Sono colorati, simpatici e teneri perfino quando si infuriano o si lanciano in imprese completamente folli. Ma soprattutto, vivono nei ricordi di ogni generazione, in cui si sono ritagliati uno spazio speciale che arriva fino al cuore.  Stiamo parlando dei Muppet, i molto imitati pupazzi di stoffa che dagli anni ’70 colorano la tv, il grande schermo e negli ultimi tempi anche Internet, sia con i montaggi video creati dai loro fan più nostalgici, sia con i viral nati appositamente per promuovere l’uscita di un film nuovo di zecca diretto da James Bobin per Disney. I Muppet, questo il titolo, prende le mosse proprio dalla lunga assenza della band dalle sale cinematografiche: la storia ricalca sia il primo film del ’79 sia i Blues Brothers, e vede impegnata Kermit la Rana in un viaggio per recuperare i membri storici dello show e salvare così il loro vecchio teatro di posa, minacciato dal petroliere senza scrupoli Tex Richman (Chris Cooper).

Dopo la separazione non è facile ritrovare l’armonia di un tempo. L’orso Fozzie canta in un night a Reno con la scalcinata imitazione The Moopets, il Grande Gonzo è diventato un magnate dei tubi idraulici, il batterista scatenato Animal è entrato in un gruppo di sostegno per la gestione della rabbia, mentre Miss Piggy, delusa dalla relazione con Kermit, vive ormai a Parigi e lavora come caporedattore della sezione taglie forti del prestigioso magazine Vogue. Uno a uno cederanno alla chiamata del Muppet Show, mettendo in piedi uno spettacolo che servirà anche da trampolino di lancio per Walter, un pupazzo molto umano cui va il merito di aver fatto rivivere in Kermit l’antica passione e di averlo convinto a riunire la band. A fianco a lui anche l’amico umano, ma molto Muppet, Jason Segel, diviso tra l’amore per Walter e quello per la sua fidanzata decennale Amy Adams.

Il film, va da sé, è poi contornato da una serie di cammei variamente succosi: da quello di Jack Black, che fa la star rapita dai Muppet, a quello di Emily Blunt che ritrova il suo ruolo di segretaria già vestito ne Il Diavolo Veste Prada, fino all’insospettabile Mickey Rooney (padre del coreografo del film, Michael) e alla pop star Selena Gomez. Una rosa di nomi che dimostra quanto i Muppet siano trasversali a diverse generazioni e abbiano tutto il potenziale per farsi amare anche dai bambini che non hanno mai assistito allo show in tv o agli indimenticabili cartoni animati a loro ispirati. Il segreto sta probabilmente nella semplicità dei personaggi, tutti ben caratterizzati e coerenti, nelle gag spiritose e immediate, nel legame con la musica che fa da filo conduttore a tutta la storia dei Muppet. Anche in quest’ultima avventura cinematografica, ad esempio, appare un’esilarante versione della hit dei Nirvana Smells Like Teen Spirit eseguita dal Muppet Barbershop Quartet, e anche Forget You di Cee Lo Green cantata da Camilla and The Chickens. In più, i Muppet hanno dalla loro parte un’espressività incredibile per dei pupazzi di stoffa, che li rende interpreti molto convincenti sul grande schermo: anche più degli umani, che ogni tanto si perdono in qualche smorfia di troppo.

Certo, rispetto al tradizionale Muppet Show, il film della Disney presenta delle differenze dovute alla necessità di non mettere insieme solo una serie di sketch, ma di creare un racconto divertente e coinvolgente al tempo stesso. L’ironia funziona comunque, ma bisogna considerare che è dilatata su un percorso narrativo più ampio e fatto anche di altri elementi, spesso più smielati, come il romanticismo o parti fin troppo musical. L’attenzione, infine, sembra molto concentrata sul pubblico dei più piccoli, mentre per gli adulti si punta soprattutto sulla nostalgia e sul citazionismo.


I Muppet, ad ogni modo, ne escono vincitori, più vivi che mai, come dimostra l’intervista che abbiamo fatto a Londra a due scoppiettanti Kermit e Miss Piggy, e che potete trovare qui.

I Muppet saranno nelle sale italiane a partire dal 3 febbraio 2012. Per maggiori informazioni potete consultare anche le nostre News dal Blog. Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del film, mentre qui quella Twitter.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Transformers: War for Cybertron Trilogy – Il sorgere della Terra su Netflix dal 30 dicembre 23 Novembre 2020 - 22:47

Il sorgere della Terra la seconda parte di Transformers: War for Cybertron Trilogy sarà disponibile su Netflix dal 30 dicembre

The 355: il film con Jessica Chastain e Lupita Nyong’o rimandato di un anno 23 Novembre 2020 - 21:15

L'action diretto da Simon Kinberg arriverà a gennaio 2022

Russell Crowe e Nicole Kidman a capo dell’Australian Academy of Cinema and Television 23 Novembre 2020 - 21:02

Russell Crowe e Nicole Kidman sono stati nominati rispettivamente, il presidente e il vice presidente dell'Australian Academy of Cinema and Television

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?