Condividi su

05 luglio 2011 • 11:00 • Scritto da

Giffoni Film Festival, dalla musica alla danza

All’ormai prossimo Giffoni Film Festival, giunto alla sua 41ma edizione, sappiamo che non manca proprio nulla. In questo festival, da Truffaut definito il più necessario tra i festival, viene dato ampio spazio, oltre al cinema, al teatro, alla musica, anche alla danza, classica, moderna e contemporanea. Durante il festival, nelle serate del 12, 13 e […]
Post Image
0

All’ormai prossimo Giffoni Film Festival, giunto alla sua 41ma edizione, sappiamo che non manca proprio nulla.
In questo festival, da Truffaut definito il più necessario tra i festival, viene dato ampio spazio, oltre al cinema, al teatro, alla musica, anche alla danza, classica, moderna e contemporanea.
Durante il festival, nelle serate del 12, 13 e 14 Luglio, infatti, si potrà assistere a spettacoli e balletti danzati da ballerini di fama nazionale e dalle compagnie di ballo del territorio.
Sono inoltre in programma anche lezioni e seminari dal 12 Luglio al 14, di cui è possibile conoscere il programma dettagliato, sul sito del Giffoni Film Festival.


Il 12 Luglio si aprirà con la rassegna di scuole di danza provenienti da tutta la provincia di Salerno a cura dell’associazione Promodanza. Il 12, 13 ed il 14 Luglio lezioni di danza con docenti di grande prestigio: Elisabetta Terabust, Liliana Cosi e Dominic Walsh. Grande spazio alla formazione di giovani talenti attraverso il progetto Verso la Scena.
In questo ambito, infatti, verrà realizzata da parte dei giovanissimi ballerini, una coreografia appositamente creata per loro dal coreografo di fama internazionale, Amedeo Amodio. Il lavoro del maestro Amodio sarà presentato nella serata del 13 Luglio durante il Giffoni Gala, nel corso della quale si esibiranno anche diversi nomi della grande danza nazionale e internazionale: Giuseppe Picone, Anbeta Toromani e Alessandro Macario, testimonial di Giffoni Danza, Stefania Figliossi e Hektor Budlla.

Il resto del programma del festival è stato ben illustrato da Filippo e da Claudia, inoltre per gli approfondimenti sulla musica, potete consultare il mio post qui su tweens.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *