L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

D23 Expo, le anteprime di Oz e John Carter

Di Marco Triolo

Drag Me To Hell Alison Lohman Lorna Raver 2

Dopo avervi parlato dei progetti Pixar e dei Muppet, torniamo alla D23 con le presentazioni di Oz: The Great and Powerful e John Carter, altri due attesi titoli live action della Disney.

Oz: The Great and Powerful, come saprete, sarà diretto da Sam Raimi e interpretato da James Franco, Rachel Weisz e Mila Kunis. Nessun ospite di rilievo alla manifestazione, perché il film si sta girando in questo preciso istante. Ma Raimi e company hanno comunque mandato un video dietro le quinte in cui hanno discusso del loro film e rivelato alcune scene preliminari. Raimi ha introdotto il filmato vestito di tutto punto come l’originale Mago di Oz, Frank Morgan, scusandosi per la sua assenza. E’ stata poi mostrata parte della concept art e una primissima foto dal film: oggetto delle immagini era l’impossibile geografia di Oz, con le sue formazioni ad arco estese per miglia e una montagna a forma di elefante. La Città di Smeraldo pare abbia invece delle influenze art deco. La prima immagine ufficiale ci mostra invece James Franco mentre osserva con stupore una spaventosa foresta. Franco stesso, sempre nel video, ha descritto il suo Oz come parte truffatore e parte seduttore. “Quando giunge a Oz, trova una possibilità di redenzione”. E conclude: “Oz è una terra di seconde opportunità”. E no, non ci siamo confusi sui nomi e anche noi ci chiediamo se nel film sia il protagonista che il mondo magico saranno entrambi chiamati “Oz”.

Il video si è concluso con un rapido montaggio di scene, sia a colori che in bianco e nero, suggerendo che, come l’originale, anche questo prequel userà il bianco e nero per le sequenze ambientate nel mondo reale. Altra concept art ha mostrato Oz durante uno spettacolo di magia in un teatro stracolmo di gente, e lo stesso Oz appeso alla corda di una mongolfiera mentre questa viene trascinata in un tornado sopra la terra di Oz. Nell’ultima scena proiettata, Franco apre una porta ed entra in una tempesta, si gira verso la telecamera e dice “Facciamo un po’ di magia”.

Molto più ricca di ospiti la presentazione di John Carter: il regista Andrew Stanton e i protagonisti Willem Dafoe, Taylor Kitsch e Lynn Collins hanno introdotto quattro clip. Nella prima, John (Kitsch), appena giunto su Marte, assiste allo schiudersi di alcune uova giganti, da cui fuoriescono i piccoli dei Thark, i marziani verdi. All’improvviso, l’uomo viene investito da una scarica di proiettili e compie uno strabiliante balzo all’indietro, rendendosi conto che la minore gravità di Marte gli ha donato poteri inaspettati. Resta di stucco anche il capo dei marziani, Tars Tarkas (Dafoe). Segue una scena in cui Tars e John cercano di conoscersi, ma non riescono a comprendere le rispettive lingue.

La seconda clip si concentra sulla relazione tra Carter e Woola, una sorta di cane marziano che diventa il suo inseparabile compagno di avventure. All’inizio, vediamo John incatenato a una roccia, circondato da piccoli Thark. Quando l’uomo si libera dalle catene, una strana creatura emerge dall’ombra: sembra un cane allungato. E’ Woola. L’essere si addormenta, e John vede una possibilità di scappare. Salta dunque su una roccia, ma con grande sorpresa scopre che Woola è già lì. Il cane lo segue bloccandogli ogni via di fuga.

Nella terza clip facciamo la conoscenza della principessa marziana Dejah Thoris (Collins): Carter le chiede di non sposare un altro, lei chiede a lui di non tornare sulla terra. Si tratta di una sequenza molto intima, senza effetti speciali. Che invece abbondano nella quarta clip, dove Tars e Carter affrontano in un’arena le gigantesche Scimmie Bianche di Marte, dotate di sei gambe. John usa la sua straordinaria velocità per evitare gli attacchi di una delle bestie, ma per questo una seconda scimmia viene introdotta nell’arena per finire il lavoro. Le sequenze, pare, hanno manifestato il tono malinconico del film, fatto di colori spenti: il paesaggio di Marte (o Barsoom) è grigio/marrone, gli abiti di John sono giallo scuro. Insomma, una paletta che di certo non ci si aspetta in un mega blockbuster, ma non dimentichiamo che a produrre questo c’è anche la Pixar.

Rimanete sintonizzati per altre novità dalla D23, e non dimenticate di fare anche un salto su Avengers Blog per la descrizione delle clip del film marvel.

(Fonti: Collider, ComingSoon.net)

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Locked Down: il film concepito, scritto, girato, finito e distribuito durante la pandemia 18 Aprile 2021 - 13:00

Locked Down, il nuovo film diretto da Doug Liman, è da qualche giorno disponibile per l’acquisto e il noleggio digitale. Ecco i primi 10 minuti.

Oscar 2021: annunciati nuovi cambiamenti per questa edizione, tra pre-show e post-show 18 Aprile 2021 - 12:00

La Notte degli Oscar 2021 sarà molto diversa dal solito e questo è stato confermato anche dall’annuncio di altri cambiamenti, dettati sempre dalla pandemia.

Predator: i creatori della saga fanno causa a 20th Century Studios per i diritti 18 Aprile 2021 - 11:00

Jim e John Thomas, sceneggiatori del Predator originale, vogliono riavere i diritti dopo 35 anni

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.