Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2011/09/tsc2.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Secret Circle, la recensione del pilot

The Secret Circle, la recensione del pilot

Di Cristiano

Kevin Williamson è uno di quelli che i “giovani adulti”, come li definiscono nel settore, li conosce fin troppo bene. Suo è infatti il teendrama generazionele per eccellenza, Dawson’s Creek, e più di recente anche il cult The Vampire Diaries. Anche al cinema da anni scrive per il giovane pubblico, in primis con la saga di Scream. Insomma Kevin Williamson è certamente uno di quelli che sa cosa vogliono vedere i giovani.

The Vampire Diaries, che va in onda da tre anni a questa parte sulla CW, ne è stata la prova lampante. Prima della partenza c’era un po’ di diffidenza, a causa dell’era “Twilight” e di come questa abbia negativamente influito sulla reputazione dei vampiri, ma con lo scorrere degli episodi tutti si sono ricreduti: The Vampire Diaries è uno dei serial più intriganti e suspenseful del momento. Non sorprende affatto, quindi, che la CW abbia pensato di tentare il bis e di lasciare che a provarci fosse sempre Williamson.

Il “bis” è The Secret Circle, in partenza stasera negli States (in coppia con The Vampire Diaries; un’intera serata che porta la firma di Williamson), e noi di ScreenWeek lo abbiamo visto in anteprima per voi.

Partiamo col presupposto che The Secret Circle non è The Vampire Diaries. Come ha ampiamente ripetuto Williamson, i due serial sono ambientati in due diversi “universi” (leggi: nessun cross-over in arrivo!), quindi bisogna distanziarli. E’ un tantino difficile, perché le somiglianze sono molte: in primis sono protagonisti un gruppo di giovani adulti alle prese con “questioni soprannaturali”; ma soprattutto entrambi i serial sono tratti da due saghe di romanzi della stessa autrice, L.J. Smith.

Il pilot di The Secret Circle mi è piaciuto, ma non tanto quanto mi piacque il pilot di The Vampire Diaries. Rispetto a quest’ultimo, infatti, manca un po’ di mordente e/o di un universo mitologico ben definito. Ma andiamo con calma e vediamo di cosa parla, veramente, The Secret Circle.

Protagonista del serial è Cassie Blake, quella che era una teenager normale e felice – fino a quando sua madre, Amelia, muore in quello che sembra un tragico incidente. Rimasta orfana, Cassie è costretta a trasferirsi dalla nonna Jane nella piccola cittadina di Chance Harbor, Washington – quella stessa cittadina da cui la madre era fuggita anni prima – e dove i residenti sembrano conoscere Cassie meglio di quanto lei conosca se stessa. Cassie è una ragazza socievole e fa subito amicizia con un gruppo di ragazzi del luogo, e allo stesso tempo inizia a scoprire i segreti della storia della sua famiglia e i racconti delle streghe che, nel passato, popolavano Chance Harbor. Quello che non si sarebbe mai aspettata, però, è di essere la discendente di una delle più antiche famiglie di streghe del luogo e che la morte della madre in realtà non è stato un incidente. In particolare Cassie è l’ultimo membro di un “circolo segreto” di streghe, di cui fanno parte altre tre ragazze e due ragazzi, tutti discendenti dalle famiglie originarie di Chance Harbor. Sullo sfondo, poi, si muovono personaggi sinitri che hanno una propria “agenda”, come si suol dire, e per i quali il ritorno di Cassie a Chance Harbor rappresenta tutto ciò che stavano aspettando..

La premessa dello show è intrigante, certo, anche perché le streghe sono ‘creature soprannaturali’ che ci portiamo dietro sin dalla nostra infanzia, e sfido chiunque a non esserne quantomeno affascinato. E il pilot getta bene le basi della storia che, conoscendo Williamson, si districherà abilmente nel corso della stagione.

Personalmente la più grande “delusione” del pilota, e di conseguenza della serie, è rappresentata dal cast. A parte Gale Harold e Thomas Dekker, che mi sono piaciuti, per il resto il cast è fin troppo giovane ed acerbo. A partire da Britt Robertson, che non ha per niente il carisma della protagonista (come aveva già dimostrato nello sfortunato Life UneXpected). La CW d’altronde è solita lanciare i propri serial con attori semisconosciuti (un po’ per ragioni di budget, un po’ per ragioni commerciali), e c’è da dire che nel tempo – chi all’inizio non mi convinceva proprio – poi col passare degli episodi l’ha fatto.

Per il resto, fotografia e soundtrack ottime (quest’ultima strizza l’occhio al pubblico giovane indie, come tutti i serial CW). Una scena mi è piaciuta veramente tantissimo: quella in cui Cassie ‘impara’ con Adam a conoscere i suoi poteri nella foresta, e il risultato è una magica e bellissima pioggia di rugiada.. al contrario.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

In sviluppo le serie di God of War, Horizon e Gran Turismo 26 Maggio 2022 - 17:06

Sony ha aggiunto di aver 10 progetti al momento in sviluppo, basati sui franchise della PlayStation.

Mercoledì – La serie di Tim Burton uscirà in autunno su Netflix 26 Maggio 2022 - 17:00

Un poster del Licensing Expo svela che Mercoledì, serie di Tim Burton ispirata a La famiglia Addams, arriverà in autunno su Netflix.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia in streaming su Disney+ dal 22 giugno? 26 Maggio 2022 - 16:40

Secondo gli ultimi aggiornamenti, Doctor Strange nel Multiverso della Follia arriverà in streaming su Disney+ il 22 giugno.

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.