L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Alctraz: la recensione della doppia premiere del nuovo serial di J.J. Abrams

Di Cristiano

Ogni volta che J.J. Abrams fa partire in tv un nuovo progetto, se ne parla sempre tantissimo. Il che accade veramente spesso, considerando come questo profilifico producer proponga in media una miridiade di progetti ogni anno. Quest’anno neanche erano iniziati Person of Interest (premiato all’ultima edizione dei People’s Choice Awards) e Alcatraz, di cui vi parliamo ora, che già si era iniziato a parlare dei progetti che lo vedranno protagonista durante la stagione televisiva 2012-2013.

J.J. Abrams è uno che ha fatto la storia del piccolo schermo, con un certo Lost – che sono certo abbiate sentito nominare di rado, o con i più vecchiotti eppur amatissimi Alias e Felicity e last but not least Fringe. Quanto di veramente suo ci sia dietro questi serial, che spesso ci si dimentica portano la firma di illustri writers, non si sa.. però una cosa è certa: ogni serial di Abrams è fonte di chiacchere e grandi aspettative (anche quel triste flop di Undercovers).

Alcatraz, partito Lunedì sulla FOX, è l’ultimo della scuderia della Bad Robots. Con dieci milioni e passa di telespettatori, che hanno seguito le prime due puntate, le prospettive sono rosee. Noi di ScreenWeek abbiamo visionato il pilot, che andrà in onda il 30 Gennaio su Mediaset Premium, e siamo qui a parlarvene.

Attenzione: se non avete già visto gli episodi, NON continuate la lettura! L’articolo contiene anticipazioni.

Ma prima di tutto, andiamo a vedere di cosa parla Alcatraz. Il 21 Marzo 1963 Alcatraz venne ufficialmente chiusa. Tutti i prigionieri vennero trasferiti fuori dall’isola. Ma questo non è ciò che accadde realmente. Niente affatto. E’ in questo modo che si apre l’episodio, con una voce narrante che ci “introduce” alla storia che il serial intende raccontare. La premessa è questa: i prigionieri di Alcatraz, nel ’63, sono tutti misteriosamente scomparsi – insieme a guardie e quant’altro (precisamente 256 prigionieri e 46 guardie). Per “insabbiare” la storia, il governo dichiara la chiusura di Alcatraz con annesso trasferimento dei prigionieri fuori dall’isola. Ora, tutto sarebbe rimasto sepolto se non che, ad un certo punto, nel nostro presente.. improvvisamente iniziano a riapparire quei prigionieri scomparsi.

Alcatraz Season 1 Poster Promo 03

Nel pilot, la detective Rebecca Madsen si ritrova a dover affrontare un caso alquanto complicato. Indagando su un omicidio, infatti, la Madsen trova sulla scena del crimine un’impronta appartenente a Jack Sylvane, uno dei criminali rinchiusi nella tremenda Alcatraz e che risulta morto da decenni. Per fare luce sulla questione, Rebecca si rivolge ad un esperto di Alcatraz, autore di innumerevoli romanzi sull’argomento: Diego Soto.

Alcatraz 1x01 Pilot Promo 01

Insieme i due iniziano ad indagare, e – se prima l’agente federale Emerson Hauser avesse tentato di ostacolare le sue ricerche – alla fine decide di renderla partecipe del progetto, insieme a Lucy, tecnico di laboratorio. Rebecca e Diego scoprono quindi la verità, ovvero che Alcatraz non è mai “stata chiusa” e che i suoi prigionieri non sono mai stati trasferiti, ma che sono appunto misteriosamente scomparsi – per ricominciare poi ad apparire, improvvisamente, nel loro presente da qualche tempo a questa parte.

Alcatraz 1x01 Pilot Promo 04

Sylvane, intanto, che non è invecchiato d’un giorno, continua a mietere viettime, finchè Rebecca e Hauser non riescono finalmente ad arrestarlo. L’episodio si conclude con Hemerson che porta il prigioniero in una sorta di Alcatraz ricostruita, promettendogli che presto sarà raggiunto dai suoi ex “conquinquilini”.

In Ernest Cobb, Rebecca e gli altri si ritrovano ad aver affrontare un altro dei prigionieri di Alcatraz, improvvisamente ricomarso. Facciamo la conoscenza di Ernest Cobb, un cecchino il cui modus operandi è il compimento di tre sparatorie, una al giorno, per poi trasferirsi in un’altra città.

