Condividi su

06 ottobre 2011 • 10:16 • Scritto da Marco Triolo

Clint Eastwood torna a fare l’attore?

Clint Eastwood aveva rinunciato alla recitazione dopo Gran Torino, ma ora sembra proprio che abbia cambiato idea: potrebbe tornare davanti alla macchina da presa per Trouble With The Curve, storia di un anziano talent scout del baseball in viaggio con la figlia...
Post Image
1

Gran Torino Immagini del film Clint Eastwood Cory Hardrict Brian Haley Cory Hardrict Brian Howe Geraldine Hughes Dreama Walker 34
Clint Eastwood aveva praticamente rassegnato le dimissioni da attore dopo il suo splendido ruolo nell’altrettanto splendido Gran Torino, ma ora sembra proprio che ci abbia ripensato. L’attore e regista, in pausa forzata dalla lavorazione di E’ nata una stella per via della gravidanza di Beyoncé, sta infatti considerando l’offerta del suo socio di Malpaso, Robert Lorenz, che debutterà alla regia con Trouble With The Curve. Storia di un anziano talent scout del baseball con la vista che ormai fa cilecca, in viaggio verso Atlanta con la figlia per esaminare una giovane promessa. Il ruolo di Eastwood sarebbe appunto quello del protagonista, mentre non si sa ancora chi interpreterà la figlia.

Il film, scritto da Randy Brown, suona come se fosse stato pensato esplicitamente per Eastwood, che in questi ruoli crepuscolari da il suo meglio. Lorenz ha lavorato per anni come assistente alla regia nei film di Eastwood, come Million Dollar Baby e Mystic River. Credo che per lui non sarà difficile convincere il socio a dirgli di sì, non trovate?

(Fonte: Deadline)

Condividi su

Un commento a “Clint Eastwood torna a fare l’attore?

  1. Ai tempi di Gran Torino Eastwood disse che sarebbe tornato davanti alla mdp solo se gli avessero proposto un bel ruolo in un grande film western … il genere da lui prediletto.
    Non dubito che Eastwood potrà offrire una grande interpretazione e che il film sarà valido.
    Gran Torino rappresenta, come attore, un’ uscita di scena in grande stile, il coronamento di una carriera monumentale, oltre ad essere un capolavoro. Le due cose sono coincise, non so fino a che punto la prima sia stata preparata a ‘tavolino’ e quanto sia stata una conseguenza naturale, vista la qualità del film.
    Restano i fatti. Qualsiasi altro film successivo, con Clint protagonista, rischia di essere non all’altezza di quella magnifica conclusione di carriera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *