L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Festival di Roma 2011, Magic Valley racconta l’oscura provincia americana

Di emanuele.r


Una delle curiosità del concorso del festival di Roma 2011 è la presenza di molti esordienti, cosa rara in un festival internazionale: tra questi c’è Jaffe Zinn, regista americano che ha presentato Magic Valley, film indipendente che racconta – come spesso accade fuori dalle major – la provincia americana profonda raccontandone segreti, vizi e corruzione.
Ambientato nel paesino rurale di Buhl, Idaho, il film mette insieme le storie di vari personaggi, dal ragazzo tormentato, che si circonda di amici non proprio intelligentissimi, allo sceriffo annoiato, dall’allevatore che vede il suo laghetto pieno di pesci morti a causa diella deviazione del torrente fino a due ragazzini chegiocando, scoprono il cadavere di una ragazza. Tutte le storie giugneranno a incontrarsi. Un dramma vicino al thriller scritto dal regista che sembra, nei temi e nelle ispirazioni visive, la versione country del cinema di David Lynch e Gus Van Sant.

Aperto da un’immagine inquietante (un lago di pesci morti che su cui appare il titolo) che dà anche l’indizio di una sotterranea ironia, il film racconta il lontano west contemporaneo in cui, passata la gloria di pionieri e cowboy, in cui la morte striscia tanto nei corpi umani e animali quanto nelle morali corrotte, putrefatte dalla noia e da una mentalità fatta di violenza, nella quale fingere di soffocarsi è lo sballo più grande; Zinn sceglie un approccio narrativo distaccato e freddo, più che raccontare le indagini su un omicidio descrive le pulsioni dei personaggi, il retroterra che consente un atto di crudeltà, con fare più da entomologo che da mero regista.
Nonostante il distacco del tono, la sceneggiatura però cura e controlla la narrazione in modo notevole, senza preoccuparsi della suspense o di far aderire il racconto a uno schema preciso e Zinn ha un bell’occhio (esaltato dalla fotografia di Sean Kirby) nel controllare i personaggi, nel descriverne il quotidiano orrore, nel far sentire allo spettatore il disagio di un luogo e di uno stile di vita (triste e buffo al tempo stesso, lo sceriffo che racconta al vice gli episodi di Walker Texas Ranger). Supportano questa sensazione un gruppo di bravi attori, solitamente caratteristi, qui capaci di dare uno spessore umano e realistico che fa balenare quell’affetto che il film rifiuto. E anche in questo strano contrasto, sta il fascino del cinema.

Vi ricordo che potete continuare a seguirci per tutte le news questa sesta edizione del Festival Internazionale del Film tramite la scheda del nostro database (basta cliccare qui sotto, anche sul Mi Piace) oppure sulla nostra pagina Facebook.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Lasciami entrare: Showtime ordina la serie con Demián Bichir 22 Settembre 2021 - 20:45

La serie, ispirata al romanzo di John Ajvide Lindqvist e al film da esso tratto, si girerà a New York a partire da inizio 2022

Y: L’Ultimo Uomo – Tutto ciò che c’è da sapere sulla serie 22 Settembre 2021 - 20:30

Y: The Last Man è arrivata su Disney+: ecco alcune informazioni sulla serie tratta dal fumetto di Brian K. Vaughn!

Il nuovo James Bond potrebbe essere una donna? Risponde Daniel Craig 22 Settembre 2021 - 20:27

Con No Time to Die Daniel Craig saluterà definitivamente il mitico 007. Chi prenderà il suo testimone? Ancora non lo sappiamo ma secondo l'attore dovrebbe sempre essere un uomo.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.

Star Wars: Visions, la recensione 21 Settembre 2021 - 18:00

In un Giappone vicino vicino: arrivano su Disney+ i corti anime di Star Wars.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).