Alcatraz 1x02 Ernest Cobb Promo 02

L’agente Madsen, Diego, l’agente Hauser e la sua assistente Lucy devono quindi riuscire a trovare Cobb prima che compia la prossima strage. Quando riescono a trovare una pista su dove Cobb possa trovarsi, Rebecca , Diego e Lucy si ritrovano in una trappola, ed è Lucy a pagarne le spese che viene sparata in pieno petto da Cobb. Ancora più motivati a trovare l’assassino, i nostri scoprono qualcosa di più sul passato del killer. Dopo essere cresciuto in un orfanotrofio, Cobb va alla ricerca della madre, solo per trovarla già sistemata in un’altra famiglia e con un’altra figlia.

Alcatraz 1x02 Ernest Cobb Promo 04

La Madsen inoltre scopre, visitando la cella del detenuto in quel di Alcatraz, il luogo dove la prossima sparatoria possa avere atto e riesce così a fermare, insieme all’agente Hauser, la terrificante vendetta del prigioniero. Nel finale, Hauser porta anche Cobb in una prigione segreta: lui e Sylvane sono i primi due detenuti della struttura. Ma non finisce qua: l’episodio si chiude con quello che è stato forse il momento più “eccitante” delle due ore. In un flashback, vediamo Lucy nel 1960 operare per conto dell’allora direttore del carcere: è Lucille Sengupta.

Alcatraz si dipana alternando il presente ai flashback del passato, il che strizza l’occhiolino al modus operandi di Lost . In questo modo da una parte seguiamo il presente dei protagonisti, intenti nella ricerca del prigioniero di turno, e tramite flashback sappiamo qualcosa di più su di loro e soprattutto sulla loro permanenza ad Alcatraz.

Come e perché i detenuti siano scomparsi, e abbiano poi iniziato a riapparire, è il mistero che la serie vuole raccontare. In questa premiere non ci vi viene rivelato praticamente nulla, se non che dietro potrebbe esserci l’agenda di qualcuno. E in effetti, i prigionieri che ritornano sono spinti sì da una loro vendetta personale ma Sylvane giustifica uno degli omicidi commessi come un’ordine fattogli da qualcuno. Non dimentichiamoci che sia Sylvane che Cobb avevano a disposizione vestiti e soldi.

Alcatraz Season 1 Cast Promo

La mia opinione su Alcatraz è piuttosto negativa. In primis è piena dei soliti chlichè: la Madsen è orfana di entrambi i genitori, ha perso il suo partner lavorativo (che è stato ucciso da uno degli ex prigionieri, che poi si scopre essere addirittura suo nonno!); è un personaggio visto e stravisto. Senza contare, poi, che Sarah Jones non ha per niente il carisma della protagonista. Come la Madsen, anche il resto dei personaggi non hanno alcun mordente. Lo stesso Garcia, da cui mi aspettavo qualche momento comedy in più, delude (che poi, la coppia detective-scrittore è già in auge e funziona meglio, vedi Castle..).

Tutto sommato, per quanto mi riguarda, Alcatraz sa di rivisto e rivisto, soprattutto per uno che i serial di Abrams li ha seguiti più o meno tutti. C’è un po’ di Alias, c’è tanto Lost , e un pizzico di Fringe. Cambia il modo in cui è servito, insomma, ma gli ingredienti che compongono il piatto sono sempre gli stessi. Durante la visione del pilot, riuscivo a pensare solo ad una cosa: voglio guardare Fringe!

Per rimanere aggiornati sull’ultima fatica di Abrams, tenete sempre d’occhio la pagina di Episode39 dedicata al serial!

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Transformers: War for Cybertron Trilogy – Il sorgere della Terra su Netflix dal 30 dicembre 23 Novembre 2020 - 22:47

Il sorgere della Terra la seconda parte di Transformers: War for Cybertron Trilogy sarà disponibile su Netflix dal 30 dicembre

The 355: il film con Jessica Chastain e Lupita Nyong’o rimandato di un anno 23 Novembre 2020 - 21:15

L'action diretto da Simon Kinberg arriverà a gennaio 2022

Russell Crowe e Nicole Kidman a capo dell’Australian Academy of Cinema and Television 23 Novembre 2020 - 21:02

Russell Crowe e Nicole Kidman sono stati nominati rispettivamente, il presidente e il vice presidente dell'Australian Academy of Cinema and Television

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?