L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Le idi di marzo, George Clooney apre Venezia

Di Marco Triolo

Le idi di marzo George Clooney Ryan Gosling

George Clooney è di casa, a Venezia. Da anni la sua presenza è praticamente fissa: l’ultima volta ha presentato L’uomo che fissa le capre, film diretto da quel Grant Heslov che gli fa da partner produttivo e che insieme a lui ha scritto Le idi di marzo, quarto film da regista di Clooney che avrà l’onore di aprire la 68ma Mostra del Cinema di Venezia. Ci aspettiamo grandi cose dal film, perché Clooney ha già dimostrato di essere un regista interessante, e perché a livello di produzione spicca particolarmente il suo lato politico e di impegno civile. Così, Le idi di marzo sembra un mix di tutto ciò che gli riesce meglio, supportato per altro da un cast di grande livello: oltre allo stesso Clooney, vedremo Ryan Gosling, Paul Giamatti, Philip Seymour Hoffman, Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Jeffrey Wright.

Le idi di marzo Ryan Gosling

Gosling è il vero protagonista del film, nei panni di Stephen Myers, responsabile della campagna elettorale di Mike Morris, governatore che corre per la presidenza USA. I guai cominciano quando Myers viene coinvolto in uno scandalo sessuale che potrebbe avere pesanti ripercussioni sulla campagna. Uno scandalo naturalmente costruito ad arte, attraverso cui il giovane scoprirà in malo modo un mondo di intrighi che si cela sotto la superficie della politica. Gosling è una delle stelle nascenti di Hollywood, e ha già avuto modo di manifestare la sua bravura in Lars e una ragazza tutta sua. In arrivo ha Drive, attesissimo, Crazy, Stupid, Love e si appresta a girare Gangster Squad. Aspettiamo di vedere di quale pasta sia realmente fatto.

Concludiamo questa breve disamina del film con il trailer, già mostrato qualche tempo fa. L’impressione, come detto, è che Clooney abbia superato se stesso. Tutto starà nella sua capacità di non rendere noioso un film che nasce come play teatrale (di Beau Willimon), e nella sua abilità nel dirigere l’immenso cast. Se tutto andrà bene, avremo un serio contendente al Leone d’oro.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Fascinating Rhythm: Martin Scorsese produrrà il film su George Gershwin 22 Aprile 2021 - 21:30

Il progetto è stato affidato al regista di Sing Street, John Carney, e non dovrebbe essere un biopic canonico

Haunted Mansion: il film ispirato all’attrazione di Disneyland trova il suo regista 22 Aprile 2021 - 20:45

Il creatore di Dear White People Justin Simien dirigerà il film per Disney

Oscar 2021: ecco come David Rockwell trasformerà la Union Station di Los Angeles 22 Aprile 2021 - 19:45

All’architetto vincitore del Tony Award David Rockwell è stato affidato il compito di trasformare la storica Union Station per la Notte degli Oscar 2021.

Chi è M.O.D.O.K. e da dove salta fuori con quel suo capoccione 22 Aprile 2021 - 16:22

Le origini di M.O.D.O.K., uno dei più bizzarri villain di tutta la storia Marvel.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?