L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

ScreenWEEKend – Mosse vincenti per cambiare vita da artisti!

Di Marco Triolo

Commedie, mostri, serial killer, zombie, film muti e concerti live: il weekend si preannuncia come una giostra dei divertimenti capace di accontentare tutte le fasce di pubblico. Diamo un’occhiata insieme alle uscite…

Almanya – La mia famiglia va in Germania di Yasemin Samdereli

Di immigrati turchi in Germania ce ne sono tantissimi: per le strade di Berlino, quando durante i mondiali si scontrano le nazionali tedesca e turca succede il finimondo, è come se la nazione si spaccasse in due. Il film di Yasemin Samdereli racconta proprio di una famiglia turca trapiantata in Germania e del suo ritorno in patria dopo tanti anni, alternato al racconto dell’arrivo in Germania dalla Turchia. Una storia famigliare che saprà appassionare chi ama il buon cinema proveniente dal vicino oriente. Qui le opinioni della critica.

Ligabue – Campovolo 2.0 3D di Marco Salom e Cristian Biondani

Campovolo 2.0 non è un film, come i fan di Ligabue già sapranno. È il concerto che il cantautore emiliano ha tenuto all’aeroporto Campovolo di Reggio Emilia davanti a 120.000 persone, sparato sul grande schermo e per di più in 3D. Chi ama la musica del Liga non potrà esimersi, chi lo apprezza potrebbe dargli una chance. Certo, non sarà mai come vedere un concerto dal vivo…

The Artist di Michel Hazanavicius

Siamo nel 2011, ma questo non ha impedito a Michel Hazanavicius di girare un film muto con tutti i crismi, come se gli anni Trenta non fossero mai arrivati. Un cast di prim’ordine, guidato da Jean Dujardin (premiato a Cannes), Berenice Bejo, James Cromwell, John Goodman e Penelope Ann Miller, per un accorato omaggio al cinema delle origini che ha anche riscosso un notevole successo di critica e pubblico. Un esperimento, ma fatto con il cuore. Qui la nostra recensione.

Enter the Void di Gaspar Noé

Arriva finalmente in Italia l’ultimo film di Gaspar Noé, un trip psichedelico lodato apertamente da Quentin Tarantino. Più che un film, una vera esperienza cerebrale e di pancia, un viaggio nei meandri della psiche umana sorretto da uno stile visionario, esaltante e angosciante allo stesso tempo. La pellicola verrà distribuita contemporaneamente on line sulla nuova piattaforma Own Air. Ma fatevi un favore: se arriverà vicino a voi, cercate di vederlo sul grande schermo. Qui la critica.

Bloodline di Edo Tagliavini

Di thriller/horror italiani se ne sono visti parecchi (almeno rispetto alla media nazionale) ultimamente. Che fossero tutti di qualità medio-bassa, quello è un altro discorso. Non voglio pronunciarmi senza averlo visto, ma questo Bloodline dal trailer sembra cadere nella stessa categoria dei precedenti. In particolare, la recitazione è agghiacciante, e non in senso buono. Magari gli appassionati di morti viventi vorranno dargli lo stesso un’occhiata, dato che pare che di zombie ce ne siano svariati. Qui le opinioni della critica.

Monsters di Gareth Edwards

Altro film ad arrivare in Italia con estremo ritardo. Monsters di Gareth Edwards è un prodotto onesto, ben confezionato a partire da un budget molto basso, ed evocativo quanto basta. Peccato che poi scarseggi l’azione, o per lo meno una tensione che porti avanti la storia evitando i punti morti tra le sequenze principali. Comunque, un film da vedere per gli appassionati da fantascienza, e da paragonare al più fortunato District 9. Qui la critica.

Mosse vincenti di Thomas McCarthy

Dal regista dell’ottimo L’ospite inatteso, arriva una commedia sul wrestling interpretata dal grande Paul Giamatti e da Burt Young, il mitico Paulie della saga di Rocky. Cinema americano indipendente che quindi gioca un po’ al di fuori dagli schemi hollywoodiani per regalarci emozioni vere e un ritratto dell’America meno ovattato. Fatelo vostro. Qui la nostra recensione dal Torino Film Festival.

Cambio vita di David Dobkin

Torna il classico meccanismo dello “scambio di cervelli”, con stavolta al centro due amici, il playboy Mitch (Ryan Reynolds) e l’uomo d’affari con moglie e figli Dave (Jason Bateman). Seguiranno complicazioni amorose, etiche, ma anche il solito discorso sulla crescita e sulle responsabilità. Il tutto condito, si spera, con situazioni abbastanza divertenti da far dimenticare quanto la premessa sia stravista. Qui la recensione.

Come ogni settimana, vi rimandiamo alle previsioni del box office e alle nostre app per iPhone e iPad.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Garret Dillahunt e Scoot McNairy in Blonde, film su Marilyn Monroe 20 Settembre 2019 - 0:14

Alla regia Andrew Dominik, alla produzione Brad Pitt.

Mayim Bialik e Jim Parsons ancora insieme per la sitcom Carla 19 Settembre 2019 - 23:53

Si tratta del remake americano dello show britannico Miranda.

Joaquin Phoenix sarà protagonista del prossimo film di Mike Mills 19 Settembre 2019 - 23:42

Le riprese inizieranno il prossimo autunno.

La storia di Waterworld (FantaDoc) 19 Settembre 2019 - 16:08

L'annacquata storia di Waterworld, il buco nell'acqua di Costner. Ma sarà poi vero?

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Batman, il telefilm 18 Settembre 2019 - 15:47

Nanananananananana...

7 cose che forse non sapevate sulla Famiglia Mezil 17 Settembre 2019 - 16:32

Lo storico cartoon della Famiglia Mezil, che veniva da oltre cortina e... ha ispirato i Simpson?!?