L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

American Horror Story, la recensione di Vecchi rancori

Di emanuele.r

Attenzione, il seguente articolo contiene spoiler. Continuate a leggerlo a vostro rischio o solo se avete visto l’episodio. 

Una buona regola della narrazione cinematografica e televisiva dice che ogni tanto servono dei tempi morti, delle pause nel racconto, altrimenti i nodi principali o i colpi di scena non avrebbero lo stesso effetto sullo spettatore. Così anche American Horror Story, giunto al terzo episodio dopo due puntate al cardiopalma, con Vecchi rancori si decide di tirare un po’ (poco) i remi in barca, senza per questo tralasciare importanti rivelazioni sui personaggi.

Vivien vuole decisamente vendere casa, dopo gli avvenimenti dell’episodio precedente, ma per Ben non è un’opzione visto che nella casa hanno investito ogni risparmio. Intanto, l’uomo ha problemi in casa, e nemmeno pochi: dopo l’ennesima avance della cameriera che lui vede bellissima, Ben reagisce violentemente scatenandone l’ira, mentre una sua paziente prossima al divorzio sparisce. E come se non bastasse, Hayden appare a casa, decisa a tenersi il bambino concepito con Ben. Scritto da Jennifer Salt e diretto da Bradley Buecker, l’episodio continua a girare intorno ai temi della maternità, della maledizione e della maternità come tale, con qualche flessione, ma anche con qualche freccia al proprio arco.

Per esempio l’incipit, nel 1983, nel quale si vede Moira mentre viene praticamente violentata dal suo padrone dell’epoca, scoprendo poi che altri non era che il marito di Constance: la quale armata di pistola (e pesantemente ritoccata al computer) spara a lei – al suo occhio, per la precisione – e al marito. Probabilmente uccidendole, anche se abbiamo capito che niente è come sembra nella serie: a parte il prologo, però nell’episodio non c’è niente di particolarmente avvincente o inquietante, prima del finale. La casa è difficilissima da vendere per la sua fama (per questo cerca un appartamento in affitto), che Viv constata di persona facendo un tour degli orrori della città, ricevendo poi la visita del fantasma della sig.ra Montgomery, la prima inquilina della casa ora ribattezzata “la casa degli omicidi” (Murder House, come recita il titolo originale), di fronte alla quale una perdita di sangue fa pensare a Viv di aver perso il bambino. Ma invece Ben avrà un figlio, non solo uno legittimo, ma anche uno clandestino, visto che Hayden si presenta in studio, arrabbiata per essere stata lasciata sola – e succederà un’altra volta a fine episodio -, minacciando di rivelare tutto se Ben non le sarà a fianco durante la gestione. Un problema spinoso, che Ben risolve suo malgrado grazie all’aiuto di Larry, che ammazza la ragazza a badilate in faccia e convince Ben a seppellirla costruendoci sopra un gazebo.

E’ questo il finale shock che risolleva un episodio non brutto ma meno convincente degli altri due:  la sceneggiatura è meno serrata e appassionante nello sviluppo dei temi e dei personaggi, la regia è più convenzionale e su tutto appare una sorta di apatia che può capitare negli episodi di passaggio. Senza ovviamente che venga a a mancare la stima per gli autori e per una serie che promette scintille e paura, come mostra anche il promo del prossimo episodio che trovate di seguito. Cosa ne pensate? Continuate a seguire con noi questa serie sul nostro blog tv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Distanza di sicurezza – Il trailer del film di Claudia Llosa, dal 13 ottobre su Netflix 17 Settembre 2021 - 13:00

Distanza di sicurezza, film di Claudia Llosa tratto dal romanzo di Samanta Schweblin, uscirà il mese prossimo in alcuni cinema selezionati, e dal 13 ottobre su Netflix: ecco il trailer ufficiale.

Jigsaw: Giancarlo Esposito protagonista della serie Netflix prodotta da Ridley Scott 17 Settembre 2021 - 12:00

Attenzione, il seguente articolo contiene spoiler. Continuate a leggerlo a vostro rischio o solo se avete visto l’episodio.  Una buona regola della narrazione cinematografica e televisiva dice che ogni tanto servono dei tempi morti, delle pause nel racconto, altrimenti i nodi principali o i colpi di scena non avrebbero lo stesso effetto sullo spettatore. Così […]

La vita bugiarda degli adulti: inizia la lavorazione della serie Netflix da Elena Ferrante 17 Settembre 2021 - 11:15

Alla regia Edoardo De Angelis (Indivisibili), nel cast Valeria Golino; inoltre, i dettagli su alcune delle prossime serie italiane che vedremo su Netflix

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".