Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2011/4/22/the-help-poster-usa_mid.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Boxoffice USA, The Help batte ancora le nuove uscite!

Boxoffice USA, The Help batte ancora le nuove uscite!

Di Leotruman

Davvero un disastroso questo inizio di settembre per il botteghino americano. Il mese non è già di certo uno dei più redditizi dell’anno, ma delle nuove uscite nessuna è riuscita a superare nemmeno i 10 milioni di dollari nel weekend d’esordio.

Domani è però la festività del Labor Day, quindi le pellicole avranno la possibilità di incrementare ulteriormente gli incassi. In ogni caso ne approfitta ancora una volta The Help, che addirittura ha un calo nullo (solo -2%) al suo quarto fine settimana nelle sale, un risultato davvero eccezionale.

The Help Poster USA

La commedia drammatica con protagoniste Emma StoneViola DavisMelissa MolinaroBryce Dallas Howard e Jessica Chastain ha incassato altri 14.2 milioni di dollari (settimana scorsa erano stati 14.3!) con una media per sala sfiora ancora i 5mila dollari. La previsione sui 4 giorni è di 18 milioni di dollari.

Il totale è davvero eccellente: 118.5 milioni e con una tenuta del genere non avrà problemi a chiudere intorno ai 150 milioni di dollari.

La miglior media per sala l’ha però ottenuta Il Debito, film di John Madden che è un remake di un thriller israeliano del 2007. Il film ha raccolto in 1826 sale circa 9.6 milioni di dollari con una media appunto di 5300 dollari, la più alta della top-ten.

La pellicola ha già in cassa 11.5 milioni perché è uscita mercoledì nelle sale americane e dovrebbe raccogliere altri due milioni nella festività di domani e mantenere la seconda posizione in classifica.

La grossa delusione del weekend è stata invece  Apollo 18, pellicola Horror/Sci-Fi diretta da Gonzalo López e prodotta da Timur Bekmambetov (Wanted). Spostata innumerevoli volte, è sbarcata nelle sale americane questo weekend ma in ben 3300 cinema non è riuscita a raccogliere che 8.7 milioni di dollari, che diverranno a fatica una decina con gli incassi di domani. Davvero disastrosa la media per sala, solo 2600 dollari.

Shark Night Teaser Poster USA

Non ha brillato nemmeno Shark Night 3Dil nuovo horror diretto da David R. Ellis (The Final Destination 3D) che incassato solo 8.6 milioni in questo weekend d’esordio.

3000 dollari circa la media per sala, tra l’altro aiutata dal 3D, per un film che faticherà ad arrivare ai 30 milioni finali probabilmente. Si giocherà la medaglia di bronzo di questo weekend festivo con Apollo 18 (previsione di oltre 10 milioni di dollari).

Seguono le uscite delle scorse settimane, che hanno avuto cali molto ridotti. Gli spettatori sembrano essere andati, su consiglio del passaparola, a vedere film già nelle sale piuttosto che rischiare sulle nuove uscite.

Ad esempio L’Alba del Pianeta della Scimmie ha perso solo il 12% e ha incassato altri 7.8 milioni di dollari, che portano il totale del film ad oltre 160 milioni (siamo già oltre i 300 nel mondo).  Colombiana, thriller con protagonista Zoe Saldana (Avatar) ha aggiunto altri 7.4 milioni al suo bottino per un totale di 22 milioni mentre Our Idiot Brother, commedia con Paul Rudd, ha invece perso il 26% ed incassato altri 5.2 milioni per un totale di 15 milioni in 10 giorni.

L’unico che sembra godere di un pessimo passaparola è Non avere paura del Buio, horror prodotto da Guillermo del Toro e con protagonista Katie Holmes. Dopo il triste esordio ha perso ulteriormente il 42% e ha incassato altri 4.9 milioni per un totale di 16 milioni.

Dietro troviamo il quarto capitolo della saga di Spy Kids con 4.6 milioni (29 il totale) mentre la commedia Crazy, Stupid, Love ha addirittura aumentato i propri incassi del 4% rispetto allo scorso weekend e aggiunto altri 3.22 milioni per un totale di 74 milioni in circa un mese e mezzo di programmazione.

Chiudiamo con Harry Potter e i Doni della Morte: Parte due, che per la prima volta rimane fuori dalla top-ten con quasi 2.5 milioni di dollari e un totale di 374.5 milioni di dollari, il più elevato del 2011 e tra i più alti di sempre. Con gli incassi di oggi supererà lo storico traguardo degli 1.3 miliardi di dollari incassati, il terzo più elevato di sempre.

Chi avrà vinto la nostra Boxoffice Cup? E chi avrà indovinato il podio italiano nella classifica che pubblicheremo domani mattina?  Vi basta tornare e seguire la nostra sezione dedicata al boxoffice!

Fonte dei dati: Boxoffice.com

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Rai Cinema sbarca nel “Metaverso” con Diabolik 24 Maggio 2022 - 22:30

Rai Cinema sbarca nel Metaverso insieme a Diabolik, proseguendo nella direzione di ricerca e sperimentazione iniziata nel 2019 con il lancio di una App VR tutta italiana.

Garfield: anche Samuel L. Jackson nel cast vocale con Chris Pratt 24 Maggio 2022 - 21:00

L'attore darà voce a un personaggio originale nel film d'animazione incentrato sul gatto creato da Jim Davis

Aquaman 2: il presidente di DC Films nega le accuse di Amber Heard 24 Maggio 2022 - 20:15

Walter Hamada ha ribadito di aver considerato l'esclusione di Amber Heard solo per un problema di alchimia con Jason Momoa

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.