L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Duncan Jones parla del suo prossimo, misterioso film

Di Marco Triolo

Source Code Duncan Jones foto dal set 3

Duncan Jones ha fatto parlare di sé per poco tempo come “figlio di David Bowie“: poi quando è uscito Moon, hanno tutti smesso di menzionare la cosa, perché un esordio così potente meritava rispetto e, anziché come un fortunato figlio di papà, da quel momento Jones è stato visto come una nuova, emozionante promessa. La promessa è stata mantenuta a metà dal successivo Source Code, che comunque era un film su commissione e, in quanto tale, di ottimo livello, anche se non paragonabile all’esordio. Ora, Jones sta per tornare a lavorare a un soggetto da lui stesso scritto, e ancora una volta si tratterà di un film di fantascienza.

Il regista ha rivelato a LoveFilm:

“E’ un altro film di fantascienza, che spero sarà la summa di quello che mi piace fare. Spero anche che prenderà il meglio dai due mondi [quello del cinema indipendente e quello delle grandi produzioni], sarà un’idea mia ma con il budget per poterla effettivamente realizzare. L’ambientazione è fantascientifica, futura, collegata all’universo descritto in Moon ma completamente indipendente. E allo stesso modo è anche connessa a questo script a cui sto lavorando da tanto tempo, Mute, in maniera indipendente e parallela come una graphic novel”.

Il citato Mute è un omaggio a Blade Runner: la storia ruota intorno a un barista muto che, in una metropoli futura, è costretto ad affrontare i gangster della città per ritrovare la sua donna scomparsa. Il film è attualmente in stallo, per cui Jones ha deciso di andare avanti con l’altro, anonimo progetto. Bella anche l’idea di elaborare un universo futuro in cui tutte le sue creazioni originali potrebbero coesistere, come ha già fatto Kevin Smith nel suo View Askewniverse. Jones aggiunge:

“Ho in mente particolari attori che potrebbero aiutarmi a dare al film la sua voce. Ho scelto con chi vorrei lavorare e spero che loro vogliano lavorare con me”.

Che si tratti di Sam Rockwell o Jake Gyllenhaal? A questo punto, non ci resta che aspettare.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Famiglia Addams: morto Felix Silla, l’italiano sotto il costume del cugino Itt 17 Aprile 2021 - 16:00

Lavorò come attore e stuntman anche a Buck Rogers, Balle spaziali, E.T. e Il ritorno dello Jedi Felix Silla La famiglia Addams

Tenebre e ossa – Il poster ufficiale della serie, dal 23 aprile su Netflix 17 Aprile 2021 - 15:00

È disponibile il poster ufficiale di Tenebre e ossa, serie basata sui romanzi fantasy di Leigh Bardugo, in uscita il 23 aprile su Netflix.

Annie Awards: Soul e Wolfwalkers premiati come migliori film, Hilda come miglior serie 17 Aprile 2021 - 14:58

Soul e Wolfwalker sono i grandi vincitori della 48ma edizione degli Annie Awards, Walt Disney Company conduce con dieci vittorie

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.