L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Box Office 3D – La recensione da Venezia

Di Marco Triolo

E ci siamo anche quest’anno. La 68ma Mostra del Cinema di Venezia è iniziata ufficialmente oggi, ma ieri si è svolta una pre-apertura dedicata alla contagiosa energia di Ezio Greggio, che ha assistito in Sala Grande all’anteprima del suo Box Office 3D – Il film dei film. Tutto bello, la gente applaudiva, l’atmosfera sembrava positiva e poi… Poi è arrivato il film. Ouch.

Box Office 3D è… beh, possiamo iniziare dicendo che non è molto 3D, a causa di una conversione che non fa risaltare nemmeno gli oggetti che dovrebbero, nelle intenzioni dei realizzatori, uscire dallo schermo. Passando al lato artistico: avete presente le ultime, stanche parodie di Mel Brooks, Robin Hood – Un uomo in calzamaglia e Dracula – Morto e contento? Ecco, prendete quelle e immaginate qualcosa che riesca ad avventurarsi molto più in basso e avrete una mezza idea di quello che è stato Box Office 3D. Una serie sconnessa di episodi, tra finti trailer e veri e propri corti, di stampo immancabilmente televisivo e dall’umorismo trito. Greggio si prende gioco di, tra gli altri, Avatar (diventato Viagratar, con gli umani alla ricerca della “Viagrina fottens”), Harry Potter, Il signore degli anelli (Gollum, anzi “Gobbum”, ha la maglia della Juve), Il gladiatore, Il codice Da Vinci. L’umorismo, dicevamo, è vecchio (ancora gag sull’età di Harry Potter? E poi Il gladiatore ha compiuto 11 anni!) e fuori fuoco, come se l’autore manco si fosse preso la briga di vederli, questi film.

Le intenzioni sono buone – prendersi per una volta gioco dell’industria americana, come ha dichiarato Greggio, per mettere in risalto le qualità originali del nostro cinema – ma il risultato fa leva sul pubblico dei Cinepanettoni, non certo il target a cui frega qualcosa dello stato della cinematografia italica. Il cast parla chiaro: Anna Falchi, Biagio Izzo, Enzo Salvi. Le facce che abbiamo visto tante volte a Natale, e che stavolta vedremo il 9 settembre, quando la pellicola uscirà. Fatevi un favore: lo stesso giorno esce Super 8, andate a vedere quello.

Ultima nota: c’è anche un cameo di Gina Lollobrigida, nel finale. Si vorrebbe in qualche modo legittimare l’operazione ricollegandola al grande passato del Neorealismo, sottolineando ancora di più quanto “semo mejo” degli Americani. Peccato che invece metta in risalto lo stacco abominevole che ci ha portato a film come questo.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Voyagers: Lily-Rose Depp e Colin Farrell nella prima clip 11 Aprile 2021 - 12:00

Lionsgate ha diffuso la prima clip di Voyagers, il nuovo film di Neil Burger, regista di Divergent, Limitless e The Illusionist.

BAFTA 2021: da Ma Rainey’s Black Bottom a Mank, ecco i primi vincitori 11 Aprile 2021 - 11:22

Sono stati annunciati i primi otto vincitori dell’edizione 2021 dei BAFTA, i prestigiosi premi britannici, consegnati dalla British Academy of Film and Television Arts.

DGA Awards 2021: trionfa Nomadland, che prosegue la sua corsa verso l’Oscar 11 Aprile 2021 - 11:03

Sono stati annunciati i vincitori dei DGA Awards 2021, i premi della Directors Guild of America, ovvero il sindacato dei registi.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.