L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Dexter, la recensione della premiere della sesta stagione

Di Cristiano

Ci sono serial partiti bene e finiti male e serial, invece, che dopo una partenza non tanto soddisfacente hanno ingranato bene la loro marcia. E’ un discorso sia qualitativo che “commerciale”, e Dexter non rientra in nessuna delle due categorie suddette.

Quando sei anni fa Showtime diede il via a Dexter fu amore a prima vista per pubblico e critica, un sodalizio inossidabile riconfermato dalla premiere della nuova stagione del serial, andata in onda sulla rete via cavo Domenica scorsa. Non solo è stata la più vista di sempre (con più di 2.200.000 telespettatori), ma anche a livello qualitativo questa è stata una delle premiere più promettenti di sempre.

Ci avevano promesso una sorta di nuovo inizio, un ritorno alle origini, e il previously on – che ha “riassunto” le precedenti cinque stagioni – è stato funzionale in tal senso. Nelle scorse stagioni Dexter si è avvicinato sempre di più al suo lato umano, solo per scoprire che l’uomo può essere tanto più terribile del suo “Dark Passenger” che da sempre lo accompagna. Dexter è cresciuto, è maturato, ha conosciuto e perso una parvenza d’amore, ha avuto un figlio ed ha – soprattutto – pienamente accettato la sua natura. Finalmente!

La puntata si apre con Dexter intento a fare ciò che sa fare meglio: fare giutizia. Ci ritroviamo, ancora una volta, faccia a faccia con un serial che ha sviscerato la morale e il codice etico che siamo sempre stati abituati a conoscere, e come al solito facciamo il tifo per il nostro beniamino che in maniera tutt’altro che ortodossa lotta, notte dopo notte, contro il crimine. E’ tornato Dexter, il nostro Vigilante preferito, ed più in pace con se stesso che mai.

Tutti sono andati avanti con le loro vite: LaGuerta ha ricevuto una promozione, e lo stesso per Baptista; Deb ha finalmente una situazione sentimentale stabile, e Dexter è addirittura alle prese con la scelta dell’asilo del piccoletto. Ed è proprio con questo espediente che gli autori hanno introdotto la tematica principale della della stagione: Dexter contro la fede. Da uno come Dexter, effettivamente, che ha sempre messo in discussione l’etica.. cosa ci si aspetterebbe nel vederselo confrontarsi con la morale per eccellenza, la religione cattolica, e addirittura con Dio – onnipresente, onnicomprensivo, onnisciente. Qualcosa che non può razionalmente conoscere, figurarsi comprendere. Scordatevi Trinity, scordatevi l’Ice Truck Killer, e anche di Miguel Prado; Dexter questa stagione dovrà vedersela col più misterioso dei “suoi” nemici: la fede, il fanatismo. Ci sarà da divertirsi, e già ne abbiamo avuto un assaggio nel finale della puntata, quando la ‘vittima’ della giustizia di Dexter – che ha ucciso la propria moglie – chiede pietà, in nome di un Dio “punitore” e “giusto”. Ironia, paradosso e emotività: tre delle parole chiave con cui la questione sembra voler essere affrontata dagli autori.

E se da una parte c’è la questione della fede, questa premiere ci ha inoltre presentato anche altri due nemici che daranno il filo da torcere, interpretati dai bravissimi Colin Hanks e Edward James Olmos, rispettivamente Travis Marshal e il Professore Gellar, che pure col loro modus operandi richiamano qualcosa di mistico. Certamente daranno del filo da torcere al nostro Dexter, che come al solito sarà più che felice di doversi confrontare con due soggetti del genere.

Insomma, una premiere piena di spunti interessanti, che gli autori sapranno sbrogliare magnificamente durante il corso degli episodi, e tanta, tanta bravura. Da parte degli autori, che sono assoluti geniacci, che sanno far viaggiare su due binari perfettamente combacianti riflessione e intrattenimento (ed in questo episodio è venuto fuori soprattutto il lato comedy di Dexter, un aspetto che ho sempre apprezzato); ma anche e soprattutto da parte del cast, guidato in primis da Michael C. Hall, che ci regala stagione dopo stagione uno dei personaggi meglio caratterizzati del piccolo schermo.

Bentornato, Dexter! E voi avete visto l’episodio?

Per foto, new e informazioni sui prossimi episodi non dimenticate di visitare la sezione di Dexter su Episode39!

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

We Can Be Heroes: il trailer ufficiale del nuovo film Netflix di Robert Rodriguez 4 Dicembre 2020 - 19:15

Netflix ha diffuso il trailer ufficiale di We Can Be Heroes, il nuovo film di Robert Rodriguez, in arrivo sulla piattaforma il primo gennaio 2021.

Fata Madrina Cercasi: su Disney+ il nuovo film di Natale con Isla Fisher e Jillian Bell 4 Dicembre 2020 - 18:58

È ora disponibile su Disney+ Fata Madrina Cercasi, la nuova commedia di Natale con protagoniste Isla Fisher e Jillian Bell. Ecco tutto quello che dovete sapere, il trailer, la trama, il cast e la colonna sonora.

Metal Gear Solid – Oscar Isaac sarà Solid Snake 4 Dicembre 2020 - 18:47

Oscar Isaac è riuscito a far avverare il suo sogno, interpreterà Solid Snake nell'adattamento cinematografico di Metal Gear Solid

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.