L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Insidious, la recensione in anteprima

Di Filippo Magnifico

Insidious Poster Italia 01Regia: James Wan
Cast: Rose Byrne, Patrick Wilson, Barbara Hershey, Ty Simpkins, Lin Shaye, Angus Sampson
Durata: 1h 43m
Anno: 2011

Renai e Josh (Rose Byrne e Patrick Wilson) si sono da poco trasferito con i loro tre figli in una nuova abitazione. Ambientarsi in una nuova casa molto spesso non è facile e, come se non bastasse, ecco che arriva un dramma a spezzare quel poco di armonia duramente conquistata: Dalton (Ty Simpkins), uno dei loro figli, cade accidentalmente da una scala sbattendo la testa. La situazione sembra essere sotto controllo, ma ciononostante il piccolo finisce in una sorta di coma, dal quale non riesce ad uscire. Dopo l’incidente strane cose cominciano a succedere all’interno di quell’abitazione.

Dopo aver dato vita ad uno dei franchise horror più longevi degli ultimi anni (il riferimento è ovviamente alla saga di Saw), James Wan torna nelle nostre sale con un’opera – sempre low budget – che strizza l’occhio, in alcuni casi attingendo a piene mani, alle vecchie ghost story di una volta (Amityville Horror e Poltergeist su tutte). Nel farlo si è avvalso di un produttore che di case infestate se ne intende: Oren Peli, regista di Paranormal Activity e finanziatore dei suoi sequel. Il risultato è un’opera che, pur non essendo così memorabile, riesce a farsi voler bene. Il merito è riscontrabile nella sua stessa essenza di pellicola a basso costo, che ha spinto i realizzatori a sfruttare l’atmosfera, il più delle volte dettata dalla messa in scena e dai suoni, che si tratti della stessa colonna sonora o dell’uso di veri e propri effetti.

Questo contribuisce a donare alla storia quell’aria tipica di un certo cinema (di genere ovviamente) realizzato a cavallo tra gli anni ’80 e i ’90, che, pur presentando storie sostanzialmente deboli, è stato in grado di regalarci momenti di puro e sano intrattenimento. Insidious è fondamentalmente questo: un’opera cosciente delle sue potenzialità e pronta a sfruttarle nel migliore dei modi, proponendoci un repertorio di cliché che comprende case (più o meno) infestate, spiriti di ogni sorta e genere, mariti scettici e mogli terrorizzate, medium anziane pronte a correre in aiuto di poveri malcapitati ed esperti di occulto trasformati in vere e proprie parentesi comiche. Il tutto addobbato ad hoc per renderlo inquietante quel tanto che basta ed evitare contemporaneamente il bavaglio della censura.

Qualcuno potrebbe definirla una pellicola furba e non avrebbe tutti i torti del resto. Ma non è questo l’importante. L’essenziale e che, nel suo piccolo, sia in grado di funzionare.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Chadia Rodriguez e Alice Pagani cantano Non mi uccidere per la colonna sonora del film di Andrea De Sica 19 Aprile 2021 - 21:15

È disponibile il videoclip ufficiale di Non mi uccidere, la canzone di Chadia Rodriguez e Alice Pagani presente nella colonna sonora dell’omonimo film diretto da Andrea De Sica.

Justice is Gray: la versione in bianco e nero della Snyder Cut disponibile su Sky e NOW 19 Aprile 2021 - 20:45

Anche Zack Snyder’s Justice League ha la sua versione in bianco e nero. Justice Is Gray è da oggi disponibile anche in Italia su Sky On Demand e su NOW.

Rocky IV: Stallone svela il titolo del director’s cut, ci sarà anche un documentario 19 Aprile 2021 - 20:30

John Herzfeld, regista di Escape Plan 3 - L'ultima sfida, ha seguito Stallone mentre lavorava al nuovo montaggio del suo classico

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.