L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Festival di Roma – Totò alla conquista della risata in 3D

Di Marco Triolo

E’ incredibile pensare che già nel 1953 c’era chi tentava di sperimentare con il 3D, eppure è proprio così. Se pensiamo che il formato già veniva utilizzato nel cinema sci-fi americano, non ci si stupisce più di tanto, ma pensarlo applicato alla comicità di Totò è tutto un altro discorso.

Totò in 3D – Il più comico spettacolo del mondo uscì nel 1953 in un formato chiamato Podelvision (dai cognomi di Carlo Ponti e Dino De Laurentiis che lo brevettarono), che consisteva in un vero e proprio 3D stereoscopico. Il film venne infatti girato con due cineprese, e i fotogrammi venivano poi fatti convergere per creare un effetto 3D visibile con gli occhialini. Ma “era troppo costoso”, spiega Aurelio De Laurentiis alla conferenza stampa del film al Festival di Roma, a cui erano presenti anche il comico napoletano Alessandro Siani e la figlia di Totò, Liliana De Curtis. “E poi gli occhialini non venivano sterilizzati come oggi, e portavano malattie”. Risultato, il Podelvision affogò subito dopo essere nato, e non vennero più realizzati film nel formato.

Festival di Roma cinferenza Totò 3D 2

Ciononostante, resta un interessante esperimento, a cui Totò partecipò con entusiasmo: “Papà ha fatto il primo film italiano a colori – ricorda la De Curtis – e il primo in 3D. Amava molto il cinema e voleva che fosse sempre al top, perciò era entusiasta di questo formato”. Il restauro di Totò in 3D ha richiesto più di un anno di duro lavoro, per via del deterioramento e dell’estrema infiammabilità dei negativi: “Dopo il successo di Viaggio al centro della Terra 3D – spiega De Laurentiis – sono stati restaurati molti film nel formato. Questo mi era sfuggito, ma quando l’ho scoperto gli ho subito dato la precedenza. Siamo stati corteggiati da Cannes e Venezia”, ma i lunghi tempi di restauro gli hanno impedito di accettare. Adesso Totò in 3D è tornato, in forma smagliante, e pare che si stia tentando una distribuzione nelle sale. Speriamo in bene, perché sarebbe un modo divertente per far conoscere ai giovani un genio del nostro cinema e del cinema internazionale.

Festival di Roma cinferenza Totò 3D 1

Vi ricordo che potete continuare a seguirci per tutte le news questa sesta edizione del Festival Internazionale del Film tramite la scheda del nostro database (basta cliccare qui sotto, anche sul Mi Piace) oppure sulla nostra pagina Facebook.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Garret Dillahunt e Scoot McNairy in Blonde, film su Marilyn Monroe 20 Settembre 2019 - 0:14

Alla regia Andrew Dominik, alla produzione Brad Pitt.

Mayim Bialik e Jim Parsons ancora insieme per la sitcom Carla 19 Settembre 2019 - 23:53

Si tratta del remake americano dello show britannico Miranda.

Joaquin Phoenix sarà protagonista del prossimo film di Mike Mills 19 Settembre 2019 - 23:42

Le riprese inizieranno il prossimo autunno.

La storia di Waterworld (FantaDoc) 19 Settembre 2019 - 16:08

L'annacquata storia di Waterworld, il buco nell'acqua di Costner. Ma sarà poi vero?

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Batman, il telefilm 18 Settembre 2019 - 15:47

Nanananananananana...

7 cose che forse non sapevate sulla Famiglia Mezil 17 Settembre 2019 - 16:32

Lo storico cartoon della Famiglia Mezil, che veniva da oltre cortina e... ha ispirato i Simpson?!?