Condividi su

21 luglio 2011 • 08:53 • Scritto da Marco Triolo

San Diego Comic-Con, giorno zero

La preview night del Comic-Con di San Diego ci regala le anteprime di due attese serie TV prodotte da J.J. Abrams: Alcatraz, con Jorge Garcia e Sam Neill, e Person of Interest, creata da Jonathan Nolan...
Post Image
5

Si parte!


ScreenWEEK dall’altra parte del mondo! Si fa per dire, ma neanche tanto: il viaggio per arrivare dall’Italia a questa ridente località della California meridionale è quello che Asimov potrebbe definire “allucinante”. Ma ce l’ho fatta e, dopo una bella dormita e una mattina passata a risolvere inconvenienti tecnici (avete presente come sono le prese di corrente qui negli USA? Roba da matti) e a cibarmi dei non proprio dietetici piatti locali, eccomi qui dal Convention Center di San Diego, dove ha avuto luogo la prima attrazione della fiera di fumetti più amata al mondo: la preview di alcune attese serie TV della Warner Bros., The Secret Circle, Supernatural: The Anime Series, ma soprattutto due titoli partoriti dalla mente geniale di J.J. Abrams, Alcatraz e Person of Interest.

Questa seconda, per la verità, è stata ideata da Jonathan Nolan, il fratello di Christopher. Il cast è spettacolare: Michael Emerson, meglio conosciuto come il Benjamin Linus di Lost, è Mr. Finch, un geniale miliardario che ha concepito un programma per prevedere i crimini. Contatta dunque Reese (Jim Caviezel), un ex-agente CIA creduto morto, perché lo aiuti a fermare i crimini prima che avvengano.

Un po’ di pubblicità assortite…


La prima ha invece un sapore più “lostiano”: Jorge Garcia (Hurley di Lost) è il Dr. Diego Soto, un geek hippie che è anche l’esperto numero uno al mondo su Alcatraz, la prigione chiusa cinquant’anni fa. In realtà, si scopre, la chiusura è stata causata da un evento bizzarro e inspiegabile: una notte, tutti gli occupanti del carcere, detenuti e secondini, sono spariti nel nulla. Oggi le persone scomparse stanno tornando ad apparire nella moderna San Francisco, e toccherà a Soto, con l’aiuto della poliziotta Rebecca Madsen (Sarah Jones) e del misterioso Emerson Hauser (Sam Neill) scoprire perché…

Il pilot mostrato al Comic-Con è un prodotto onesto e ben confezionato, che però, devo essere onesto, non mi ha spazzato via. Essendo ancora più onesto posso dire che non ho capito alcuni passaggi – per via dell’inglese a volte un po’ biascicato – e dunque rivaluterò con calma la serie. Comunque, un buon inizio ricco di mistero e suggestioni, e di un interessante uso dei flashback. E poi Neill è fantastico in ogni ruolo, e Garcia come sempre risulta subito simpatico.

La fila per registrarsi… la foto non rende!


Molto meglio Person of Interest, che solleva alcune interessanti questioni etiche simili a quanto detto da Steven Spielberg (e Philip K. Dick) in Minority Report: avendo a disposizione una tecnologia in grado di catturare i responsabili di crimini non ancora commessi, sarebbe giusto utilizzarla? Certo, qui poi è tutto giocato sulla detection e rimane ben poca ambiguità di fondo, ma la coppia Caviezel-Emerson convince, e l’utilizzo di immagini tratte dalle telecamere di sorveglianza infonde al pilot un senso di oppressione e di paranoia da grande fratello che funziona alla grande. La struttura è sorprendentemente simile a quella di una serie TV anni Ottanta: come in Supercar c’è un committente e un eroe dato per morto che risolve casi di volta in volta diversi. Grande potenzialità, da tenere perciò d’occhio.

Sulle altre due serie proposte mi pronuncio relativamente: Supernatural: The Anime Series credo sia per i fan di Supernatural. Io ho trovato il pilot francamente scontato e per giunta disegnato malissimo. E pensare che dietro c’è lo studio Mad House, produttore di grandi anime come Ninja Scroll e Perfect Blue. The Secret Circle è invece una serie adolescenziale a tema stregonesco, con Thomas Dekker, orfano di Terminator: The Sarah Connor Chronicles. Piacerà al target di Smallville, suppongo. Gli altri si astengano.

L’Hard Rock Café agghindato a festa per The Amazing Spider-Man e Ghost Rider: Spirit of Vengeance

Domani (oggi per voi) giornata super-impegnativa: si parte con il panel di The Twilight Saga: Breaking Dawn alle 11.15, per proseguire nel pomeriggio con una conferenza stampa in cui la Fox presenterà Prometheus, L’alba del pianeta delle scimmie e In Time. Noi non mancheremo, non mancate neanche voi!

Condividi su

5 commenti a “San Diego Comic-Con, giorno zero

  1. I temi di Person of Interest rientrano alla perfezione negli ambiti frequentati da Nolan sr …
    E la strutura anni 80 mira a semplificare un panorama di serie con storie, cronologie e trame labirintiche, ricorsive e a mosaico, che hanno imperversato, senza freni, negli ultimi anni …
    E penso sia arrivato il momento di invertire la tendenza e contenere gli eccessi. Si è sforato un po’ anche al cinema, ed un’inversione doveva arrivare. Person of Interest potrebbe essere il capostipite di questa nuova tendenza, anche perchè si inserisce nel florido clima di revival degli anni Ottanta.
    Aspetto di vederlo. Gli altri citati, transeat.

  2. carina la trama e il viaggio vabe non scrivo molto ma io non sono sinceramente innamorata di sta recenzione e se pensate che sto dicendo stupidate e non mi capite be e dai ma spero che capite no ma sa ci stai su facebook se no chi se ne fregaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *