L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Steven Soderbergh fuori da The Man From UNCLE!

Di Marco Triolo

Contagion Steven Soderbergh foto dal set 3

La telenovela di The Man From U.N.C.L.E. è arrivata a un’amara conclusione: Steven Soderbergh ha lasciato il progetto dopo alcuni screzi con la Warner Bros. a proposito del budget e del cast. Fu la stessa Warner ad avvicinare Soderbergh per chiedergli di rimettere in sesto un progetto in gestazione da molto tempo, e il regista iniziò a lavorare alla sceneggiatura con Scott Z. Burns (Contagion). The Playlist riporta che, tra i nomi considerati per i ruoli principali, ci sono stati anche Michael Fassbender, Johnny Depp e Matt Damon. Oltre naturalmente a George Clooney, Bradley Cooper, entrambi fuoriusciti, e Channing Tatum, attualmente in trattative.

Durante un recentissimo incontro per discutere del progetto, Soderbergh ha deciso di mollare perché la Warner voleva concedergli solo 60 milioni di dollari per il film, che lo studio intendeva come primo capitolo in un franchise. Soderbergh riteneva che 60 milioni fossero troppo pochi per un thriller di spionaggio ambientato negli anni Sessanta e in quattro continenti diversi, e così ha lasciato.

Inoltre, pare che il regista volesse nei due ruoli principali – gli agenti dell’U.N.C.L.E. Napoleon Solo e Illya Kuryakin – Michael Fassbender e Joel Kinnaman, due nomi che lo studio aveva approvato freddamente, solo per scritturarli poco tempo dopo in due altri film, Londongrad e Arthur & Lancelot. La cosa ha dato non poco fastidio a Soderbergh, a quanto si dice. Come detto, per breve tempo anche Depp era entrato in gioco, avendo letto lo script nel periodo in cui Lone Ranger era stato sospeso. Ma poi Jerry Bruckheimer è riuscito a rimettere in piedi il film Disney, e la star è tornata all’ovile. Infine, Matt Damon, che ha già collaborato molte volte con Soderbergh, è stato brevemente preso in considerazione, ma il regista lo voleva per il biopic su Liberace, e ha insistito perché la Warner scegliesse qualcun altro.

Il tutto si è concluso con un niente di fatto, e ora lo studio dovrà ricominciare da capo, visto che la sceneggiatura di Burns è stata scritta per calzare a pennello Soderbergh. Che ne dite?


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Avatar 2 – Cavalli alieni e una bimba Na’Vi nelle foto dal set 22 Aprile 2021 - 13:30

Jon Landau ha pubblicato una foto dal set di Avatar 2 per mostrarci che persino i cavalli e le bambine indossano i sensori per la performance capture.

Master of None: la stagione 3 a maggio su Netflix, Lena Waithe sarà la protagonista 22 Aprile 2021 - 12:30

Dopo una pausa di ben tre anni, la serie Master of None è pronta per tornare su Netflix con la stagione 3. nuova stagione sarà incentrata su Denise (Lena Waithe).

Il 26 aprile potranno riaprire i cinema, ma come e con quali film? 22 Aprile 2021 - 11:45

Con il nuovo decreto, le sale potranno riaprire tra pochi giorni. Ecco quali film vedremo e quali saranno le misure di sicurezza

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.